Lezione 36

Trend Following e Reversal

Tra le principali strategie di trading, come abbiamo detto in precedenza, troviamo: la strategia trend following ovvero in direzione del trend, e strategia reversal ovvero controtrend e strategie di trading range e bias. Prima le avevamo solo accennate nelle slide precedenti, adesso entriamo un po' di più all'interno delle varie strategie.

Strategie in trend following

Strategie in trend following significa che un determinato asset, in questo caso una criptovaluta, noi immaginiamo nella nostra mente che questo possa procedere nella direzione del trend impostato. Quindi se è a rialzo in questo momento, noi pensiamo che la nostra posizione possa essere aperta nella direzione del trend di fondo.

Strategie in reversal

Quando invece noi lavoriamo in reversal o contro trend ci immaginiamo che questa situazione invece non avvenga. Cioè ci troviamo in una situazione nella quale sostanzialmente la nostra criptovaluta, ad esempio, si può trovare a scontrarsi contro una resistenza molto importante, una resistenza storica fondamentale, può essere stato magari un movimento dal lungo molto forte in accelerazione, e immaginiamo che non abbia più le energie o la forza per continuare in quella direzione e quindi che possa esaurire il movimento. In questo caso mettiamo in campo una strategia reversal o contro trend che va a sfruttare quelli che sono i cambi di tendenza. Quindi noi, per esempio, arriviamo da un trend rialzista in forte allungo, troviamo una resistenza molto forte e ci immaginiamo che la nostra criptovaluta ritracci e torni indietro nella direzione opposta, quindi scenda.

Queste tipologie di strategie, come abbiamo detto in precedenza, implicano dal punto di vista della strategia trend following un tempo a mercato maggiore. Spesso chi opera in direzione del trend sta sul mercato molto più a lungo, è facile che abbia meno trade vincenti, quindi un win ratio riesce dal punto di vista della percentuale più basso e dei gain più ampi, perché normalmente un trend tende a proseguire nel tempo, il trainer non esce e quindi mantiene la posizione aperta, magari con un trailing stop, quindi con uno stop che va a seguire la posizione.

Per quanto riguarda invece le reversal, abbiamo un tempo a mercato inferiore perché è un mordi e fuggi sostanzialmente. Non ci immaginiamo magari che l'inversione del trend sia un'inversione che può perdurare nel tempo, ma può avere più probabilità di avvenire. Quindi cosa succede? Che noi andiamo a prendere una posizione, ma nel momento in cui il mercato ci dà ragione, poi usciamo velocemente. In questo caso abbiamo magari più trade vincenti, abbiamo un po' di probabilità di successo in più, ma abbiamo dei gain più limitati perché restiamo meno a mercato e quindi abbiamo successo ma il nostro rapporto non è magari 1:4, 1:3 come può essere con il trend following, ma andiamo a cercare un rapporto più 1:1.

Strategie in trading range

Poi esistono delle strategie, per esempio in trading range. Qui abbiamo una banda di oscillazione nella quale l'asset ha mostrato spesso di avere delle reazioni a determinati valori di prezzo, quindi una resistenza o un supporto che vanno a delimitare quella che è la nostra banda di oscillazione laterale e andiamo a lavorare proprio al raggiungimento di quei determinati valori all'interno della banda di oscillazione.

Cos’è la strategia bias?

Poi abbiamo il bias, che è un concetto più avanzato che abbiamo accennato in precedenza, ovvero schemi di comportamento ripetitivi che possono essere orari settimanali, mensili che mostrano che un determinato un determinato asset si comporta con un movimento ricorrente in un determinato contesto. Per esempio, Bitcoin dalle otto alle dieci magari ha il 65% di probabilità nei primi sei mesi dell'anno di essere rialzista. Ovviamente ci vogliono dei software, quindi delle piattaforme che calcolano i bias, però è fattibilissimo anche con la stessa Pro Real Time che non richiede linguaggi di programmazione particolari, ma ha un contesto anche di linguaggio piuttosto intuitivo.

Esempi su grafico 

Vediamo in pratica quello di cui abbiamo parlato, quindi fasi di lateralità, fasi di trend in questo caso direzionali per esempio, e possibilità di reversal. In questo grafico vediamo che nella parte sinistra abbiamo una situazione di trend definito. In questo caso vi ricordo che un trend per essere definito tale deve essere ovviamente persistente, in questo caso un trend rialzista ha tutti i minimi crescenti e massimi crescenti e quindi si può definire come un trend rialzista. Viceversa, per esempio, questo che non abbiamo segnato è un trend ribassista con massimi decrescenti e minimi decrescenti. Abbiamo poi una fase laterale vedete una banda di oscillazione tra un supporto e una resistenza e un'oscillazione del prezzo all'interno di questa lateralità. Poi evidenziamo un nuovo trend sia rialzista che ribassista.

Avvertenze

Vediamo velocemente le avvertenze. Individuate sempre il trend e un contesto prima di analizzare le strategie, quindi individuate un trend e un contesto entro il quale si muove un determinato asset. Scegliete una sola tecnica e non diverse, se operate in intraday guardate sempre il grafico daily perché vi può dare delle informazioni di carattere generale e quindi un orizzonte temporale è più lungo rispetto al time frame operativo. Non bisogna utilizzare troppi indicatori e oscillatori, altrimenti create confusione e magari vi forniscono anche le stesse informazioni e, se possibile, partite sempre dal prezzo e dall'analisi del grafico. Poi cercate delle conferme utilizzando i vostri indicatori, i vostri oscillatori se lo prevedono, ma partite sempre dal prezzo.

Principali strategie in trend following

Per quanto riguarda le principali strategie di trend following, quindi in direzione del trend, adesso brevemente vi mostro le principali. Poi vi invito, se volete utilizzare l'analisi tecnica per approfondire quelle che sono le strategie di trading da applicare alle criptovalute in maniera più dettagliata, andate a seguire il nostro corso di analisi tecnica perché è molto più specifico e potete andare ad apprendere molto meglio la parte più operativa, in modo di utilizzare al meglio le varie strategie applicate ai diversi asset.

In questo caso, quando parliamo di Trend Following parliamo di break out strategy, per esempio, e di swing trading. Queste sono le due principali strategie di trend following, quelle più conosciute.

Breakout strategy

Breakout Strategy prevede l'ingresso in posizione sia long che short, ogni volta che l'andamento del titolo rompe una configurazione tecnica importante e determinati livelli di prezzo. In questo caso noi possiamo immaginare di avere una lateralità. Come abbiamo visto nelle slide precedenti andiamo a riprendere la nostra bilateralità del nostro bitcoin contro euro. Qui vedete una fase di compressione della volatilità e una possibile strategia di breakout, sia in questo caso, per esempio, sia se avessimo avuto un box di bilateralità più ampio avremmo avuto una rottura al rialzo, quindi un breakout. In questo caso che noi vediamo esplicitamente in questo grafico è stato un falso breakout perché ha rotto, quindi abbiamo avuto il nostro breakout, ma poi è ritornato all'interno della fase laterale per poi addirittura romperla con un falso breakout a ribasso.

Quindi quando andate a valutare se il breakout può essere una strategia ottimale per il vostro asset, fate delle valutazioni andando a vedere otticamente il grafico dell'asset che volete andare a tradare e cercate di comprendere se quella strategia può essere più o meno affidabile, usando eventualmente anche dei test.

Come si imposta la strategia di Breakout?

Come si imposta la strategia di Breakout? Andate a entrate a mercato sopra il massimo, quindi cercate ovviamente la rottura, quindi qualche punto sopra il massimo del livello di resistenza o di supporto nel caso il breakout fosse rialzista oppure ribassista e poi mettete uno stop loss: se il range dell'oscillazione laterale è stretto lo andate a mettere sotto il supporto, quindi sotto la parte più bassa della lateralità. Se invece decidete di andarlo a prenderlo più in alto o comunque la banda è molto ampia, potete anche impostarlo sotto l'apertura, per esempio, di una candela, comunque appena sotto il valore di rottura. Dovete trovare magari un pattern grafico che vi dà questa sensazione che possa essere lo stop loss corretto dal punto di vista dell'analisi e della valutazione del valore.

Figure di continuazione

Tra le varie figure di continuazione che si possono utilizzare nelle varie strategie di trading abbiamo poi la resistenza e i supporti statici, i box laterali e i rettangoli quindi bande di oscillazioni laterali del prezzo all'interno di due valori di riferimento. In questo caso, resistenze o supporti statici che vanno a comprimere quella che è la banda di oscillazione. Poi abbiamo triangoli, flag e pennant. In questo caso sono altre figure. Abbiamo anche gli wedge e cunei che vi invito ad andare ad approfondire nel nostro corso di analisi tecnica. Noi adesso non ci soffermeremo su queste, ma se siete interessati a utilizzare le figure di continuazione dell'analisi tecnica, andate a vedervi il corso perché è estremamente interessante, soprattutto riuscite a comprendere al meglio quali sono le figure che potete andare a utilizzare per andare a impostare questa tipologia di strategia.

Cos’è lo Swing trading?

Poi abbiamo lo swing trading invece, che utilizza le prese di beneficio sul titolo per individuare quelli che sono dei segnali operativi. È una tecnica che sfrutta i ritracciamenti. Quindi quando noi abbiamo per esempio un movimento rialzista di questo tipo abbiamo poi nella fase di risalita un momento in cui si hanno delle prese di beneficio. Qui, ad esempio, sono delle prese di beneficio piuttosto importanti, cioè il trend ha dei ritracciamento profondi. Però possiamo vedere che in altri casi, come ad esempio in questo trend discendente le prese di beneficio sono molto più strette, quindi si riescono a individuare meglio. Quindi in questo caso, che cosa succede? Quando il titolo o comunque in questo caso la criptovaluta, va a ritracciare, quindi vengono in atto le prese di beneficio, normalmente poi si ha una resistenza, che è a un livello che è stato violato precedentemente, oltre il quale, nel ritracciamento nelle tecniche di swing trading, si presume che l'asset non vada. E quindi si imposta su quel livello un segnale e si va a sfruttare quello che è il ritracciamento per entrare a mercato nella direzione del trend ma acquistando un valore inferiore. Quindi, nella strategia di Breakout noi andiamo sulla rottura, quindi entriamo quando si ha un'esplosione di volatilità. La strategia del breakout è una strategia un po' complicata, perché l'esplosione di volatilità potrebbero essere anche molto veloci e repentine. Con il ritracciamento, invece, andiamo a sfruttare un momento di debolezza del mercato però in una fase forte di tendenza e quindi possiamo andare ad acquistare a prezzi un po' più bassi, ma sempre nella direzione del trend di fondo. Quindi questa è una soluzione che dal punto di vista forse delle monete digitali ha meno rischio, in quanto andare a prendere un titolo sull'esplosione della volatilità rischiamo soprattutto quando non è in chiusura ma è in corso di sessione, di restare poi bloccati a un prezzo troppo alto. Sul ritracciamento andiamo a sfruttare sia l'appoggio sul supporto o eventualmente sulla resistenza e a questo punto riusciamo ad acquistare a un prezzo più basso e a sfruttare sempre però la direzionalità del trend.

Esempio di swing strategy

Vediamo proprio qui un esempio di una swing strategy. Vedete chiaramente un trend rialzista. Questi sono movimenti di swing. Vedete un ritracciamento, due ritracciamenti, tre ritracciamenti, più profondi oppure meno profondi. In questo caso prendiamo ad esempio questo ritracciamento, qui si è venuto a formare un supporto. Vedete chiaramente che se andiamo a congiungere tutti i minimi su questa area di prezzo viene a formarsi una a un supporto, quindi un livello che può fermare il prezzo dalla discesa. Considerando che arriviamo da un movimento di trend rialzista, possiamo immaginare che l'appoggio su questi livelli possa portare a questo movimento di pull back verso la direzionalità del trend di base. Quindi lo swing trading sfrutta questi movimenti per cercare di comprare a prezzi più bassi e sfruttare poi il movimento dell'asset che si viene a creare successivamente.

Tra le principali strategie di analisi tecnica di tipo reversal, quindi opposte alla direzione del trend, possiamo individuare diverse tipologie di figure. Abbiamo figure di inversione che sono testa e spalle, doppio massimo e doppio minimo, triplo massimo e triplo minimo. In questo caso abbiamo doppio massimo e doppio minimo nella parte bassa della nostra slide e il teste spalle nella parte sinistra.

Strategie reversal in fasi laterali

Considerate che le strategie reversal possono essere utilizzate anche in situazioni di esempio di trading range, quindi di oscillazioni laterali. Perché? Perché il movimento della nostra criptovaluta avviene tra due livelli di prezzi importanti. Quindi ci immaginiamo di entrare esattamente sul pull back che avviene sui livelli di prezzo più importanti. Le strategie di reversal vengono associate ai pattern di prezzo. Quindi, per esempio, una pin bar sulla parte bassa del range o fase laterale, oppure pattern di prezzo che avevamo già visto quando abbiamo parlato di price action o comunque andate a vedere il modulo di price action e pattern Candlestick. Possiamo utilizzare i pull back su supporti o resistenze storiche e quindi utilizzare dei pattern di prezzo, dei pattern Candlestick, dei pull back piuttosto che dei falsi breakout, quindi, per esempio degli inside fake out che avvengono su dei livelli importanti. Quindi strategie che vanno a formarsi con queste caratteristiche e che hanno lo specifico obiettivo di andare a sfruttare i cambi di direzionalità.

Vedete nella parte bassa, per esempio, che abbiamo un trend rialzista, un'area di resistenza importante e l'asset raggiunge questo livello, non lo supera. Al secondo tentativo può essere interessante andare a impostare, magari con un pattern di prezzo rilevante come una pinball reversal, una strategia di tipo short. In questo caso abbiamo sempre l'entry sotto il minimo della pin bar e lo stop loss sopra il massimo della pin bar oppure sopra la resistenza.

Quindi valutate queste strategie, queste sono molto semplici, poi le potete combinare con degli indicatori, le potete combinare con degli oscillatori che poi andremo a vedere. Andate a vedere bene il corso di analisi tecnica in maniera dettagliata, perché abbiamo fatto anche delle strategie combinate, come oscillatori e indicatori insieme ai pattern di prezzo. Così potete anche andare a vedere alcune combinazioni che possono risultare interessanti, che possono darvi alcuni spunti per andare ad impostare quella che è poi la vostra operatività.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro