Cosa sono le Materie Prime e come negoziarle?

Sergio
November 20th, 2020

Le materie prime sono i beni di consumo fondamentali dell'economia mondiale. 

Il mercato delle materie prime è una delle basi del sistema commerciale mondiale.

Per un trader serio, sapere come fare trading con le materie prime è molto importante.

Si possono ottenere grandi profitti se un trader ha una profonda esperienza nelle questioni che guidano i prezzi delle materie prime e comprende i meccanismi di come scambiarle. Vediamo le caratteristiche di questi strumenti finanziari e come investire in materie prime.

materie prime trading cfdL'avvento del trading online di materie prime ha significato, grazie a broker CFD, l'accesso ai mercati globali anche per i trader privati ​​con una modesta quantità di capitale.

Mercato delle Materie Prime

Il mercato globale delle materie prime (dal cibo, ai minerali agli idrocarburi) è generalmente caratterizzato da un'elevata volatilità dei prezzi. Ciò ha portato i trader finanziari a sviluppare prodotti di copertura (i cosiddetti derivati come ad esempio i futures) che consentono alle aziende di proteggersi dal rischio di grandi fluttuazioni.

Tuttavia, questi prodotti finanziari sono diventati oggetto di operazioni speculative su larga scala e, sebbene il loro impatto non sia facilmente quantificabile, questa “finanziarizzazione” sembra aver contribuito ad aumentare ulteriormente la volatilità del mercato delle materie prime.

Nell’ambito trading si parla molto delle materie prime (commodities) ma l'uso di questi tipi di strumenti finanziari necessita di alcuni importanti chiarimenti.

Se per qualsiasi motivo una delle parti vuole o deve rinunciare alla merce, è vincolata da un contratto. Cosa fare? Semplicemente non si rinuncia alla merce (che ancora non si possiede) ma al contratto stesso. Da qui la necessità di creare un mercato regolamentato per i futures sulle materie prime.

I più grandi mercati di futures sulle materie prime al mondo sono negli Stati Uniti: il CME a Chicago, il Chicago Board of Trade (CBOT), il NYMEX e il NYBOT a New York. Fuori dagli Stati Uniti ci sono anche: il LME di Londra, il cinese DCA, l'indiano MCX e altri, ciascuno con specializzazioni più o meno marcate in determinati settori economici.

È possibile investire in materie prime anche attraverso piattaforme di trading come eToro.

Il 75% dei conti retail CFD perde denaro

Materie prime o commodities: definizione

In economia, una commodity (o merce) è definita come un bene tangibile che può essere acquistato, venduto o scambiato con prodotti di valore simile.

Il termine inglese "commodity" deriva dal francese "commodité" e indica qualcosa che si trova facilmente, proprio con comodità. Tuttavia, nel gergo del commercio internazionale indica una classe di prodotti molto specifica, vale a dire prodotti indifferenziati, come grano, ferro, zucchero, petrolio, oro, prodotti chimici e molto altro.

materie prime CFD etoroIn pratica, la disponibilità di tali materiali è possibile in molte parti del mondo senza che le merci acquistate in un luogo o da uno specifico fornitore differiscano sostanzialmente da quelle acquistate altrove o da un altro fornitore.

Le risorse naturali come l'olio e gli alimenti di base come il mais sono due tipi comuni di prodotti.

Come avviene per altri tipi di attività finanziarie, come le azioni, le materie prime hanno valore e possono essere scambiate su mercati aperti.

Anche il prezzo delle materie prime può fluttuare in base all'offerta e alla domanda.

Le materie prime sono negoziate in tutto il mondo in diversi mercati e sono generalmente negoziate come contratti futures, che è un accordo per negoziare a un prezzo e una data prestabiliti.

Inoltre, una merce può essere negoziata con i CFD, che sono contratti basati sul prezzo di un'attività sottostante. I CFD non concedono la proprietà di beni fisici. 

Puoi iniziare a fare trading di materie prime tramite eToro (clicca qui).

Il 75% dei conti retail CFD perde denaro

Ai trader piace questo aspetto in quanto non devono acquistare e possedere effettivamente l'asset, ma possono scambiarlo quando vogliono.

Ciò che distingue le commodity da altri tipi di beni è che sono standardizzate e sono intercambiabili con altre merci dello stesso tipo.

Queste caratteristiche rendono le merci fungibili.

Ciò significa che due unità equivalenti della stessa materia prima dovrebbero avere per la maggior parte prezzi uniformi ovunque nel mondo (esclusi fattori locali come i costi di trasporto e le tasse).

In generale, le materie prime vengono estratte, coltivate, prodotte e scambiate in quantità sufficientemente grandi da sostenere la liquidità e, per la maggior parte, l'efficienza dei mercati commerciali mondiali.

etf materie prime agricoltura eToroQuesti mercati offrono ai produttori di materie prime, ai consumatori e agli operatori finanziari un modo trasparente di fare affari.

Esempi di merci includono mais, grano, rame e petrolio. Se vuoi scambiare uno di questi o altri tipi di materie prime, puoi farlo con eToro, anche attraverso gli ETF. Puoi iniziare aprendo un conto demo gratuito da qui.

Il 75% dei conti retail CFD perde denaro

Ogni prodotto, se commercializzato in una borsa, deve soddisfare standard e qualifiche. 

Esistono due diversi tipi di prodotti:

  • Commodities soft: si riferisce agli articoli che vengono coltivati. Ad esempio, prodotti agricoli come zucchero, mais, grano, caffè e altro. Prodotti dagli agricoltori, questi strumenti sono altamente sensibili ai cambiamenti climatici e meteorologici e hanno modelli di prezzo ciclici dettati dalle stagioni.

  • Commodities hard: si riferisce ad articoli che vengono estratti, come oro e altri metalli preziosi, diamanti e petrolio, insieme ad altri prodotti energetici.

Proprietà di una commodity

In termini economici, una commodity ha le seguenti due proprietà.

  1. Si tratta di un bene generalmente prodotto e / o venduto da molte aziende o produttori diversi.

  2. La qualità è uniforme tra le aziende che lo producono e lo vendono. Non è possibile distinguere la differenza tra i beni di un'azienda e di un'altra. Questa uniformità è nota come fungibilità.

Materie prime come carbone, oro, zinco sono esempi di merci che vengono prodotte e classificate secondo standard industriali uniformi, facilitando così la loro commercializzazione.

I jeans Levi's, ad esempio, non sarebbero considerati una commodity.

L'abbigliamento, sebbene sia qualcosa che tutti indossano, è considerato un prodotto finito, non un materiale di base.

Gli economisti ci tengono a questa differenziazione del prodotto.

Non tutte le materie prime sono considerate merci.

I diamanti sono un esempio; variano troppo in qualità per raggiungere i volumi di scala necessari per venderli come prodotti classificati.

Ciò che è considerato una commodity può anche cambiare nel tempo.

Le cipolle venivano scambiate sui mercati delle materie prime negli Stati Uniti fino al 1955, quando Vince Kosuga, un agricoltore di New York, e Sam Siegel, il suo socio in affari, tentarono di conquistare il mercato.

Il risultato?

Kosuga e Siegel hanno inondato il mercato, hanno fatto milioni e consumatori e produttori sono rimasti indignati. Il Congresso ha vietato il commercio di futures sulla cipolla nel 1958 con l'Onion Futures Act.

Tipi di materie prime

Esistono 4 categorie principali di materie prime:

  1. Agricoltura: questa categoria include colture alimentari (ad esempio, cacao, grano, cotone e soia), bestiame (ad esempio, bovini, suini e pancetta di maiale) e colture industriali (ad esempio legno, gomma e lana). Acquista e vendi commodities agricole con IQ Option.

  2. Energia: questa categoria include prodotti petroliferi come petrolio greggio, benzina, gas naturale, olio da riscaldamento, carbone, uranio (utilizzato per produrre energia nucleare), etanolo (utilizzato come additivo per benzina) ed elettricità.

  3. Metalli: metalli preziosi (ad esempio oro, argento, platino e palladio) e metalli di base (ad esempio alluminio, nichel, acciaio, minerale di ferro, stagno e zinco). Da questo link puoi scambiare oro con Plus500. (Fare clic qui)

  4. Ambientale: questa categoria include prodotti come emissioni di carbonio, certificati di energia rinnovabile e certificati bianchi.

Sebbene le quattro categorie contengano dozzine di materie prime negoziate, quelle di cui vi parleremo ora sono quelle che generano la maggiore liquidità (commercio) nei mercati finanziari.

Agricoltura

Caffé: l'industria globale del caffè è enorme. Solo negli Stati Uniti rappresenta oltre l'1,6% del PIL e si stima che generi 1,7 milioni di posti di lavoro. Come alimento base, il caffè è intrigante per almeno due motivi. La schiacciante offerta di questo prodotto proviene da soli cinque paesi.

Allo stesso tempo, la domanda globale di caffè continua a crescere mentre le economie dei mercati emergenti sviluppano un gusto per la bevanda. Inizia a fare trading con il caffè usando Plus500.

Mais: il mais è un prodotto base con diverse importanti applicazioni nell'economia mondiale. È una fonte di cibo per l'uomo e il bestiame, nonché una materia prima utilizzata nella produzione di etanolo. L'alto costo dello zucchero negli Stati Uniti ha reso il mais un ingrediente chiave in prodotti dolcificanti come ketchup, bevande e caramelle. L'aumento della domanda globale di cibo e carburante dovrebbe alimentare l'interesse continuo per il mais come merce.

Zucchero: lo zucchero non è solo un dolcificante, ma svolge anche un ruolo importante nella produzione di etanolo. Storicamente, i governi di tutto il mondo sono stati fortemente coinvolti nel mercato dello zucchero. I sussidi e le tariffe sulle importazioni spesso producono anomalie di prezzo e fanno dello zucchero una merce interessante per il commercio. Sebbene la canna da zucchero sia coltivata in tutto il mondo, i dieci maggiori paesi produttori rappresentano circa i tre quarti di tutta la produzione.

Impara a scambiare zucchero leggendo il nostro articolo

Soia: la soia svolge un ruolo vitale nell'ecosistema alimentare globale. L'olio del raccolto viene utilizzato in molti prodotti, tra cui pane, cracker, torte, biscotti e condimenti per insalata, mentre la farina di soia macinata funge da principale fonte di cibo per il bestiame. L'olio di soia serve anche come materia prima nella produzione di biocarburanti. Il crescente bisogno di cibo e carburante nelle economie dei mercati emergenti potrebbe aumentare la domanda di semi di soia. Tre paesi - Stati Uniti, Brasile e Argentina - rappresentano l'80% della produzione mondiale.

Grano: il grano cresce in tutti i sei continenti e per secoli è stata una delle colture alimentari più importanti al mondo. I commercianti confrontano i prezzi del grano con altri cereali come mais, avena e orzo. Poiché questi prodotti possono essere sostituiti l'uno con l'altro, le variazioni dei loro relativi prezzi possono cambiare la domanda tra loro e altri prodotti come la soia. La domanda di fonti alimentari economiche e nutrienti nei paesi in via di sviluppo dovrebbe continuare a stimolare l'interesse per il mercato del grano.

Il grano offre diverse opportunità di business, leggi il nostro articolo

Energia

Petrolio: questo prodotto ha il maggiore impatto sull'economia mondiale. Il petrolio greggio non viene utilizzato solo in una varietà di forme di trasporto, tra cui automobili, treni, jet e navi, ma viene anche utilizzato nella produzione di plastica, tessuti sintetici (acrilico, nylon, spandex e poliestere), fertilizzanti, computer, cosmetici e altro ancora. Se si tiene conto del costo dei combustibili per il trasporto, il petrolio greggio gioca un ruolo importante nella produzione di quasi tutte le materie prime.

Il petrolio greggio subisce diverse variazioni in base alla geografia e alle caratteristiche fisiche: il West Texas Intermediate (WTI), noto anche come light sweet crude, e il Brent Crude sono due delle varietà più scambiate.

Comprendi le dinamiche del petrolio leggendo il nostro articolo

Gas naturale: il gas naturale è utilizzato in una varietà di applicazioni industriali, residenziali e commerciali, inclusa la generazione di elettricità. È considerata una fonte pulita di combustibili fossili e ha generato una domanda crescente da più paesi e settori economici. Gli Stati Uniti e la Russia sono emersi come i principali produttori di questo importante prodotto globale.

Scopri come guadagnare scambiando gas naturale

Benzina: l'uso principale di questo prodotto a base di petrolio greggio raffinato è come fonte di carburante per auto, camion leggeri e motocicli. I prezzi della benzina possono avere un enorme effetto sull'economia complessiva, poiché la domanda della materia prima è generalmente anelastica. Cioè, i consumatori devono mettere benzina nei loro veicoli per andare al lavoro, a scuola e in altre attività essenziali. Molti trader commerciano sui crack spread, che sono le differenze tra i prezzi del petrolio greggio e il prezzo di prodotti raffinati come la benzina.

Metalli

Argento: molti partecipanti al mercato vedono l'argento come l'oro dei poveri. Riceve anche una domanda significativa da speculatori, nonché dal settore gioielli e diamanti abbinati con esso. I negoziatori seguono la relazione tra i prezzi dell'oro e dell'argento, poiché storicamente questa relazione è stata un indicatore del valore relativo tra i due metalli.

In questo articolo spieghiamo l'argento e le sue caratteristiche

Oro: L'oro è un prodotto affascinante perché gran parte della sua richiesta proviene da speculatori. Molti partecipanti al mercato vedono l'oro come un'alternativa alla carta moneta, motivo per cui il prezzo della merce spesso si muove nella direzione opposta al dollaro. L'oro è anche usato per realizzare gioielli ed elettronica.

Studia i dettagli dell'oro nel nostro articolo

Rame: il rame ha così tanti usi industriali che sarebbe praticamente impossibile costruire l'infrastruttura di un paese senza di esso. I commercianti spesso si riferiscono a questa materia prima con il termine “Dr. Copper”, dicendo che il metallo ha un dottorato in economia perché il suo prezzo è un barometro affidabile della salute generale dell'economia mondiale. In effetti, investire nel rame è un modo per esprimere una visione rialzista del PIL mondiale.

Impara a fare trading sul rame

Prezzo delle Commodities

Diversi fattori possono influenzare i prezzi di una commodity e contribuire in modo significativo alla sua fluttuazione.

  • Domanda e offerta: se domanda e offerta si equilibrano, i prezzi dovrebbero rimanere gli stessi. Tuttavia, ogni volta che il mercato ritiene che l'offerta sarà inferiore a causa delle condizioni meteorologiche o dei tagli alla produzione, i prezzi tendono ad aumentare e viceversa.

  • Scorte e inventari: la produzione di questi prezzi delle materie prime può essere influenzata da: condizioni meteorologiche, malattie delle colture, problemi di produzione con il personale, ambienti politici ed economici che generano costi aggiuntivi come tasse, leggi commerciali, sussidi governativi, ecc.

  • Forza valutaria: Le connessioni tra alcune delle materie prime più scambiate e le coppie di valute sono comuni. Ad esempio, il dollaro canadese (CAD) è collegato ai prezzi del commercio del petrolio, poiché il Canada è un grande esportatore di petrolio. Se conosci queste connessioni comuni, monitorarle e scambiarle al momento giusto è importante per prendere le decisioni giuste per una negoziazione di successo. Va notato che la maggior parte delle materie prime ha un prezzo in dollari USA, quindi sarebbe saggio monitorare l'indice del dollaro per prevedere meglio le dinamiche dei prezzi.

  • Inflazione: quando c'è l'inflazione, il prezzo di un prodotto di solito cambia di conseguenza.

Cosa influenza il prezzo delle materie prime?

Ogni singola commodity ha dei fattori unici che ne determinano il prezzo. Tuttavia, alcuni fattori comuni giocano un ruolo nel determinare i prezzi della maggior parte delle materie prime:

  • Domanda dai mercati emergenti

  • Forniture

  • Dollaro USA

  • Sostituzione 

  • Clima 

Domanda dai mercati emergenti 

I paesi in rapida crescita come India e Cina stanno accumulando grandi quantità di ricchezza man mano che le loro economie crescono. Di conseguenza, hanno un crescente bisogno di una varietà di beni di base, materie prime, raccolti e bestiame per nutrire la loro popolazione, metalli per costruire le infrastrutture nelle loro città ed energia per alimentare le loro fabbriche e case.

La domanda dei mercati emergenti ha un enorme impatto sui prezzi delle materie prime. I segnali di un rallentamento economico in questi paesi potrebbero deprimere i prezzi, mentre l'aumento della crescita economica potrebbe far aumentare i prezzi delle materie prime.

Studia gli indici azionari sulla nostra pagina.

Forniture

La relativa scarsità o abbondanza di materie prime può causare grandi movimenti nei loro prezzi. Nel caso dei prodotti agricoli, ad esempio, l'entità del raccolto annuale può variare i prezzi di mercato. Altri fattori che possono influenzare l'offerta sono questioni politiche, ambientali o lavorative nei principali paesi produttori.

Ad esempio, le normative ambientali potrebbero portare alla chiusura delle miniere e i prezzi dei metalli potrebbero aumentare in risposta a questa carenza di approvvigionamento. I livelli delle scorte potrebbero anche influenzare l'offerta disponibile di materie prime. Se i principali consumatori di materie prime accumulano livelli di inventario, il mercato potrebbe vedere l'aumento dell'offerta come un eccesso di prezzo. D'altra parte, l'esaurimento delle scorte potrebbe creare la percezione di un deficit di offerta e causare un aumento dei prezzi.

Dollaro USA

In quanto valuta di riserva mondiale, il dollaro USA può spesso determinare la direzione dei prezzi delle materie prime. Quando il valore del dollaro scende rispetto ad altre valute, ci vogliono più dollari per acquistare materie prime rispetto a quando il prezzo è alto. In altre parole, i venditori di materie prime ricevono meno dollari per il loro prodotto quando il dollaro è forte e più dollari quando la valuta è debole.

Approfitta delle fluttuazioni del dollaro con Forex

Fattori come la disoccupazione o le cifre del PIL negli Stati Uniti possono indebolire il dollaro e causare un aumento dei prezzi delle materie prime, mentre dati economici forti possono indebolire i prezzi delle merci.

Informati sul Forex Trading con la nostra guida

Sostituzione

Il principio economico di sostituzione crea il rischio di investire in qualsiasi prodotto base. Man mano che i prezzi di un determinato prodotto aumentano, gli acquirenti cercheranno sostituzioni più economiche, se disponibili. Ad esempio, metalli più economici come l'alluminio spesso sostituiscono il rame in molte applicazioni industriali. Allo stesso modo, gli agricoltori possono sostituire mais, avena, grano e orzo come mangime per il bestiame in base al prezzo.

Clima

Il clima può svolgere un ruolo importante nella determinazione dei prezzi di molte materie prime. Nel settore agricolo, condizioni di siccità prolungate o piogge eccessive possono limitare i raccolti e far aumentare i prezzi. Nel settore energetico, uragani, tempeste o temperature estremamente basse possono ridurre le attività di perforazione o raffinazione e creare carenze di approvvigionamento.

Il rigido clima invernale può creare una domanda eccessiva di riscaldamento e causare forti aumenti dei prezzi di materie prime come il gas naturale e l'olio da riscaldamento. D'altra parte, un clima estremamente caldo potrebbe aumentare la domanda di elettricità necessaria per alimentare i condizionatori d'aria.

Approfitta dell'impatto del clima sulle materie prime facendo trading con Plus500. Clicca qui.

Perché dovresti fare trading sulle materie prime?

Ci sono una serie di ragioni per negoziare commodities, tra cui:

  1. Crescita della popolazione 

  2. Copertura dell'inflazione

  3. Diversificazione del portafoglio

Crescita della popolazione 

L' aumento della popolazione mondiale e i cambiamenti demografici potrebbero creare opportunità di investimento in tutte le classi di commodities.

Il World Economic Forum stima che il numero di persone che vivono nelle città potrebbe raggiungere i 6,4 miliardi entro il 2050. Questa tendenza dovrebbe creare un'enorme domanda di metalli man mano che le città costruiscono le loro infrastrutture.

crescita popolazione materie primeNon solo la popolazione aumenterà, ma le persone saranno più ricche. I maggiori guadagni si produrranno nelle economie dei mercati emergenti dell'Asia e dell'Africa. Questi paesi più ricchi chiederanno prodotti agricoli come cereali e bestiame per nutrire i loro cittadini e cotone e lana per indossarli.

La crescita della popolazione alimenterà anche la domanda di prodotti energetici.

Man mano che le persone nei paesi in via di sviluppo migrano dalle aree rurali alle città, la domanda di energia aumenterà.

Quasi 1,3 miliardi di persone nel mondo non hanno accesso all'elettricità, compreso un quarto della popolazione indiana.

L'urbanizzazione e la crescita economica creeranno anche una nuova domanda di combustibili fossili per automobili, abitazioni e aziende.

Copertura contro l'inflazione 

Investire in materie prime è un modo per proteggersi dall'inflazione. Praticamente tutte le materie prime potrebbero diventare più costose se le economie mondiali sperimentassero periodi di inflazione.

Le politiche monetarie che sono eccessivamente accomodanti per le maggiori banche centrali del mondo hanno mantenuto bassi i tassi di interesse mondiali e creato speculazioni in molti tipi di attività finanziarie.

Ad un certo punto, questa speculazione potrebbe apparire nei mercati delle commodities. Un dollaro debole, in particolare, potrebbe creare inflazione e far aumentare i prezzi delle materie prime.

Diversificazione del portafoglio

La maggior parte dei trader detiene molte delle proprie attività in azioni e obbligazioni.

Le materie prime offrono ai trader un modo per diversificare e ridurre il rischio complessivo dei loro portafogli.

Impara a diversificare il tuo portafoglio con CFD.

Trading online su Commodity

Come con qualsiasi asset, i prezzi sono guidati dalla domanda e dall'offerta. Investire in materie prime non è un’attività priva di rischi, poiché i loro prezzi possono essere influenzati da vari fattori spesso difficili da prevedere, come il tempo o i disastri naturali. Esistono tre tipi principali di derivati ​​nel mercato delle materie prime:

  1. contratti stipulati tra due o più parti che concordano sul valore dell'asset sottostante

  2. futures

  3. opzioni e prodotti over-the-counter.

Come le azioni e le obbligazioni, le materie prime sono negoziate in mercati aperti. Negli Stati Uniti, gran parte del trading viene effettuato sul Chicago Board of Trade o sul New York Mercantile Exchange, sebbene alcune negoziazioni vengano effettuate anche sui mercati azionari.

Questi mercati stabiliscono standard commerciali e unità di misura per le merci, facilitando la loro commercializzazione. I contratti del mais, ad esempio, riguardano 5.000 staia di grano e il prezzo è fissato in centesimi per staio.

Le materie prime sono spesso definite futures perché le negoziazioni non vengono effettuate per la consegna immediata ma per un momento successivo, di solito perché ci vuole tempo perché un prodotto venga coltivato e raccolto o estratto e raffinato. I futures sul mais, ad esempio, hanno quattro date di consegna: marzo, maggio, luglio, settembre o dicembre.

Negli esempi dei libri di testo, i prodotti sono generalmente venduti per il loro costo di produzione marginale, sebbene nel mondo reale il prezzo possa essere più alto a causa delle tariffe e di altre barriere commerciali.

Il vantaggio di questo tipo di trading è che permette ai produttori di ricevere i loro pagamenti in anticipo, ottenendo capitale liquido da investire nelle loro attività, realizzare un profitto, ridurre il debito o espandere la produzione. Anche agli acquirenti piacciono i futures, perché possono trarre vantaggio dai cali di mercato per aumentare gli importi che detengono. Come le azioni, anche i mercati delle materie prime sono vulnerabili all'instabilità del mercato.

I prezzi delle materie prime non riguardano solo acquirenti e venditori, ma anche i consumatori. Ad esempio, un aumento del prezzo del petrolio greggio può causare un aumento dei prezzi della benzina, il che a sua volta rende più costoso il costo del trasporto delle merci.

Quale commodity scegliere?

Oggi sempre più broker, come eToro, offrono ai propri clienti la possibilità di fare trading di materie prime, in quanto sono tra i prodotti più scambiati al mondo, grazie alla recente industrializzazione di paesi dipendenti dalle materie prime, come la Cina e l'India. Anche le materie prime svolgono un ruolo importante come beni rifugio, in particolare i metalli preziosi come l'oro.

materie prime etoroTra le materie prime sopra descritte, la maggior parte dei broker ti consentirà di negoziare metalli preziosi, energia e prodotti agricoli.

L'oro, l'argento e il petrolio hanno il volume di scambi più elevato, poiché sono le materie prime più comuni scambiate dai trader di commodities. Inizia a fare trading di materie prime con eToro.

Scegliere un broker per le commodities

Il primo lavoro è scegliere un broker per il trading di commodities. Quasi tutti i broker offrono la possibilità di fare trading online di materie prime, ma ce ne sono alcuni specializzati in questa particolare fascia di mercati finanziari.

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 67,7% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

Come fare trading sulle materie prime?

La forma di investimento tramite Futures, è la pratica più utilizzata per questi elementi. Puoi investire in una commodity online tramite IQ Option da qui.

  • Troviamo la presenza di un mercato futuro, quando le parti che costituiscono la transazione finanziaria effettuano una trattativa, in cui il consumo avverrà nel futuro, ma rispettando un prezzo concordato in quella data.

  • Troviamo anche il mercato spot, in cui le operazioni vengono effettuate e pagate in giornata o al massimo entro 72 ore, ad un prezzo spot cash, questo in contrasto con la transazione inizialmente effettuata.

Quali sono i diversi modi per investire in commodities?

A seconda della particolare merce, i trader hanno diversi modi per ottenere guadagni dalle materie prime:

Consegna fisica

Gli investitori possono acquistare fisicamente materie prime e immagazzinarle. Per i prodotti che deperiscono (ad esempio, mais, grano e soia) o che richiedono una manipolazione speciale (gas naturale o uranio), questo metodo non è pratico.

Tuttavia, alcune materie prime come i metalli preziosi si prestano all'acquisto fisico.

I lingotti fisici o le monete sono il modo più diretto per investire in metalli preziosi. Investire in lingotti d'oro richiede un deposito sicuro. Alcuni metalli preziosi come l'argento hanno un rapporto valore / peso così basso che conservarli può essere troppo costoso e poco pratico.

Futures 

I futures sono un prodotto derivato che consente ai trader di ottenere un'esposizione ai prezzi delle materie prime senza prendere possesso fisico del bene. Con questi contratti, i trader accettano di acquistare una certa quantità di una merce in una data futura (la data di scadenza).

Il trader paga il contratto al momento dell'acquisto. Se i prezzi salgono tra la data di acquisto e la data di scadenza, il trader ne trarrà vantaggio, mentre se i prezzi scendono, il trader perderà denaro.

La maggior parte dei mercati dei futures offre una generosa leva ai trader. Di conseguenza, i trader devono inserire solo una piccola frazione del valore del contratto al momento dell'acquisto. Questo può produrre grandi profitti se il prezzo della merce sale. Tuttavia, se il prezzo scende, il trader deve mettere un margine aggiuntivo per coprire il rischio dell'investimento.

Investire in futures richiede un alto livello di sofisticazione, poiché fattori come i costi di stoccaggio e i tassi di interesse influenzano i prezzi.

ETF su materie prime

Gli ETF sono strumenti finanziari che vengono negoziati allo stesso modo delle azioni in borsa. Alcuni ETF investono in futures su materie prime, mentre altri ETF investono in azioni di società che producono quella particolare materia prima. Altri ancora investono in prodotti fisici come i lingotti.

etf materie prime petrolioMentre gli ETF possono sembrare la migliore opzione per investire in materie prime, i trader dovrebbero essere consapevoli dei loro rischi e dei loro costi. In ogni caso eToro offre interessanti opportunità per investire in ETF di materie prime. (Scoprilo qui)

Gli ETF che investono in materie prime fisiche o futures hanno gli stessi rischi e benefici degli investimenti individuali in questi prodotti (vedi sopra). Ad esempio, un ETF che investe in lingotti d'oro sosterrebbe gli stessi costi di stoccaggio e di sicurezza dei singoli trader. In definitiva, questi costi vengono trasferiti al trader dell'ETF.

Per quanto riguarda gli ETF che investono in azioni di società che producono materie prime, hanno gli stessi rischi e benefici dell'investimento in azioni individuali (vedi sotto).

Azioni di materie prime

Le azioni delle materie prime possono essere un modo efficace per fare una scommessa con leva sui prezzi delle materie prime. I produttori di materie prime spesso devono sostenere grandi costi di capitale iniziale per sviluppare, esplorare e produrre risorse. Più avanti nel loro sviluppo, hanno per lo più costi fissi come stipendi, affitto e servizio del debito.

Tuttavia, i produttori di commodities hanno sempre redditi variabili che dipendono dal prezzo delle materie prime che vendono. In teoria, quindi, investire in società di materie prime è un modo per fare una scommessa a leva sul prezzo di una particolare merce. Con l'aumento del prezzo della merce, un maggiore reddito dovrebbe confluire nella linea di fondo sotto forma di profitti.

Leggi il nostro articolo su come negoziare le azioni online

Tuttavia, molti altri fattori, oltre ai prezzi delle materie prime, possono influenzare l'andamento dei prezzi delle azioni delle società di materie prime:

  • Costi di produzione: per esempio, un aumento o una diminuzione del costo dei salari o delle attrezzature influisce sui profitti.

  • Concorrenza: la forza dei concorrenti può influire sulla redditività dei produttori di materie prime.

  • Tassi d'interesse: le variazioni dei tassi d'interesse possono influire sul costo del servizio del debito. Questo fattore è particolarmente importante per le società minerarie, energetiche e di servizi pubblici con enormi costi di finanziamento delle infrastrutture.

  • Economie locali: la relativa forza dell'economia in cui un'azienda vende i suoi prodotti può influire sui suoi profitti.

  • Contrazione o espansione multipla: il mercato assegna alle aziende multipli di prezzo/profitto in base alle prospettive future percepite. Le variazioni di questi multipli possono causare fluttuazioni dei prezzi delle azioni.

Contratti per differenza

I contratti per differenza (CFD) sono un altro strumento derivato che può essere utilizzato per investire nei mercati delle materie prime.

Un CFD è fondamentalmente un contratto tra un trader e una società di brokeraggio. Alla fine del contratto, le due parti si scambiano la differenza tra il prezzo del bene al momento della conclusione del contratto e il suo prezzo alla fine del contratto.

Molti broker di CFD regolamentati offrono CFD sia sulle materie prime che sulle azioni dei produttori di materie prime. I clienti depositano i fondi presso il broker, che servono come margine.

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 67,7% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

Uno dei principali vantaggi dei CFD è che i trader possono essere esposti ai prezzi delle materie prime senza dover acquistare azioni, ETF o futures.

I broker di CFD offrono una leva generosa ai trader su molti strumenti.

Come per i futures, la leva finanziaria funziona in entrambi i sensi. Può migliorare i rendimenti o costringere i trader a fissare periodicamente un margine aggiuntivo per tenere le posizioni.

Trading sulle materie prime in pratica

Come per le azioni e le obbligazioni, gli speculatori dei mercati delle materie prime cercano di acquistare un'attività a un prezzo basso e di venderla a un prezzo più alto. È possibile negoziare le materie prime aprendo qui un conto demo con Libertex.

Tuttavia, il trading di materie prime si differenzia dal trading di azioni e obbligazioni in tre importanti modi:

  • Leva: i mercati dei futures, che sono i prodotti di trading commodities più liquidi, offrono ai trader una leva finanziaria molto maggiore rispetto ai mercati azionari e obbligazionari. Una maggiore leva finanziaria può portare a maggiori profitti così come a maggiori perdite.

  • Volatilità: le materie prime possono essere molto più volatili delle azioni e delle obbligazioni. Molti dei fattori che influenzano l'offerta e la domanda di materie prime possono essere molto difficili da prevedere (ad esempio, il tempo, i disordini politici, gli scioperi dei lavoratori, le infestazioni dei raccolti, ecc.) Quando questi fattori cambiano, i mercati delle materie prime possono produrre aggiustamenti improvvisi e bruschi dei prezzi.

  • Fondamentali: I mercati azionari e obbligazionari hanno punti di dati fondamentali che guidano l'azione dei prezzi. I rapporti prezzo/utile, i tassi d'interesse, i rating di credito e i rapporti debito/patrimonio netto sono alcune delle metriche finanziarie che gli operatori finanziari utilizzano per determinare il prezzo delle azioni e delle obbligazioni. Le materie prime, invece, hanno poche se non nessuna di queste metriche affidabili. L'azione sui prezzi è spesso guidata dal sentimento del mercato a breve, medio o lungo termine. Di conseguenza, l'analisi dei mercati delle materie prime è molto più difficile.

Leggi la nostra spiegazione di cosa rappresenta la leva e cosa sono i CFD

Date queste sfide, si potrebbe concludere che il trading di materie prime non è diverso dalle scommesse alla roulette in un casinò! Tuttavia, con il giusto approccio, gli investimenti in materie prime possono rappresentare un'aggiunta redditizia a un portafoglio di investimenti.

I trader dovrebbero iniziare a comprendere l'importanza di questi quattro punti:

  • Educazione

  • Dimensionamento della posizione

  • Gestione del rischio

  • Diversificazione

Educazione

Il fatto che le materie prime non abbiano punti di dati fondamentali evidenti è un ostacolo, ma è anche un'opportunità.

Ricercare le tendenze e sviluppare una comprensione dei fattori che guidano i mercati delle materie prime richiede tempo e una grande capacità di ricerca. A differenza di azioni e obbligazioni, le informazioni necessarie per prendere decisioni di investimento sono spesso sparse in molti luoghi.

I trader di materie prime di successo sono lettori accaniti e approfittano delle informazioni che si trovano in articoli accademici, siti web governativi, pubblicazioni commerciali, l'Almanacco del contadino, software per la creazione di grafici e altre fonti rilevanti per il loro mercato. Approfittate della formazione gratuita di 24Option

Dimensionamento della posizione

Molti trader sono attratti dai mercati delle materie prime per l'ampia leva che offrono. Tuttavia, l'eccessiva leva finanziaria è la ragione principale per cui oltre il 98% dei nuovi trader di materie prime perde denaro.

I trader dovrebbero esaminare i grafici a lungo termine per valutare le fasce storiche dei prezzi di ogni merce. Dovrebbero poi utilizzare questi grafici come guida per calcolare gli scenari peggiori. In definitiva, dovrebbero inserire posizioni in dimensioni sufficientemente piccole da poter effettuare aggiustamenti di margine se le posizioni si muovono a loro sfavore.

Gestione del rischio

A volte le idee migliori non vanno come ci aspettavamo. Sfortunatamente, molti trader alle prime armi mantengono le posizioni perse e si aspettano che le posizioni ritornino alla redditività. Questa attenzione all'aumento dei profitti piuttosto che alla limitazione delle perdite è un grave errore che i trader devono imparare ad evitare.

Un modo per evitare questo problema è quello di fermare il trading di materie prime in modo disciplinato. Uno stop è un livello al di sotto del quale un trader esce da una posizione long. L'uso di stop loss nel trading è un modo per garantire che le piccole perdite non si trasformino in grandi perdite.

Diversificazione

L'acquisto di un paniere diversificato di materie prime aiuta a proteggere i trader dalla volatilità di ogni singola merce. Inoltre, aggiunge una diversificazione globale a un portafoglio di azioni e obbligazioni.

Investire in un paniere di materie prime può raggiungere tre obiettivi:

  1. Può fornire protezione contro l'inflazione

  2. Può aggiungere diversificazione ad un portafoglio che è fortemente investito in attività finanziarie.

  3. Può proteggere un trader dalla volatilità dei movimenti delle singole materie prime.

Quali strategie di trading utilizzano i trader di materie prime?

Esistono molte strategie di trading sulle materie prime, e le strategie particolari che un trader sceglie spesso dipendono dal livello di abilità del trader. La maggior parte delle strategie rientrano generalmente in una delle due categorie di cui parleremo a seguire:

  • Analisi fondamentale

  • Analisi tecnica

Analisi fondamentale

Questa strategia realizza operazioni basate sui fattori economici sottostanti che determinano il valore di un'attività. Gli operatori che utilizzano l'analisi fondamentale devono sviluppare una profonda comprensione dei fattori che influenzano il panorama della domanda e dell'offerta di un particolare bene. Domanda e offerta sono forze opposte. Un aumento della domanda ha un impatto positivo sui prezzi, mentre un aumento dell'offerta ha un impatto negativo sui prezzi.

Leggi il nostro articolo sull'analisi fondamentale

Analisi tecnica

Questa strategia utilizza i prezzi storici e i grafici per analizzare le tendenze. I trader di analisi tecnica ritengono che le tendenze storiche dei prezzi siano predittive dei prezzi futuri. Cercano punti di prezzo in passato dove si è verificata una vendita o un acquisto significativo.

Leggi il nostro post sull'analisi tecnica

Poi, una volta che questi livelli di prezzo vengono ripetuti, si effettuano ordini per attivare gli articoli. Gli operatori di analisi puramente tecnica non prestano attenzione ai fattori economici fondamentali nella loro attività.

I trader con poca o nessuna esperienza precedente nei mercati delle materie prime dovrebbero attenersi alle strategie più basilari per la valutazione dei mercati. Nel caso dell'analisi fondamentale, ciò significa prestare attenzione ai punti di cui parleremo nei prossimi paragrafi.

Livelli di produzione

I trader principianti devono essere consapevoli delle tendenze generali di produzione di ciascuna delle materie prime. I modelli del livello di produzione delle colture, l'estrazione dei metalli e la perforazione del petrolio possono fornire indizi sulla direzione dei mercati.

  1. Inventario: come per la produzione, i livelli di inventario possono essere un grande e fondamentale strumento di investimento. L'aumento dei prezzi è spesso accompagnato da una persistente riduzione delle scorte, mentre l'accumulo di scorte porta spesso a un calo dei prezzi.

  2. Dati macroeconomici: I trader principianti dovrebbero monitorare l'andamento del PIL, della disoccupazione e delle vendite al dettaglio per verificare i segnali di forza economica. Dati forti spesso coincidono con l'aumento dei prezzi delle materie prime industriali, mentre dati deboli possono portare a prezzi più bassi.

I trader principianti dovrebbero familiarizzare con i seguenti grafici:

  • Grafici a linee: Questo è il grafico più elementare. Mostra il prezzo della merce sull'asse delle y e la data sull'asse delle x. I trader principianti dovrebbero familiarizzare con i diversi orizzonti temporali, ad esempio ogni ora, ogni giorno e ogni settimana. Ognuno di questi grafici può fornire informazioni sui punti di entrata e sul periodo di tempo per mantenere un'attività finanziaria.

  • Grafici a candela: questi grafici mostrano i prezzi di apertura e di chiusura per ogni periodo in corso di elaborazione dei grafici. La rappresentazione grafica di questi dati viene presentata sotto forma di barre allungate note come candele. I trader di analisi tecnica analizzano la forma delle candele per prevedere i prezzi futuri.

I trader esperti possono iniziare ad incorporare dati più complessi nelle loro strategie di trading.

I principali trader di medio livello potrebbero voler approfondire i mercati finali di alcune materie prime. Ad esempio, la forza o la debolezza dei mercati immobiliari commerciali nelle grandi aree metropolitane può fornire indizi sulla domanda di acciaio e di altri metalli industriali.

Analogamente, il Cattle on Feed Report pubblicato dall'USDA mostra l'offerta futura di bovini in arrivo sul mercato e può offrire indizi sui prezzi futuri della carne bovina. Una volta che i trader hanno acquisito familiarità con l'interpretazione e l'importanza di questi dati, possono utilizzarli per prendere decisioni di trading.

I trader di analisi tecnica di medio livello possono iniziare a incorporare strumenti grafici più sofisticati nelle loro decisioni di trading:

  • Tendenze al rialzo: Una serie di alti e bassi nei grafici indica un andamento rialzista.

  • Tendenze al ribasso: Una serie di alti e bassi sui grafici indica una tendenza al ribasso.

In questo articolo spieghiamo alcuni indicatori utili

Gli operatori possono utilizzare il software di grafici per tracciare linee di tendenza sui grafici e identificare questi modelli.

Un'altra strategia che i trader tecnici di medio livello potrebbero utilizzare è quella di confrontare i grafici dei diversi asset.

Suggerimento: il petrolio e le scorte godono di una correlazione storica dei prezzi molto elevata.

Se uno di questi mercati sta registrando una serie di massimi, i trader potrebbero aspettarsi che l'altro mercato faccia lo stesso.

I trader esperti utilizzano le strategie di trading più sofisticate. Per i trader fondamentali, questi includono i seguenti:

  1. Analisi del ciclo Toro e Orso: Identificare le tendenze secolari a lungo termine nei mercati può produrre i maggiori guadagni da qualsiasi strategia di trading. I trader esperti analizzano i prezzi delle diverse materie prime in confronto ai loro prezzi medi a lungo termine. Le differenze tra questi due valori spesso lasciano presagire l'inizio di mercati rialzisti o ribassisti a lungo termine.

  2. Ampia valutazione della politica: Le azioni delle banche centrali possono far presagire movimenti dei prezzi delle materie prime. Ad esempio, un periodo di allentamento prolungato da parte delle principali banche centrali porta spesso ad un aumento dei prezzi delle materie prime, mentre una serie di aumenti dei tassi d'interesse porta spesso a mercati ribassisti.

  3. Analisi delle principali materie prime: l'azione dei prezzi delle principali materie prime, come il petrolio e l'oro, spesso precede il movimento delle materie prime di qualità inferiore. Ad esempio, una prolungata tendenza al rialzo dei prezzi del petrolio potrebbe essere un buon motivo per investire in altri combustibili fossili come il gas naturale.

  4. Produzione: trader sofisticati esaminano la produzione dei principali produttori alla ricerca di indizi sui cicli economici. Ad esempio, le società minerarie possono chiudere le miniere e ridurre la produzione quando i prezzi dei metalli sono bassi. Tuttavia, queste azioni spesso indicano che si sta formando un fondo di mercato. Utilizzare la produzione dei principali produttori come controindicatore può essere una strategia commerciale redditizia.

  5. Kondratiev Waves: Questa tecnica fa previsioni a lungo termine dei prezzi delle materie prime in base ai cicli economici.

Anche gli operatori esperti in analisi tecniche si affidano a strategie più sofisticate:

  1. Medie mobili: questa strategia prende il prezzo medio di chiusura per un certo numero di periodi e poi traccia il grafico di queste informazioni come una linea sul grafico dei prezzi. Quando i prezzi delle materie prime vengono scambiati attraverso livelli medi mobili, possono indicare la direzione dei prezzi futuri.

  2. Breakouts: i trader tracciano i livelli di resistenza e di supporto su grafici basati su livelli storici. Le violazioni dei livelli di resistenza di solito indicano un aumento dei prezzi, mentre le violazioni dei livelli di supporto di solito indicano prezzi più bassi.

  3. Analisi di Fibonacci: l'analisi di Fibonacci prevede livelli in calo dei prezzi delle materie prime. I trader utilizzano questi livelli, che derivano da sequenze numeriche, per prevedere la ripresa delle tendenze al rialzo o al ribasso dei prezzi delle materie prime.

  4. Commodity Channel Index (CCI): Questo potente indicatore tecnico genera segnali di acquisto e vendita di materie prime in base al loro stato di ipercomprato o ipervenduto. L'indicatore è progettato per beneficiare dei cambiamenti nell'andamento dei prezzi.

Anche se molti trader si considerano trader fondamentali o tecnici, questa distinzione non deve essere mantenuta in tutti i casi. I top trader incorporano elementi di entrambe le forme di analisi nel loro trading.

Ad esempio, un trader può vedere diminuire la produzione di oro. Allo stesso tempo, il trader nota che l'ITC indica che l'oro è ipervenduto. La confluenza di questi due indicatori può essere un segnale perfetto per comprare l'oro. Imparate ad usare la CCI con un conto demo 24Option.

È chiaro che, anche se su questo argomento sono necessarie un po' più di informazioni, noi di tradingonline.it siamo felici di condividere queste informazioni con i lettori per unire gli sforzi e poter nutrire le conoscenze relative a questi strumenti su larga scala.

FAQ

Cosa sono le commodities?

Le commodities sono beni di consumo di base o materie prime.

Quali sono le principali commodities?

Materiali preziosi come l'oro o l'argento, oppure energia come il petrolio e il gas naturale.

Come posso fare trading con le commodities?

Potete farlo aprendo un conto presso un broker come eToro (Potete cliccare qui)

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro