Come investire in diamanti. I migliori strumenti sul mercato

November 16th, 2022

Investire in diamanti è diventato un modo popolare per aggiungere valore al proprio portafoglio. I diamanti sono materie prime uniche, con molte caratteristiche che li rendono interessanti per gli investitori. I diamanti sono infatti durevoli e hanno un'ampia gamma di usi industriali. Sono semplici da trasportare e facili da conservare, il che li rende ideali per gli investitori che vogliono diversificare le loro partecipazioni, senza costi di stoccaggio. L’instabilità che caratterizza i mercati ha da sempre spinto gli investitori a valutare investimenti in beni durevoli e di rifugio. Per questo alcuni valutano di investire in diamanti.

Al pari di oro e argento, i diamanti subiscono in modo positivo le conseguenze di una crisi finanziaria, che si abbatte in modo infausto su tutti gli altri mercati. Di fatto, ogni volta che l’economia mondiale subisce delle importanti battute d’arresto le materie prime fisiche preziose aumentano notevolmente il loro valore, spingendo gli investitori ad incrementare le operazioni in questo segmento di mercato. È un fenomeno conosciuto da tutti gli investitori, professionisti e non, che spostano i loro capitali dai mercati meno redditizi a quelli che riguardano le materie prime fisiche, sfruttando a proprio vantaggio l’aumento del valore e delle quotazioni.

Leggi come investire in materie prime.

Insomma, quando si parla di diamanti nulla è scontato: se anche i colossi bancari possono gonfiare i prezzi dei diamanti a sfavore dei loro clienti, allora c’è poco da stare sereni.

I diamanti sono un investimento conveniente?

Investire sui diamanti è un modo per conservare i propri risparmi ma è anche un investimento sicuro? Tuttavia, tenendo conto dell’importanza della diversificazione del portafoglio, occorre ricordare che anche se s’investe in diamanti, solo una parte del capitale deve essere destinato a quest’attività, mentre la restante parte deve essere impegnata in modo diverso. Quello della diversificazione degli investimenti è una delle massime sulle quali si fondano le strategie di mercato ed è l’unico modo che garantisce una reale riduzione del rischio.

Investire in diamanti è un’intuizione conveniente dal momento che si tratta di materie fisiche che possono essere acquistate in diversi modi, anche online. Inoltre, chi opta per questa forma d’investimento sceglie di non impegnare il proprio capitale in azioni, obbligazioni o fondi d’investimento, ma di comprare direttamente la materia prima.

I diamanti rientrano nella categoria dei beni di rifugio, ovvero quei beni che notoriamente riescono a garantire sicurezza agli investitori anche nei periodi di grande crisi economica. Impegnando il proprio denaro con l’acquisto di diamanti o qualsiasi altro bene di rifugio, ogni investitore sente di aver messo i propri risparmi al sicuro.

La storia dei mercati finanziari ci insegna che dopo ogni periodo di grande crisi economica si registra un incremento consistente del numero di persone che decidono di investire, ovvero mettere al sicuro, i propri risparmi acquistando uno o più beni di rifugio.

Potrebbe interessarti anche: Speculare in borsa con poco.

Puntare sui beni di rifugio è un investimento a medio-lungo termine che risulta conveniente se l’investitore ha come obbiettivo quello di tenere bloccati i propri risparmi per un lasso di tempo che può andare da pochi mesi a diversi anni. Affinché investire sui diamanti possa rivelarsi un’operazione finanziaria conveniente, è necessario che i diamanti in questione siano certificati, al fine di evitare sonore fregature.

Come fare trading sui diamanti

Per coloro che, invece, preferiscono ottenere i profitti derivanti da un investimento in tempi più brevi, allora si consiglia di investire sui CFD di diamanti. In tal caso non si diventa proprietari di una pietra preziosa, ma si specula sulle variazioni di prezzo che interessano questo bene durevole.

Questo tipo di investimento presenta alcuni vantaggi, tra cui l'opportunità di investire e rivendere CFD facilmente e rapidamente e non essere legati alle truffe che possono essere legate alla valutazione delle pietre.

Tuttavia, non esistono CFD diretti sui diamanti, così come possiamo trovarne invece per altre materie prime preziose come l'oro o il platino. Bensì, è possibile investire in CFD relativi a società che trattano questo prezioso prodotto, occupandosi dell'estrazione, della lavorazione del grezzo e della rivendita a terzi.

A tale proposito è doveroso specificare quanto sia importante scegliere una società di brokeraggio affidabile, che sia riconosciuta dagli organi competenti come la Consob. Se vuoi fare trading online sui diamanti e stai cercando un broker affidabile, iscriviti ad eToro

Una delle più famose società legata al mondo dei diamanti è FANG, di cui riportiamo uno screenshot ripreso dalla piattaforma di trading di eToro.

Vantaggi e svantaggi

Gli investimenti sui beni di rifugio sono spesso la conseguenza di periodi di grande instabilità dei mercati e della situazione politica di una paese o addirittura mondiale. Quando si sceglie questa forma d’investimento è opportuno ricordare una regola fondamentale che riguarda la diversificazione del portafoglio.

In sostanza, va bene investire sui beni di rifugio purché si opti per più di un bene e possibilmente appartenenti a settori di mercato completamente diversi (es. immobiliare, materie prime, metalli preziosi, etc.)

Perché scegliere di investire sui diamanti? Esistono diversi punti di forza che potrebbero invogliare un investitore a puntare sui diamanti, ma non mancano gli aspetti negativi che caratterizzano questa forma d’investimento. Vediamo insieme vantaggi e svantaggi a cui va incontro chi impegna i propri soldi sui diamanti.

Vantaggi

Sin dagli albori della civiltà i metalli e le pietre preziose hanno rappresentato un bene di valore interscambiabile. Il diamante risulta essere ancora oggi un bene di rifugio che, insieme all’oro, è riconosciuto con lo stesso prezzo a livello internazionale. La capacità del diamante di trasferire valore è senza dubbio uno dei punti di forza di questo bene durevole.

  • Il diamante è una pietra preziosa e, in quanto tale, oltre ad essere un bene di rifugio è anche un bene non soggetto a deterioramento. Il concetto di durevole per il diamante riguarda tanto l’aspetto fisico della pietra, quando l’aspetto finanziario, dal momento che si tratta di un investimento che, per produrre profitti, deve essere impostato sul medio-lungo termine.

  • Un altro dei vantaggi a cui si va incontro quando si decide di investire sui diamanti riguarda l’assoluta mancanza di influenza dei governi e delle decisioni politiche sul valore di questo bene. Questo aspetto rende i diamanti particolarmente convenienti soprattutto nei periodi di forte instabilità dell’economia internazionale.

  • Il valore estetico di un diamante è indiscusso e ciò lo rende l’unico bene – insieme alle opere d’arte – che oltre ad avere una finalità di utilizzo pratica ha anche una finalità d’investimento.

  • I diamanti non subiscono l’effetto dell’inflazione, ciò vuol dire che non possono andare incontro a crolli di valuta. Questo è uno degli aspetti più convenienti che interessa i diamanti, ma soprattutto è uno degli elementi che distingue la pietra preziosa dalle materie di valore come oro e argento.

  • Acquistare diamanti significa entrare in possesso di un bene sicuro che può essere tutelato mediante la stipulazione di contratti di assicurazione pensati ad hoc. In questo modo, il proprietario dei diamanti può decidere se tenere le pietre preziose presso la propria abitazione o depositarle in una cassetta di sicurezza in banca.

  • I diamanti non hanno alcun costo di mantenimento, dal momento che non sono beni deperibili e si tratta di pietre dure che non necessitano di alcun intervento di manutenzione. Chi investe in diamanti non è tracciabile, perché questo bene di rifugio non è inserito in alcun registro (come accade per i beni immobili e per la maggior parte dei beni mobili), garantendo al 100% l’anonimato dell’acquirente.

  • Infine, uno dei vantaggi derivanti dall’acquisto di diamanti riguarda l’assenza di imposte sulle plusvalenze generate.

Svantaggi

I diamanti sono uno degli investimenti più convenienti, tuttavia si tratta di un’operazione finanziaria che non è esente da rischi. Sono quattro i riscontri controproducenti a cui si può andare incontro quando si acquistano i diamanti come forma d’investimento. Li elenchiamo di seguito:

  • Per conoscere il valore di un diamante è necessario consultare il listino Rapaport, si tratta di un listino prezzi utilizzato da tutti i grossisti e che serve ad individuare le variazioni delle quotazioni. Il listino viene emesso ogni venerdì ed è utile ad individuare il prezzo di partenza che determina il valore finale dei diamanti a livello internazionale. Il prezzo del diamante viene determinato in base ad una serie di parametri che riguardano il peso, la forma, il colore e la purezza. L’aspetto negativo di tutto ciò risiede nel fatto che il prezzo dei diamanti viene determinato sempre in base agli andamenti delle quote di mercato e tenendo conto del rapporto tra domanda e offerta. Tutto ciò rende il valore economico di un diamante di difficile interpretazione.

  • È facile comprare un diamante, ma è difficile venderlo. È vero che diventando proprietari di un diamante, ovvero di un bene di rifugio, si stanno mettendo al sicuro i propri risparmi ma non è affatto facile rientrare in possesso della liquidità che si cela dietro alla pietra preziosa. In sostanza, quando si prova a vendere un prezioso occorre rivolgersi ai rivenditori (che tendono sempre ad abbassare la valutazione del diamante, per poter avere un margine di guadagno più ampio) oppure alle case d’asta che attirano l’attenzione di facoltosi collezionisti di diamanti.

  • È necessario avere una conoscenza approfondita delle pietre preziose per non essere raggirati. Il diamante è una pietra che può avere valutazioni molto diverse da pezzo a pezzo. La scelta di un diamante è difficile, non è come per l’oro o l’argento, perché ogni pietra va valutata singolarmente in base a molteplici fattori.

  • Il rischio di essere raggirati quando si investe in diamanti è piuttosto alto, soprattutto per coloro che non sono in grado di effettuare una valutazione delle pietre preziose. Quando si acquistano diamanti, infatti, si può andare incontro a diversi rischi che comprendono i falsi e le imitazioni, ma anche i diamanti sintetici venduti come naturali o quelli accompagnati da false autocertificazioni.

Perché investire in diamanti?

I diamanti sono uno dei minerali più versatili del pianeta. Vengono utilizzati per diverse attività, dai gioielli agli abrasivi industriali.

Ecco alcuni degli usi più comuni dei diamanti:

-Gioielleria: I diamanti sono stati utilizzati nella gioielleria per secoli. La loro estrema durezza significa che possono sopportare una grande quantità di usura, rendendoli ideali per anelli, orecchini e altri pezzi molto utilizzati.

-Abrasivi industriali: sono utilizzati in una serie di applicazioni industriali in cui è necessario un abrasivo duro. Spesso vengono scelti per tagliare e lucidare altri materiali, come il vetro e il metallo.

-Edilizia: sono talvolta utilizzati nell'edilizia, in particolare nelle applicazioni in cui è necessario un materiale molto solido. Ad esempio, le lame da taglio con punta di diamante sono spesso scelte per tagliare il cemento o la pietra.

I diamanti sono stati a lungo ammirati per la loro straordinaria bellezza e durata. Sebbene siano più comunemente utilizzati nella gioielleria, i diamanti hanno anche una serie di usi industriali come gli strumenti di taglio e di perforazione industriali, dove le punte di diamante possono tagliare anche i materiali più duri; nella produzione di elettronica high-tech, nonché in apparecchiature ottiche specializzate come telescopi e laser.

Inoltre, i diamanti sono adoperati negli occhiali e in altri dispositivi ottici, grazie alla loro capacità unica di rifrangere la luce. Nella gioielleria, gli strumenti di incisione con punta di diamante consentono di realizzare disegni intricati sui metalli preziosi. Su scala più ampia, sono impiegati anche per lucidare e levigare vari materiali in settori che vanno dall'edilizia alla produzione automobilistica. Infine svolgono un ruolo importante nella ricerca scientifica, agendo come piccole sonde che possono misurare temperature e pressioni negli esperimenti.

In definitiva, questi utilizzi diversificati rendono i diamanti un bene prezioso, al di là del loro valore estetico.

Lo scenario del mercato dei diamanti

Nel 2021 i settori dell'estrazione, del taglio e della lucidatura dei diamanti e della vendita al dettaglio di gioielli con diamanti hanno tutti registrato un aumento dei ricavi. I ricavi dell'estrazione sono aumentati del 62%, quelli del taglio e della lucidatura del 55%, mentre le vendite al dettaglio di gioielli sono cresciute del 29%.

L'aumento dei prezzi è il risultato dell'esaurimento delle scorte per la gioielleria e della conseguente elevata domanda di pietre preziose. Dopo aver interrotto la produzione nel 2020 a causa del Covid, i tagliatori e i lucidatori indiani hanno ripreso a lavorare nel 2021 e hanno iniziato ad acquistare diamanti grezzi. Le ragioni di questa forte ripresa della domanda sono da ricercare nella solida base finanziaria dei gioiellieri, nella soddisfazione dei desideri dei consumatori e nella vendita di piccoli diamanti di qualità, che in precedenza erano stati sottoperformati.

Secondo ReportLinker il mercato minerario dei diamanti dei diamanti crescerà fino a 661,23 miliardi di dollari nel 2026 a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 4,6%.

Quali sono infine i Paesi maggiormente attivi nella produzione di miniere di diamanti industriali nel 2021?

I diamanti si trovano in una varietà di luoghi in tutto il mondo. Circa la metà delle miniere di diamanti del mondo si trova in Africa. Anche la Russia è un importante produttore di diamanti insieme ad Australia e Canada

Fonte: Statista

Quali sono gli strumenti per investire in diamanti?

Oggi esistono diversi modi per investire in diamanti.

  • Diamanti fisici. Un'opzione è quella di acquistare diamanti fisici, che possono essere conservati in una cassetta di sicurezza.

  • Azioni aziende minerarie. Un'altra opzione è quella di investire in società di estrazione di diamanti, che offrono un'esposizione al mercato senza la necessità di conservare i diamanti fisici.

  • Future e CFD. Infine, gli investitori possono anche acquistare contratti futures o cfd che consentono di speculare sul prezzo futuro di un asset attraverso contratti standardizzati. Questi permettono di investire su un determinato asset utilizzando un effetto "leva" in grado di ampliare l'esposizione al mercato. I CFD o contract for difference offrono l'opportunità ai trader con capitali ridotti di prendere una posizione. Attenzione però a comprendere i meccanismi dello strumento che implica un rischio connesso all'amplificazione dei guadagni e delle perdite.

  • ETF. Fondi comuni di investimento a gestione passiva che permettono un'esposizione al mercato diversificato, replicando ad esempio, un basket di azioni di aziende minerarie.

Qualunque sia l'opzione scelta, investire in diamanti può essere un modo interessante per diversificare il portafoglio e proteggere il patrimonio dall'evoluzione negativa di alcuni asset.

Market Mover del mercato

Il mercato degli investimenti in diamanti dipende da diversi fattori, tra cui:

  • L'offerta e la domanda. La scoperta di nuovi depositi di diamanti significativi può avere un impatto importante sul mercato, mentre la scarsità può far salire i prezzi

  • La rarità. Negli ultimi anni, i diamanti sono diventati più accessibili anche ai piccoli investitori, grazie alla tecnologia che consente la proprietà frazionata di singole pietre.

  • La stabilità economica. La stabilità economica è essenziale per gli investitori, in quanto la spesa per i beni di lusso tende a diminuire nei periodi di incertezza finanziaria.

Broker per investire in diamanti

Al fine di negoziare online e investire nel settore dei diamanti, è necessario selezionare un intermediario che eseguirà le operazioni. Per sceglierlo è necessario comprendere alcuni aspetti importanti di questa dinamica, al fine di trovare il giusto broker:

  • Qual è il capitale operativo di investimento?

  • Con quanta frequenza si desidera fare trading?

  • Che livello di esperienza nel trading si possiede?

  • Sicurezza ed affidabilità

Per questo motivo, abbiamo pensato di selezionare una lista con alcuni broker sul mercato.

Qui sotto, trovate alcune delle migliori piattaforme di trading, regolamentate, sicure e legali, selezionate tra le più conosciute e maggiormente apprezzate.

  • Deposito Min: 1

    Licenza: 275/15

    Compra azioni al prezzo IPO

    Conto di riusparmio al 3%

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 204/13

    Copia i Migliori Trader

    1000 asset negoziabili

    I derivati sono strumenti complessi e implicano un alto livello di rischio

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Spread Stretti

    Formazione Gratuita

    Il 87.41% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 68% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    77% degli investitori retail perdono denaro quando operano con questo broker

Consigli per chi vuole investire in diamanti

Acquistare diamanti o investire con il trading online sui diamanti è un’operazione finanziaria che permette di diversificare il proprio portafoglio. Anche se l’investimento risulta remunerativo sul lungo periodo, è importante conoscere alcuni trucchi e metodi per investire su queste pietre preziose in modo adeguato. Innanzitutto quando si impegnano i propri risparmi acquistando diamanti occorre fissare la parte di capitale che s’intende destinare a questa operazione – nel rispetto del principio della diversificazione degli investimenti.

I diamanti vanno acquistati sulla base del valore fissato dal listino Rapaport, quindi tenendo conto del valore determinato dalla domanda e dell’offerta. In questo caso, Internet viene in nostro soccorso, permettendoci di consultare online il valore dei diamanti bianchi venduti dai rivenditori.

rapaport valutazione diamanti
Come si fa a capire se il prezzo d’acquisto è conveniente oppure no? Il valore dei diamanti è definito dal mercato, per questo motivo le quotazioni subiscono delle oscillazioni in base alle variazioni che interessano la domanda e l’offerta. Inoltre, il prezzo dei diamanti varia in base ad alcuni fattori che riguardano le caratteristiche della pietra (peso, taglio, colore e purezza).

Consultare il listino Rapaport può risultare davvero utile, soprattutto se lo si fa con cadenza settimanale, per capire qual è l’andamento dei prezzi e individuare il momento opportuno in cui effettuare l’acquisto.

Infine, se si vuole essere certi di aver acquistato un diamante puro e di non essere stati raggirati, la pietra preziosa deve essere corredata di certificato di garanzia che viene rilasciato da un laboratorio di gemmologia riconosciuto.

La certificazione viene rilasciata dopo che il diamante è stato sottoposto ad un’attenta analisi che individua i dettagli più nascosti della pietra preziosa. Investire in diamanti non è mai un’operazione conveniente dal punto di vista dell’esborso monetario, per questo motivo è opportuno dubitare di prezzi particolarmente bassi.

Se proprio si desidera risparmiare qualche soldino dall’acquisto di uno o più diamanti si può optare per i rivenditori, che ad oggi sono gli unici ad offrire prezzi competitivi. Altrimenti si potrebbe anche decidere di comprare queste pietre preziose cercando di saltare, laddove è possibile, qualche gradino della catena di distribuzione.

Truffe nel settore dei diamanti

Il timore di cadere in una truffa accomuna tutti gli investitori di diamanti, soprattutto quelli che non hanno una grande competenza in materia di pietre preziose. Le truffe che possono interessare i diamanti riguardano essenzialmente la possibilità di acquistare diamanti falsi credendoli veri, diamanti sintetici credendoli naturali, diamanti di una caratura inferiore rispetto a quanto garantito dal venditore.

Quando ci si affida a rivenditori di grande rilievo come le banche, ci si sente più sicuri. Purtroppo non sempre rivolgersi agli istituti bancari mette l’investitore al riparo da truffe. È di pochi mesi fa la notizia di uno scandalo che ha coinvolto colossi bancari, accusati di aver venduto le pietre preziose ai loro clienti dietro il pagamento di un prezzo superiore rispetto al loro reale valore.

Le società coinvolte sono la Diamond Private Investment e la Intermarket Diamond Business – IDB che si sono avvalse dell’intermediazione di 5 banche (Banco Bpm, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps e Banca Aletti). È chiaro che i principali responsabili sono le due società venditrici di diamanti, una delle quali è fallita sollevando il problema della rivendicazione dei diamanti da investimento acquistati dai clienti e la difficoltà della richiesta di risarcimento o rimborso.

Gli istituti bancari coinvolti, molto probabilmente, riceveranno delle sanzioni pecuniarie perché svolgevano il ruolo di intermediari tra il venditore e gli acquirenti. Se non ci si può fidare neanche di due importati società di diamanti e di cinque istituti di credito di prestigio, come può un comune investitore mettersi al riparo dalle truffe?

Di fatto, lo scandalo dei diamanti ha coinvolto principalmente acquirenti che erano solo alla ricerca di un modo sicuro per conservare i loro risparmi. Parliamo dunque di artisti, pensionati, piccoli e grandi risparmiatori provenienti da ambiti lavorativi distanti dal mondo degli investimenti e dei diamanti.

Come proteggersi dalle truffe sui diamanti

Questo non vuol dire che i diamanti possano essere acquistati solo da chi ne capisce, ma prima di entrare in possesso di una pietra preziosa e di effettuare un acquisto così oneroso è giusto prendersi del tempo per richiedere la valutazione di un esperto.

“Fidarsi e bene, non fidarsi è meglio”, così recita un famoso detto. Perciò, agli investitori di diamanti consigliamo di chiedere sempre la consulenza di un esperto gemmologo esterno alla società dalla quale si acquistano le pietre preziose o da un istituto di intermediazione.

Al netto di questo spiacevole episodio che ha coinvolto centinaia di investitori, investire in diamanti è una buona operazione finanziaria. Se proprio non ci si sente a proprio agio acquistando direttamente la pietra si può sempre optare per il trading online.

Conclusioni

Il diamante è un bene di rifugio e in quanto tale è un modo per proteggere i propri risparmi nei periodi di grande instabilità economica. Acquistare una pietra preziosa, la cui valutazione non è alla portata di tutti, può esporre l’investitore alla possibilità di imbattersi in truffe o fregature di diverso genere.

Nonostante ciò, si consiglia di investire nei diamanti solo una parte del patrimonio che s’intende destinare alle operazioni finanziarie, nel rispetto del principio della diversificazione degli investimenti.

I vantaggi che si celano dietro gli investimenti di diamanti sono molteplici e riguardano il fatto che si tratta di:

  • un bene durevole, ovvero non soggetto a deterioramento

  • un prezioso che garantisce l’anonimato all’investitore (non esiste un registro diamanti – possessori)

  • la plusvalenza generata da un acquisto di diamanti non è soggetta ad imposta.

Come tutti gli investimenti anche quelli che interessano i diamanti hanno degli aspetti negativi che riguardano prevalentemente la difficoltà di rivendere la pietra preziosa, con il rischio di imbattersi in rivenditori poco onesti nella valutazione del prezzo, o l’eventualità di cadere in raggiri. I truffatori potrebbero approfittare dell’inesperienza di un potenziale cliente e commerciare diamanti sintetici spacciandoli per naturali oppure falsificare il certificato che riporta i carati del prezioso.

Per mettersi al riparo dalle truffe, prima di procedere all’acquisto di un diamante, occorre far valutare la pietra da un gemmologo al di sopra delle parti. Si potrebbe decidere di investire in CFD su società legate la mondo dei diamanti, facendo trading online. In questo caso, non si acquisterebbe un vero e proprio diamante ma si andrebbe a speculare sulle variazioni di prezzo delle quotazioni dei CFD. Per poter investire in questo modo occorre iscriversi ad una piattaforma di trading online regolamentata dagli organi competenti.

La maggior parte di questi broker dispongono di un conto demo che permette ai novellini del settore di fare pratica con grafici, funzioni e strategie d’investimento senza rischiare i propri soldi. Solo quando il trader avrà fatto molta pratica potrà esporre il proprio capitale ai rischi del mercato.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro