Cos'è Cardano ADA e come funziona?

Paolo Corvetto
November 10th, 2022

Il settore delle criptovalute è sicuramente uno dei più sviluppati in assoluto. Nel corso degli ultimi anni, soprattutto dal 2018 in poi, il panorama crittografico si è esteso in modo esponenziale, accogliendo nuovi Token e strumenti di ultima generazione. Uno degli asset maggiormente presi in considerazione è Cardano. A tal riguardo, essendo un concreto punto di riferimento, abbiamo deciso di scoprire come e dove comprare Cardano (ADA).

Nonostante siano passati solamente pochi anni, dal lancio del Bitcoin, o da quello dell’Ethereum, è importante considerare che in questo settore, gli ecosistemi di ultima generazione, mirano ad aggiornare specifiche caratteristiche possedute, in maniera ormai molto ridotta e “inefficiente”, dalle Blockchain storiche. Partendo da queste considerazioni, l’intero ecosistema Cardano ha come obiettivo l’offerta, ad un pubblico sempre maggiormente sviluppato, di servizi di gestione, di governo e soprattutto di scambio, senza intaccare sulla sicurezza e sulla stabilità della rete.

All’interno della guida, scopriremo tutte le principali caratteristiche della criptovaluta, partendo dalla sua nascita, fino ad arrivare alle differenti metodologie di scambio online. A tal proposito, uno degli strumenti presentati, per negoziare su Cardano (ADA) solamente sulla base di derivati, riguarderà i cosiddetti contratti per differenza. Di cosa si tratta? Sono davvero metodologie efficienti da poter utilizzare sulle criptovalute? Lo scopriremo.

Cos’è Cardano e su cosa si basa

Partendo dal principio, l’ecosistema Cardano, ossia riguardante l’intera struttura alla base dello strumento crittografico, nasce nel 2015, per mano del visionario ed esperto di criptovalute Charles Hoskinson. Sin dai primi anni, lo strumento ha generato un costante e continuo interesse, che ha permesso a tale realtà di scalare le classifiche delle migliori criptovalute emergenti.

Bisogna considerare, che in un mondo crittografico dominato da grandi realtà, come ad esempio Bitcoin, Litecoin, Ethereum ed altri strumenti storici, gli assets innovativi portano sempre una ventata di curiosità e di attenzione. Cardano, così come moltissime altre piattaforme Blockchain moderne, nasce con l’ambiziosa idea di migliorare ulteriormente la tecnologia alla base delle criptovalute tradizionali.

Proprio come tutte le piattaforme Blockchain esistenti, anche Cardano possiede un proprio strumento, comunemente indicato con “ADA”. Lo stesso permette all’asset di diversificarsi rispetto alla concorrenza ed è ad oggi presente all’interno di tantissime piattaforme di scambio e di negoziazione online.

Come funziona Cardano

Partendo dal funzionamento alla base della tecnologia di Cardano, è importante avviare alcune considerazioni in merito alla sua struttura interna. Come anticipato precedentemente, le innovazioni alla base del progetto, hanno permesso a questo ecosistema di diversificarsi e, allo stesso tempo, di strutturarsi in modo completamente diverso rispetto a strumenti di prima generazione e strumenti di seconda generazione. Entrando maggiormente in profondità della questione, Cardano basa la sua operatività su due singoli e diversi “strati”:

  1. Il primo prende il nome di Settlement Layer (SL) ed è fondamentale per le transazioni all’interno della rete e vitale per lo scambio dello strumento associato ADA.

  2. il secondo, non meno importante, è chiamato Control Layer (CC) è indispensabile per la strutturazione dei cosiddetti Smart Contract, ossia contratti intelligenti.

La presenza di due livelli, contrariamente da come avviene in molti altri sistemi conosciuti, porta dei vantaggi non indifferenti all’interno dell’ecosistema, considerando soprattutto la caratteristica struttura separata dei due Layer. Nonostante i due livelli siano completamente separati, agiscono entrambi per scopi comuni e prefissati dalle richieste specifiche.  In questo modo, proprio in riferimento ai contratti intelligenti, il sistema è sempre in grado di concludere il processo autonomamente, velocemente e soprattutto senza la necessità di utilizzare intermediari all’interno delle transazioni.

La blockchain di Cardano

Arrivati a questo punto, dopo aver visionato la nascita e le principali ambizioni dell’ecosistema Cardano, è ora possibile far riferimento ad alcune specifiche caratteristiche, che da sempre contraddistinguono il funzionamento della piattaforma e dello strumento associato.

Un primo elemento di diversificazione, a differenziare ulteriormente questa realtà da altre strutture esistenti, riguarda la valenza data dal sistema Open-Source (ossia aperto). In questo caso, gli operatori all’interno della rete svolgono un ruolo essenziale, permettendo innanzitutto di mantenere vivo l’ecosistema e, successivamente, di proporre miglioramenti ed aggiornamenti attraverso le cosiddette votazioni. In questo modo si ha sempre la possibilità di migliorare e di far esprimere, nei limiti del possibile, a tutti le proprie idee.

La presenza di una struttura del genere, permette a Cardano di beneficiare del cosiddetto sistema decentralizzato. Lo stesso, fondamentale per tantissimi ecosistemi crittografici, ha permesso di migliorare ulteriormente l’intera rete, portando a compimento passi importanti a favore di maggiore controllo e soprattutto elevato livello di protezione.

Sicurezza nell’ecosistema

Prima di passare all’aspetto della sicurezza, è importante comprendere, in modo preliminare, una delle principali differenze fra Cardano e una moneta crittografica di prima generazione, come ad esempio il Bitcoin. Nonostante rientrino entrambi all’interno dello stesso paniere, bisogna dire che:

  • Bitcoin basa il suo funzionamento sul sistema Proof-of-work, fortemente basato sulla presenza dei cosiddetti “Miners”.

  • Cardano basa il suo funzionamento sul più moderno processo Proof-of-stake, legato alla presenza dei validatori.

Contrariamente da un sistema (POW), quello (POS) dà agli operatori della rete la concreta possibilità di validare una transazione, utilizzando una parte dei loro possedimenti ADA, per poi ottenere dei vantaggi, basati sempre sullo stesso strumento. In questo modo l’ecosistema resta vivo e continua a regolarsi in modo efficiente.

È proprio qui che entra in gioco l’implementazione di Ouroboros, il quale permette di mantenere, nei limiti del possibile, l’intera rete al sicuro, proteggendola da eventuali problemi esterni. Tutte le transazioni e gli scambi presenti all’interno dei processi, sono completamente convalidati attraverso sistemi consolidati, con un elevato livello di trasparenza e di protezione. Tutto ciò permette a due controparti di scambiarsi interazioni in modo sicuro, attraverso un protocollo all’avanguardia sotto tutti i punti di vista.

Archiviazione digitale ADA su Daedalus

Come anticipato precedentemente, Cardano rappresenta solamente l’ecosistema Blockchain, sul quale poggia lo strumento ADA. Una delle particolarità di qualsiasi strumento crittografico, che sia esso ADA, BTC, ETH, LTC o altro, è quella di necessitare di un apposito portafoglio di archiviazione digitale. Molte piattaforme di ultima generazione, così come moltissimi exchange mondiali, mettono a disposizione i cosiddetti Wallet, dotati di particolari sistemi di controllo e di protezione nei riguardi dei propri possedimenti.

Entrando all’interno della piattaforma Cardano, è effettivamente possibile individuare uno specifico portafoglio di archiviazione integrato, che prende il nome di Daedalus. Nonostante moltissimi Wallet, soprattutto nel corso degli ultimi anni, abbiano dato alcuni problemi (in riferimento a blocchi di rete o eventuali vulnerabilità interne), il team Cardano è sempre alla ricerca di aggiornamenti per proteggere, in modo sempre più efficace ed efficiente la sua comunità.

L’importanza della scalabilità

Uno degli Upgrade più importanti, portati dai cosiddetti strumenti di terza generazione, riguarda l’elevato livello di scalabilità. Nonostante il termine sembri complesso, in realtà va semplicemente a rappresentare la velocità di elaborazione, intesa a pieno regime, di una determinata mole di transazioni. A questo punto una delle tante domande che potrebbero pervenire riguarda il perché della necessità per Cardano, o di altri strumenti 3.0, nel voler aumentare la velocità di elaborazione. Per rispondere a questa domanda, è opportuno confrontare la velocità operativa, sempre considerando il pieno regime, fra un ecosistema storico (come ad esempio il Bitcoin) ed uno moderno.

Prendendo come riferimento la struttura del Bitcoin, è importante sapere che la Blockchain sulla quale poggia è composta da una serie di blocchi. Immaginando dei blocchi come una serie di spazi chiusi, quindi con un proprio limite di memoria, è fin da subito intuibile una facile saturazione della stessa a fronte di un numero elevatissimo di transazioni al secondo. Ogni singolo blocco, infatti, può sostenere massimo 7 scambi al secondo. Tutto ciò, al giorno d’oggi, rappresenta sicuramente una delle maggiori problematiche, che realtà come Cardano (ADA) stanno cercando di risolvere, inserendo dei sistemi più snelli, basati su un’archiviazione più efficiente delle informazioni (solamente fra i soggetti interessati).

Perché investire in Cardano

Prima di passare alle conclusioni finali, è importante soffermarsi brevemente sui punti di forza e sui punti di debolezza dell'intero ecosistema. Gli stessi, infatti, sono fondamentali per stabilire se e quando comprare Cardano (ADA). Partendo dai punti a favore, Cardano si è dimostrato:

  • Un ecosistema di ultima generazione, appositamente progettato da un team di esperti, con lo scopo di migliorare l’interno settore degli scambi e della gestione delle transazioni.

  • In possiede un proprio strumento, chiamato ADA, considerato da molti all’interno delle personali strategie.

  • In grado di generare, a pieno regime, un livello di scalabilità superiore rispetto sia ai Bitcoin che agli Ethereum.

  • Una piattaforma ricca di altri servizi trasversali, pur sempre basati sulla fiorente ed avanzata tecnologia Blockchain.

Passando ai contro, che più che altro rappresentano delle criticità dettate dallo stesso progresso tecnologico, è possibile elencare:

  • Presenza di numerosi altri Token e di piattaforme crittografiche pronte ad abbattere i limiti di Cardano, proponendo scalabilità ancora più performanti.

  • L’esistenza di una concorrenza estrema, che in un modo o nell’altro porta gli operatori del mercato, o semplicemente appassionati di criptovalute, a diluirsi all’interno dell’interno mercato.

Come investire in Cardano

Come anticipato precedentemente, l’ecosistema Cardano poggia la sua esistenza su uno degli strumenti crittografici più emergenti di questi ultimi tempi, ossia “ADA”. Tale asset, proprio come il Bitcoin, l’Ethereum o altre monete digitali, possiede un proprio andamento ed un personale grado di volatilità, legato al prezzo.

Contrariamente dai metodi di investimento tradizionali, basati ad esempio sull’acquisto di Cardano attraverso piattaforme Exchange, le nuove metodologie di scambio online, basate su contratti per differenza, hanno completamente rivoluzionato il modo di operare. Attraverso i contratti CFD, infatti, il trader non ha nessuna necessità di dotarsi di uno specifico portafoglio di archiviazione ed ha la possibilità di puntare su due azioni. Ecco un esempio a scopo informativo su Cardano “ADA”:

  • Apertura al rialzo su Cardano tramite CFD (ottenimento di risultati in caso di eventuale aumento dei valori).

  • Apertura al ribasso su Cardano tramite CFD (ottenimento di risultati in caso di eventuale diminuzione dei valori).

La presenza dei contratti per differenza, tuttavia, deve necessariamente essere associata a specifici sistemi di brokeraggio. Una delle prime caratteristiche da verificare, riguarda il possedimento delle licenze e delle dovute regolamentazioni.

Piattaforme per comprare Cardano

Nella seguente tabella presentiamo le principali piattaforme per crypto presenti all’interno del mercato:

  • Deposito Min: 1

    Licenza: 275/15

    Compra azioni al prezzo IPO

    Conto di riusparmio al 3%

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 204/13

    Copia i Migliori Trader

    1000 asset negoziabili

    I derivati sono strumenti complessi e implicano un alto livello di rischio

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Spread Stretti

    Formazione Gratuita

    Il 87.41% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 68% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    77% degli investitori retail perdono denaro quando operano con questo broker

All’interno della tabella è possibile individuare piattaforme leader, come ad esempio eToro , pienamente regolamentate ed in possesso di un database con decine di strumenti crittografici emergenti, come per l'appunto Cardano (ADA).

eToro

Il primo Broker a poter essere presentato è sicuramente eToro. Entrando all’interno della pagina di riferimento, è sin da subito possibile individuare tantissimi strumenti finanziari attraverso la comoda barra di ricerca. Oltre alla presenza di Cardano (ADA), è possibile individuare sia ulteriori assets crittografici, sia altri panieri finanziari fondamentali, quali: materie prime, indici, azioni, cambi in valuta e molto altro. Il deposito minimo di è di 50 euro.

Prova eToro registrandoti da qui.

Conclusioni

L’attuale guida, appositamente scritta per essere un concreto punto di riferimento per traders, esperti di trading, o semplicemente operatori di criptovalute, ha dato la possibilità di comprendere le caratteristiche della criptovaluta, del suo ecosistema e come comprare Cardano (ADA). Alla luce delle informazioni apprese, si è dimostrato essere un ecosistema di ultima generazione, fortemente basato sui concetti di velocità, stabilità, scalabilità e sicurezza ai massimi livelli. La presenza del suo strumento, ossia ADA, oltre a rappresentare un elemento fondamentale all’interno della rete Cardano, è stato associato ai nuovi meccanismi di scambio su CFD.

Fra le migliori piattaforme di negoziazione di criptovalute, una delle migliori menzionata specificatamente nella guida èeToro (link ufficiale).

FAQ

Cos'è Cardano?

Si tratta di un ecosistema crittografico, dotato di un’innovativa tecnologia strutturale, strettamente legato allo strumento ADA.

Quali sono i punti di forza di Cardano?

Fra i punti di forza di Cardano troviamo l’elevata scalabilità, numerosi protocolli di sicurezza ed elevata velocità nei trasferimenti.

Come comprare Cardano?

Oltre agli acquisti fisici di criptovalute (associati alla presenza dei cosiddetti scambiatori online), al giorno d’oggi è possibile scambiare su criptovalute sulla base di strumenti derivati, chiamati contratti per differenza.

Quali sono i migliori Broker CFD che mettono a disposizione Cardano?

I migliori Broker di CFD sono servizi regolamentati, in possesso di un conto Demo gratuito e con tantissimi strumenti analitici. Un tipico esempio è eToro.

Paolo Corvetto

CEO & Founder

È un analista dei mercati. Si occupa di borsa e trading online dal 1995. Ha scritto dei testi dedicati al mondo dei mercati finanziari e delle criptovalute. Ha particolare conoscenza dei mercati valutari e dell'impatto che i market mover oltre oceano possono avere sul dollaro e derivati.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro