Investire 1000 euro: Come farli fruttare?

Marilena
January 21st, 2021

Se desideri investire 1000 euro potresti trovarti di fronte a un dilemma non da poco: quale soluzione scegliere per cercare di far fruttare al massimo questa somma? Le opzioni che si possono prendere in considerazione sono numerose:

Ognuna di queste soluzioni ha pro e contro che è importante valutare con la massima attenzione, anche in base al tipo di strategia che si intende adottare, più o meno aggressiva. 1000 euro sono una cifra non troppo elevata ma che può fruttare molto se investita in modo oculato. Un budget forse minimo rispetto a quello che viene sfruttato dai trader più esperti; eppure, si possono realizzare degli affari vantaggiosi anche con un importo tutto sommato limitato.

investire 1000 euroInsomma, se ci si trova tra le mani un migliaio di euro e non si ha una necessità di liquidità immediata, è utile mettersi a studiare le opportunità più preziose, offerte soprattutto dalla finanza online. Grazie a Internet, per esempio, si ha la possibilità di acquistare e vendere azioni direttamente dal telefono, senza che si sia costretti a recarsi in prima persona in banca.

Chiaramente, si deve partire dal presupposto che partendo da una somma simile non ci si può aspettare di diventare benestanti dall’oggi al domani. È auspicabile, dunque, adottare una visione improntata sul lungo periodo. Se si è interessati a far crescere in misura consistente il proprio capitale, poi, c’è bisogno di una strategia dinamica: il che vuol dire, in buona sostanza, essere pronti anche ad assumere dei rischi.

Potrebbe anche esserti utile la lettura di questa guida: “Investire in criptovalute: tutto quello che c’è da sapere”

La strategia di lungo termine

Per capire quali possono essere i vantaggi di una strategia di lungo termine si può fare un semplice gioco: tornare indietro nel tempo di 10 anni e scegliere varie soluzioni di investimento. Per esempio, se 10 anni fa si fosse deciso di mettere 1000 euro in un conto corrente, oggi ci si ritroverebbe con un rendimento di circa 4 euro, ipotizzando un interesse applicato dalle banche attorno allo 0.40% medio.

Qualora si fosse scelto di investire in metalli preziosi, come per esempio l’oro, oggi si avrebbero in portafoglio poco meno di 800 euro, frutto di una percentuale di crescita di oltre il 79%. Chiaramente, è utile sapere anche quanto avrebbero fruttato gli stessi soldi lasciati sotto il materasso, come si suol dire: ebbene, in questo momento si sarebbe costretti a fare a meno di ben 125 euro.

Ci sono, poi, dei casi limite: per esempio nel corso degli ultimi 10 anni il valore del Bitcoin è cresciuto di 1.734.000%, il che vuol dire che investendo 1000 euro sulla moneta virtuale un decennio fa oggi si avrebbero nel conto in banca 17 milioni e 334mila euro in più.

Per quel che concerne gli strumenti di investimenti tradizionali, invece, si parla di poche decine di euro o addirittura meno:

  • Circa 4 euro per un libretto ordinario del conto postale

  • 18 euro per i buoni fruttiferi postali

  • Quasi 90 euro per un conto deposito.

Qualunque sia l’obiettivo che ci si propone di raggiungere, non bisogna mai dimenticare una delle leggi fondamentali del mercato, e cioè che i rendimenti sono tanto più elevati quanto più è alta l’esposizione al rischio che si è disposti ad accollarsi. Il Bitcoin, per esempio, è un asset che fa della volatilità il proprio tratto peculiare: la sua esplosione ha premiato chi, 10 anni fa, è stato coraggioso.

D’altro canto, per i propri investimenti non ci si deve mai basare più di tanto sui rendimenti precedenti. Non è detto, insomma, che ancora oggi possa avere un senso investire sul Bitcoin 1000 euro.

Leggi anche: “Come comprare Bitcoin”

Serve davvero investire i soldi?

Prima di capire come investire, però, vale la pena di scoprire se investire sia la mossa giusta. E se invece tenere i soldi sotto il materasso – sempre in senso metaforico, sia chiaro – si rivelasse la soluzione da preferire? Per altro, una decisione simile è piuttosto comune, e sono tante le persone che preferiscono tenere fermi i propri risparmi.

Custodire i soldi in casa dà una certa tranquillità, perché permette di affrontare senza problemi eventuali spese impreviste o inattese crisi finanziarie. Tuttavia è chiaro che una decisione di questo tipo è un’arma a doppio taglio: non solo ci si astiene dal compiere investimenti che potrebbero risultare redditizi, ma addirittura si fa perdere valore ai soldi.

La colpa, come si può ben intuire, è dell’inflazione, a causa della quale il denaro viene eroso con il passare del tempo. Se si evita di investire il capitale risparmiato, si può essere certi che esso sia destinato a deprezzarsi. Come abbiamo visto prima, 1000 euro posseduti 10 anni fa e non investiti oggi varrebbero, in termini di potere di acquisto, ben 125 euro in meno.

Ti consigliamo anche di leggere la seguente guida: “Impara a speculare in Borsa riducendo il rischio”

Mettere i soldi in banca

Chi ha in mente di investire potrebbe decidere di contattare la propria banca: una soluzione molto comune, anche perché sinonimo di sicurezza. Fino a qualche tempo fa, bastava versare dei soldi sul conto corrente per poter beneficiare di interessi più o meno consistenti. Adesso, però, la situazione è molto diversa.

In effetti, è di appena lo 0.04% il tasso di interesse medio sui conti correnti. Insomma, se si avesse intenzione di depositare 1000 euro in banca con l’idea di guadagnarci, ci si ritroverebbe con appena 40 cent di interessi. E il guadagno non ci sarebbe, perché comunque un conto corrente presuppone dei costi di gestione, sia per l’imposta di bollo sia per il canone che potrebbe essere eventualmente applicato.

Chi ha in mente di ricercare un profitto, pertanto, dovrebbe individuare un modo diverso per impegnare il proprio denaro. Si può comunque investire in banca, ma non depositando i soldi sul conto corrente: per esempio, comprando dei prodotti finanziari dal profilo di rischio ridotto.

Se non si è esperti del settore, si può approfittare dei suggerimenti offerti da un intermediario finanziario, grazie a cui si possono evitare azioni troppo rischiose e, soprattutto, frodi e raggiri. D’altro canto, è necessario tenere conto anche degli inconvenienti che derivano dalla decisione di affidarsi alle banche.

Il primo riguarda il fatto che in genere un istituto di credito non mette il cliente a conoscenza di tutte le offerte che il mercato propone, ma suggerisce solo i propri prodotti finanziari. Un altro aspetto che non deve essere trascurato ha a che fare con le commissioni, che possono essere anche molto salate a fronte di un investimento ridotto come quello che si può effettuare con 1000 euro.

Scopri quali sono i pro e i contro di investire online con Cariparma Nowbanking

Investire 1000 euro in titoli di Stato

Le banche in molti casi suggeriscono di investire in titoli di Stato e obbligazioni. In questo caso, non si fa altro che prestare il proprio denaro allo Stato (nel caso dei titoli di Stato) o all’azienda (nel caso delle obbligazioni) che hanno emesso il titolo di debito. Quei soldi, poi, verranno restituiti a una specifica scadenza con una cedola, che rappresenta un interesse periodico.

Il principale svantaggio che caratterizza questa soluzione consiste nel fatto che le obbligazioni hanno tassi di interesse piuttosto bassi, che risultano ulteriormente ridotti se si tiene conto che occorre pagare le spese di gestione. Senza dimenticare le imposte, al di là del fatto che per i Buoni del Tesoro Poliennali italiani si applica il 12.5% di tassazione.

In sintesi i titoli di Stato meritano di essere considerati soluzioni di investimento contraddistinte da un livello di sicurezza più elevato rispetto ad altre, anche se con tutta probabilità non rappresentano lo strumento a cui fare riferimento se si è intenzionati a investire 1000 euro.

Approfondisci l’argomento leggendo questo articolo: “Conviene investire in BTP oggi?”

Quale approccio adottare verso i fondi comuni di investimento

Nel novero delle proposte che possono provenire da un istituto di credito c’è anche quella che coinvolge i fondi comuni di investimento. Di che si tratta? I fondi comuni consistono in soluzioni di risparmio a gestione attiva: vuol dire che il denaro dei risparmiatori viene raccolto da una sgr, una società di gestione del risparmio esterna, che poi si impegna ad allocarlo nel modo più efficace in maniera che ne possa derivare un profitto.

Le sgr tengono monitorato l’andamento degli investimenti in modo costante, ed è per questo che si parla di risparmio a gestione attiva. Come è facile immaginare, però, viene richiesta per tale attività una commissione che può essere anche abbastanza elevata.

Leggi anche: “Come investire in borsa partendo da zero”

Investire 1000 euro in buoni postali

Se si ha a disposizione un capitale di 1000 euro, potrebbe anche venire in mente di versarli in posta. Due sono le strade che si possono percorrere: aprire un libretto di risparmio o acquistare buoni fruttiferi postali allo sportello. In tutti e due i casi è bene sapere che non ci si può attendere chissà quali profitti: gli interessi che ne deriveranno saranno piuttosto contenuti.

Si tratta, comunque, di soluzioni garantite e piuttosto sicure. In particolare, i buoni fruttiferi postali si distinguono in tre tipologie differenti:

  • Quelli ordinari a tasso fisso

  • Quelli dedicati ai minori

  • Quelli a 3 anni plus

In tutti e tre i casi viene garantito il rimborso del capitale che è stato investito, con in più un tasso di interesse che varia in base al buono che si sceglie.

Per i buoni fruttiferi ordinari a tasso fisso, si ha a che fare con interessi crescenti anno dopo anno, fino a un massimo di 20 anni, e al ventesimo anno il rendimento annuo lordo può essere pari all’1.5%.

Nel caso dei buoni pensati per i minori, gli interessi maturano fino a quando non viene raggiunta la maggiore età, con una soglia massima del 2% per il rendimento annuo lordo. La loro sottoscrizione può essere effettuata non solo dai genitori del minore, ma anche da altri parenti.

Infine ci sono i buoni fruttiferi postali a 3 anni plus che garantiscono, oltre alla restituzione del capitale, un rendimento certo che è più elevato di quello offerto dai buoni ordinari a tasso fisso. Si tratta di un’opzione sicura e smart, con un rendimento annuo lordo dello 0.4% a scadenza.

Una quarta opzione può essere individuata, poi, nei buoni 3x2, per un investimento fino a sei anni. I rendimenti sono crescenti e fissi, e già dopo tre anni si può chiedere il rimborso vedendosi riconosciuti gli interessi che sono stati maturati fino a quel momento. A scadenza, il rendimento annuo lordo è pari all’1%.

Sempre in posta, si può fare riferimento ai libretti di risparmio postale, che sono garantiti dallo Stato italiano e vengono emessi da Cassa depositi e prestiti. In particolare il Libretto Smart si configura come uno strumento altamente sicuro ma, al tempo stesso, poco redditizio. L’interesse è di circa lo 0.40% lordo, e non ci sono spese di gestione. Volendo, si può gestire tutto dal telefono o comunque online.

Scopri anche come investire i soldi per guadagnare

Investire 1000 euro in oro

L’oro è il bene rifugio per eccellenza, e in quanto tale può essere considerato una forma di investimento molto efficace. Ecco perché si può prendere in considerazione l’idea di un investimento di valore elevato e a basso rischio basato su questo metallo prezioso.

Leggi come investire in oro

I metalli come l’oro nei momenti di crescita dell’economia tendono a mantenere il proprio valore; la loro domanda cresce, invece, nei periodi di crisi. Ciò permette di capire che al giorno d’oggi un investimento in oro si rivela una interessante opportunità. Si può investire comprando:

  • Dei lingotti

  • Delle monete

  • Dei gioielli

Il prezzo del metallo nel corso degli ultimi mesi è aumentato in misura significativa. L’oro fisico può essere conservato in banca, in una cassetta di sicurezza, o a casa, in cassaforte. Ci sono società che permettono di investire in lingotti, i quali possono essere ricevuti a casa o conservati in caveau di proprietà delle società stesse. In ogni caso il miglior modo per investire in oro è attraverso piattaforme come eToro (visita il sito).

materie-prime-CFD-etoroL’oro, comunque, non è il solo bene rifugio a cui si può fare riferimento per un investimento. Tra gli altri metalli, meritano di essere presi in considerazione il rame, i diamanti, il platino e l’argento.

Investire 1000 euro con le piattaforme di crowdfounding

Diverse piattaforme di crowdfounding offrono la possibilità di investire anche cifre ridotte: questa è un’occasione da cogliere al volo se si ha un capitale di mille euro. Quello del crowdfounding, per altro è un ambito in fermento e che si caratterizza per una certa accessibilità: consiste, in sostanza, nella raccolta collettiva di soldi finalizzata a finanziare varie tipologie di attività economiche.

Come funziona? Semplice: i privati prestano dei soldi

  • Ad altri privati

  • A imprese immobiliari (come ad esempio Walliance)

  • A startup

In cambio, ottengono degli interessi rilevanti sul breve e sul medio periodo. Il finanziamento di progetti immobiliari attraverso la raccolta di denaro prende il nome di real estate crowdfunding, che rappresenta uno dei mercati più floridi. Ci sono piattaforme che si basano sul lending crowdfunding, un metodo che può richiamare una sorta di prestito obbligazionario per cui si prevede una restituzione con gli interessi.

In altri casi si ha a che fare con l’equity crowdfunding, un investimento tramite il quale gli investitori diventano veri e propri soci. Re-Lender è una piattaforma di lending crowdfunding che richiede un investimento minimo di 50 euro; lo stesso dicasi per Housers. Concrete, invece, è una realtà di equity crowdfunding, e in questo caso la soglia minima è di 5mila – 10mila euro.

Investire 1000 euro in Borsa

Gli investimenti in Borsa sono un’opzione da valutare se si è esperti del settore della finanza, dal momento che sono in grado di garantire soddisfazioni molto interessanti. Occorre essere consapevoli, però, dei rischi che si corrono, più elevati rispetto a quelli che caratterizzano gli altri investimenti di cui si è parlato fino a questo momento.

Si potrebbe pensare, per esempio, di acquistare ETF: dietro questa sigla si nascondono gli Exchange Traded Fund, vale a dire fondi di investimento che, come i titoli azionari, vengono venduti e comprati sul mercato borsistico. Puoi acquistare ETF con la piattaforma di eToro da qui.

etf-vanguard-etoro_Essi sono conosciuti anche come fondi a gestione passiva, dal momento che non fanno altro che riprodurre l’andamento delle performance di un benchmark, vale a dire un indice di riferimento, con un pacchetto di azioni diversificato. Ecco spiegata la ragione per la quale gli ETF sono consigliati a tutti coloro che vogliono investire mille euro.

Si tratta di investimenti:

  • Abbastanza sicuri sul lungo termine

  • Diversificati

  • Con costi di gestione molto bassi, dato che si muovono sulle oscillazioni degli indici in automatico.

Gli ETF che riproducono l’andamento dell’indice S&P 500, che è quello relativo alle aziende migliori degli Stati Uniti, tende a essere sempre in crescita, in quanto si tiene conto unicamente delle imprese più performanti di quell’indice.

Gli ETF in genere non vengono proposti dalle banche. Per comprarli, invece, si può fare riferimento a eToro o a un altro dei broker che operano su questi strumenti. Si opera online, e quindi anche da casa. Ti segnaliamo a tal proposito i migliori broker con cui tradare:

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    0% di commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 78,77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

Investire 1000 euro in azioni

Una delle soluzioni più intelligenti da valutare per investire qualche centinaio di euro consiste nella compravendita di azioni. Tuttavia, questa esperienza è raccomandata unicamente a chi può vantare un certo livello di esperienza e di competenza in tale ambito, in quanto il livello di rischio è abbastanza alto.

Leggi come comprare azioni Amazon

Cominciare a operare con le azioni in Borsa senza avere le capacità adeguate vuol dire correre il pericolo di mettere a repentaglio tutto il proprio capitale per colpa di un solo investimento errato. Per accedere a questo mercato si può fare affidamento sulle piattaforme di trading online, che rappresentano una soluzione

  • Semplice

  • Comoda

  • Poco dispendiosa a livello economico.

Grazie a queste piattaforme è possibile operare in Borsa, anche con importi contenuti, direttamente da casa o da qualsiasi altro posto ci si trovi, a condizione che si abbia a disposizione una connessione a Internet. La flessibilità è il punto di forza di questa modalità di gestione degli investimenti, che ha il pregio di prevedere delle commissioni meno elevate rispetto a quelle che vengono richieste dalle banche.

etoro-azioniPrima di tutto, però, ci si deve preoccupare di trovare il broker giusto a cui fare riferimento. A questo scopo, conviene navigare sul web e mettersi in cerca delle recensioni e dei commenti lasciati dagli utenti, che aiutano a capire come orientarsi. Il problema è che esistono anche dei broker truffa: ecco perché occorre la massima attenzione per compiere la scelta giusta. Ti consigliamo in tal senso di affidarti sempre a un broker regolamentato e autorevole, come eToro. Scopri subito tutti i vantaggi di questa piattaforma cliccando qui.

Scopri subito quali sono le migliori piattaforme di trading

Investire 1000 euro in criptovalute

Infine, l’ultima opzione che merita di essere presa in considerazione per un investimento di 1000 euro va individuata nelle monete virtuali, consigliate in modo particolare a chi ha intenzione di seguire una strategia piuttosto aggressiva. Le valute digitali, infatti, allo stato attuale rappresentano un’opzione abbastanza rischiosa e, di conseguenza, potenzialmente molto redditizia.

Vedi il prezzo in tempo reale del bitcoin:

Nuove altcoin vengono generate di settimana in settimana, ma nessuno garantisce che non possano svanirne delle altre con la stessa velocità. La domanda e l’offerta condizionano il prezzo dei vari token, e così una criptovaluta può arrivare a perdere in un giorno solo fino al 6 o addirittura l’8%.

Scopri anche come investire in criptovalute

FAQ

Come faccio a investire 1000 euro su Amazon?

Per investire 1000 euro su Amazon è sufficiente iscriversi a una piattaforma di trading online regolamentata e autorizzata. In questo modo si possono comprare le azioni del colosso di Seattle, ed eventualmente rivenderle quando si reputa che sia arrivato il momento più opportuno per farlo. Chi 10 anni fa avesse investito 1000 euro in azioni Amazon, oggi si ritroverebbe con un tesoretto di quasi 14mila euro.

Dove investire 1000 euro al mese?

Scegliere i migliori investimenti avendo a disposizione 1000 euro al mese non è semplice, ma facendo riferimento al mercato azionario è possibile trovare ogni giorno situazioni potenzialmente redditizie. Per seguire questa strada, però, è indispensabile avere una preparazione di base accurata ed essere competenti, per non correre rischi eccessivi.

Conviene investire 1000 euro in oro?

Per investire 1000 euro in oro si può decidere di comprare lingotti, monete o gioielli. Non tutti, però, hanno a disposizione una cassaforte in casa in cui custodire il metallo prezioso: per questo ci si può rivolgere a una banca, in modo che l’oro venga conservato in un caveau. Inoltre, ci sono alcune società che vendono lingotti che consentono ai propri clienti di tenere il metallo prezioso al sicuro direttamente nelle loro strutture.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro