Indice SP500, l'indice di borsa più importante al mondo

Marilena
October 9th, 2020

Quando parliamo di indici in borsa, è difficile non parlare di S&P 500, il principale indice del mercato statunitense. Questo indice rappresenta le più grandi società quotate nel paese, motivo per cui è anche uno degli indici più grandi al mondo.

L'indice S&P 500 si concentra quindi sul settore delle large cap del mercato nordamericano, tenendo anche conto che si tratta di un indice float-weighted. In altre parole, le capitalizzazioni di mercato di queste società sono rettificate dal numero di azioni disponibili per la negoziazione pubblica.

piattaforma trading azioniAll'interno dell'S&P 500, viene monitorata l'esistenza delle 500 maggiori società di capitalizzazione negli Stati Uniti. Lì, si tiene conto dell'andamento del mercato azionario, segnalando i rischi e i rendimenti che possono avere le società più grandi. 

Gli investitori più esperti considerano l'S&P 500 come un benchmark di mercato generale, quindi è normale che confrontino questo indice con ciascuno dei loro altri investimenti. 

Successivamente, spiegheremo in profondità cos'è l'indice S&P 500 e come investire nel S&P 500 attraverso alcuni broker di trading online per realizzare profitti. Invitiamo a provare broker di trading sicuri e regolamentati, come eToro. È possibile aprire un account facendo clic su questo collegamento.

Che cos'è SP500?

L'indice S&P 500 o Standard & Poor's 500 è un indice che pesa la capitalizzazione di mercato delle 500 maggiori società quotate in borsa negli Stati Uniti. L'S&P 500 è considerato il miglior indicatore delle azioni statunitensi a grande capitalizzazione, quindi è spesso la base per una strategia di investimento intelligente.

Questo indice è stato presentato ufficialmente il 4 marzo 1957 dal marchio Standard & Poor. Pochi anni dopo, nel 1966, fu acquisita da McGraw-Hill. Oggi fa parte del Dow Jones, una joint venture tra S&P Global (ex) McGraw Hill Financial, CME Group e News Corp, il proprietario di Dow Jones.

Oltre all'S&P 500 ci sono altri indici di riferimento di mercato come il Dow Jones, l'Industrial Average o il Dow 30 e l'indice Russell 2000, che rappresenta l'indice di piccola capitalizzazione.

Il rapporto del 31 agosto 2020 indica che l'S&P 500 ha un rendimento medio annuo nell'ultimo decennio del 12,66%.

Come investire in S&P 500 dall’Italia

Per operare con l'indice S&P 500 in italia, l'ideale è utilizzare una piattaforma di trading, che ti permetta di operare in sicurezza comodamente da casa tua. 

Ti consigliamo di provare eToro, che ti consente di copiare i migliori trader e prendere posizione sia sull'indice S&P 500 che sui suoi componenti. Ti invitiamo a provare gratuitamente il loro account demo (clicca qui).

Guarda il nostro video:

Piattaforme per investire nell'S&P 500

Secondo i trader esperti, il trading di indici o delle loro società componenti è il modo migliore per iniziare a fare trading. Qui di seguito presentiamo l'elenco di alcuni broker per investire in SP500:

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 67,7% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

eToro

Attraverso la piattaforma eToro, è molto semplice comprare e vendere con l'indice S&P 500. Di seguito, troverai una serie di immagini che ti guideranno nell'investire da solo in indici azionari.

Per l'S&P 500, è sufficiente fare clic su "Strumenti" nel menú a sinistra e quindi selezionare "Indici" nel menu in alto. Qui puoi selezionare l'indice "S&P 500" e visualizzarne il prezzo.

sp500 indice piattaforma etoroSe desideri utilizzare lo strumento Copy Trading, descriviamo in dettaglio i passaggi: 

1. Seleziona "Persone" nel menu a sinistra

2. Seleziona nel menu sopra "In cosa hanno investito" e poi "Indici"

3. Fai cliccare sul pulsante "VAI!"

Nell'immagine seguente è possibile visualizzare la piattaforma durante la ricerca personalizzata. Da lì è possibile entrare e modificare i parametri per ottenere i risultati desiderati.

etoro sp500 copiare traderSe sei interessato a questo strumento, puoi aprire un account con eToro gratuitamente tramite questo link.

Puoi anche saperne di più su questo broker attraverso la nostra guida eToro.

Acquistare l'S&P 500: investire in un portafoglio

Un'altra grande opzione che eToro offre è l'opportunità di valutare portafogli diversificati noti come “CopyPortfolios”. Tra questi possono, ad esempio, trovare il portafoglio che più soddisfa la loro curiosità in base al tipo di mercato che intendono operare.

sp500 copyportfolio investire etoro

Società incluse

Per essere incluse nell'indice S&P 500, le società devono soddisfare una serie di criteri. 

Tra i principali ci sono:

- Avere una capitalizzazione di mercato, ovvero che il valore totale delle azioni in circolazione della società sia di almeno $ 8,2 miliardi.

- Avere sede negli Stati Uniti

- Essere strutturati come una società, con la quale possono offrire azioni ordinarie.

- Avere guadagni positivi come riportato durante il trimestre immediatamente precedente, così come la somma dei tuoi ultimi quattro trimestri deve essere positiva.

Questo elenco viene rivisto e aggiornato trimestralmente.

Come viene misurato

A ciascuna società viene assegnato un peso specifico, che si ottiene dividendo la capitalizzazione di mercato individuale dell'azienda per la capitalizzazione di mercato totale dell'S & P 500.

Ad esempio, a settembre 2020 queste erano le azioni più ponderate all'interno dell'indice S&P 500:

  1. Apple Inc.

  2. Microsoft Corporation

  3. Amazon.com Inc.

  4. Facebook Inc. Classe A

  5. Alphabet Inc. Classe A

  6. Alphabet Inc. Classe C

  7. Berkshire Hathaway Inc. Classe B

  8. Johnson and Johnson

  9. Visa Inc. Classe A

  10. Procter & Gamble Company

In un primo momento dobbiamo chiarire la differenza tra altri indici azionari nel mercato statunitense, come il Dow Jones e il Nasdaq. La differenza principale risiede nel numero di componenti e nella loro metodologia di ponderazione.

L'S & P 500 pesa in base alla capitalizzazione di mercato di ciascuna delle società. In altre parole, l'S & P 500 è preparato dall'agenzia di rating del rischio azionario e obbligazionario, composta da specialisti che sono classificati come i massimi conoscitori del mercato azionario.

Quindi, avendo una base più in linea con la situazione del mercato azionario e obbligazionario, è più sensibile di altri indici come il Dow Jones e il Nasdaq.

Le piccole e medie imprese non sono incluse nell'S & P 500. Per analizzare questi gruppi ci sono altri indici come il Russell 2000.

I criteri che il Comitato Indice S&P prende in considerazione sono otto: capitalizzazione di mercato, liquidità, flottante, domicilio, classificazione per settori, solidità finanziaria, tempo del titolo in Borsa e scambio di quotazione. Come criterio aggiuntivo, si tiene conto che le azioni devono mantenere un volume di scambio mensile minimo di 250.000 azioni nel semestre precedente alla valutazione.

Perché assegnare un peso alle azioni? 

I pesi vengono assegnati in quanto forniscono il quadro più accurato possibile dello stato di salute del mercato azionario.

L'importanza di ciò è spiegata ad esempio quando le azioni Microsoft aumentano o diminuiscono del 10%. Se ciò accade, può significare un profitto o una perdita di centinaia di miliardi di dollari. 

Se confrontiamo questo con un rivenditore di moda come The Gap, che appare in fondo alla lista, possiamo dire la differenza. Se il titolo sale o perde il 10%, potrebbe significare un profitto o una perdita di duecento milioni di dollari. 

In altre parole, i movimenti dei prezzi di Microsoft illustrano un'interruzione dell'economia molto più grande di quanto possa significare The Gap.

Per arrivare ai numeri visualizzati sull'S&P 500, la capitalizzazione di mercato totale di ciascuno dei componenti dell'indice è divisa per un divisore proprietario. Cioè, poiché i prezzi delle azioni dei componenti dell'S&P 500 si muovono durante il giorno, ogni movimento è rappresentato da un certo impatto sul valore totale.

Ciò significa che i movimenti che si generano in cima alla lista hanno un impatto molto maggiore di quelli che si generano nella parte interna.

Come viene calcolato

Un comitato è incaricato di selezionare ciascuna delle 500 società nell'indice, tenendo conto di fattori quali la liquidità, le dimensioni e il settore in cui opera. Questo indice viene ricalcolato ogni trimestre, i mesi chiave sono marzo, giugno, settembre e dicembre.

Un altro punto importante che viene preso in considerazione è che almeno la metà delle azioni della società deve essere disponibile al pubblico, allo stesso modo, almeno il 50% delle sue immobilizzazioni deve essere nel territorio degli Stati Uniti. Inoltre, il prezzo di ciascuna azione deve essere di almeno $ 1 o più e devono presentare una relazione annuale nota come 10-K.

I requisiti sono davvero molto specifici, al punto che le loro azioni non possono essere quotate su fogli rosa né possono essere scambiate senza ricetta. Queste azioni devono essere quotate in una delle seguenti borse, la Borsa di New York, la Borsa degli investitori, Nasdaq o BATS Global Markets.

Al 31 agosto 2020, la ripartizione settoriale dell'S & P 500 includeva:

  • Tecnologia dell'informazione: 27,5%

  • Assistenza sanitaria: 14,6%

  • Consumatore discrezionale: 11,2%

  • Servizi di comunicazione: 10 .9%

  • Finanza: 9,9%

  • Industriale: 7,9%

  • Prodotti di consumo di base: 7,0%

  • Servizi pubblici: 3,1%

  • Immobili: 2,8%

  • Materiali: 2,6%

  • Energia: 2,5%

Se vuoi calcolare la ponderazione di ogni componente, devi partire dalla somma della sua capitalizzazione di mercato totale.

Successivamente, la capitalizzazione di mercato totale dell'indice dovrebbe essere calcolata sommando tutte le capitalizzazioni di mercato delle singole società.

Il punto successivo è la ponderazione, in cui la capitalizzazione di mercato della società viene calcolata e divisa per la capitalizzazione di mercato totale dell'indice.

Se vuoi rivedere questa cifra, la capitalizzazione di mercato di una società viene calcolata prendendo il prezzo corrente delle azioni e moltiplicandolo per le azioni in circolazione della società.

Allo stesso modo, questo non è motivo di preoccupazione, poiché la capitalizzazione di mercato totale per l'S & P 500 è spesso pubblicata sui portali finanziari.

Sebbene il rendimento totale annuo medio dell'S & P 500 sia rimasto intorno all'intervallo positivo del 10%, è importante notare che ciò non significa che ci si possa aspettare di ottenere un ritorno sull'investimento del 10% in un fondo indicizzato S&P 500 ogni anno.

Ad esempio, nel 2008 l'S & P 500 ha avuto una fine anno con un calo del 37%. L'anno successivo si è chiuso con il 26%. In altre parole, realizzare un profitto richiede una mentalità a lungo termine, una buona gestione del rischio e una solida strategia di investimento.

L'ottenimento dei profitti dipende principalmente dalle conoscenze acquisite sia nel settore in cui si vuole investire che dalle modalità di investimento stesse. È possibile che l'opzione che genera i maggiori benefici non sia quella di partecipare a un fondo indicizzato ma di effettuare investimenti tramite piattaforme di trading CFD come eToro. 

Ti invitiamo a familiarizzare con la piattaforma di trading dall'account demo, che è completamente gratuito e consente operazioni di mercato in tempo reale con denaro fittizio. Puoi aprire un conto demo cliccando qui.

Pietre miliari storiche

Data Chiudere Evento

  • 3 gen 1950     16.66 record di chiusura minimo, prima di chiudere

  • 4 giugno 1968       100.38 prima volta sopra 100

  • 19 Ottobre 1987 224.84 Black Monday

  • 2 febbraio 1998  .971.001,27           Prima chiusura superiore a 1000

  • 9 ottobre 2007 1.565,15 Chiusura massima prima della crisi finanziaria

  • 13 ottobre 2008 1.003,35           Percentuale più alta di profitto su 11 , 6%

  • 28 marzo 2013  1.569,19           Nuovo record

  • 26 agosto 2014 2.000,02           Prima chiusura superiore al 2000

  • 21 settembre 2018       2.929,67           Nuovo record

  • 3 ottobre 2018 2.937,06           Massima intraday

  • 12 luglio del 2019      3.013,77           Prima chiusura superiore a 3.000

  • 19 febbraio 2019 3.393,52           Nuovo record

  • 12 marzo 2020  2.480,64elevato           Il calo percentuale più ampio dal Black Monday, entrato nel mercato orso

  • il 23 marzo 2020  2.237, 40           Stock in calo

  • il 18 agosto 2020 3.389,78           Nuovo record, fine del mercato ribassista

  • 24 agosto Agosto 2020 3.431,28 Chiude sopra i 3.400

  • 28 agosto 2020 3.508,01           Chiude sopra i 3.500

Limiti

Uno dei maggiori limiti dell'S & P 500 e di altri indici simili per peso della capitalizzazione si verifica grazie alla sopravvalutazione delle azioni. Cioè, crescono più dei fondamentali che li governano.

Se un titolo è alto sull'indice, mentre è sopravvalutato, gonfiano il valore o il prezzo dell'indice.

Il fatto che una società abbia una capitalizzazione di mercato in aumento non è un indicatore dei fondamentali di questa società, piuttosto riflette l'aumento del valore delle azioni rispetto alle azioni in circolazione.

Di conseguenza, gli indici che danno uguale peso a tutte le azioni sono diventati popolari, poiché un movimento nel prezzo di un'azione ha lo stesso peso nell'indice di quello degli altri componenti.

Confronti tra S&P 500 e altri indici

L'indice S&P 500 non è l'unico che viene preso come benchmark in materia di investimenti. A seconda del settore o del confronto da effettuare, ci sono altre opzioni che sono frequentemente utilizzate anche dagli investitori più informati.

Successivamente, faremo un leggero confronto tra l'S & P 500 e altri indici dei mercati finanziari. 

Qual è la differenza tra il Dow Jones Industrial Average e l'S&P 500?

Il Dow Jones Industrial Average, noto anche come DJIA o semplicemente Dow, è un indice azionario che, come l'S & P 500, include società grandi e affermate del mercato statunitense. Tuttavia, le differenze principali sono:

- Mentre l'S & P 500 è composto da 500 società, il Dow è composto solo da 30, ognuna delle quali è considerata leader nel rispettivo settore.

- La ponderazione che viene eseguita nel Dow è in base al prezzo delle azioni di ciascuna società, che differisce dall'S & P 500 in quanto si basa sulla capitalizzazione di mercato. In altre parole, sul Dow, le società con quotazioni azionarie più elevate sono quelle che ricevono il maggior peso all'interno dell'indice. Il calcolo viene effettuato sommando i prezzi delle azioni delle 30 società, quindi il peso viene corretto e quindi diviso per una costante predeterminata, nota come Dow Divisor.

- All'interno del Dow, sono rappresentati principalmente nove settori, che differiscono dagli undici settori che si trovano nell'S & P 500. Ciò è anche spiegato dalla grande entità di componenti che ha l'S & P 500, che dà la possibilità di coprire altri tipi di settori.

Tuttavia, non tutte sono differenze. Sia l'S & P 500 che il Dow Jones includono società che, in base alla loro crescita, sono considerate le società più sane del paese.

L'S & P 500 è l'indice scelto dalla maggior parte degli investitori istituzionali, poiché offre un grado molto elevato di profondità e ampiezza. Pertanto, il Dow Jones è stato storicamente associato all'essere l'indicatore del mercato azionario destinato all'investitore al dettaglio.

In altre parole, gli investitori istituzionali percepiscono le informazioni dell'S & P 500 come più rappresentative dei mercati azionari statunitensi, poiché comprendono logicamente un numero maggiore di componenti e azioni rispetto al Dow Jones.

Inoltre, il tema della ponderazione della capitalizzazione di mercato è più comune del metodo di ponderazione del prezzo negli indici statunitensi. Questo aspetto nel Dow Jones può contrastare, poiché prendendo il prezzo delle azioni come fattore principale si può facilmente posizionare un titolo sopravvalutato, mentre la capitalizzazione di mercato può diventare un punto più certo, senza dimenticare che questo dovrebbe essere preso solo come riferimento.

Qual è la differenza tra Russell e S&P 500?

L'insieme di indici Standard & Poor's, di cui l'S & P 500 fa parte come uno dei membri principali, trova la sua controparte anche in altre famiglie di indici, come le famiglie Russell.

Sia gli indici Standard & Poor's che quelli Russell sono indici ponderati per la capitalizzazione di mercato in cui investire.

indice s&p 500 russell 2000Le due grandi differenze risiedono nella costruzione delle famiglie indice. In altre parole, in Standard & Poor's le società costituenti vengono scelte attraverso un incontro organizzato dal Comitato preposto. Da parte loro, gli indici Russell utilizzano una formula per scegliere i titoli da includere, omettendo la necessità di istituire un comitato.

La seconda grande differenza è che non vi è alcuna sovrapposizione di nomi all'interno degli indici che provengono da Standard & Poor's (crescita rispetto al valore). Nel caso degli indici che provengono da Russell, la stessa società è inclusa negli indici di stile “Value” e “Growth”.

Qual è la differenza tra l'S & P 500 e gli altri indici S&P?

L'S&P 500 non è l'unico membro della famiglia di indici Standard & Poor's, noto anche come S&P Global 1200.

Tra gli indici gestiti in questa famiglia si può trovare l'S&P MidCap 400, che rappresenta la gamma delle aziende di medie dimensioni capitalizzazione e lo S&P SmallCap 600, che rappresenta le società a piccola capitalizzazione.

Esiste un indice di capitalizzazione totale per gli Stati Uniti che include S&P 500, S&P MidCap 400 e S&P SmallCap 600, questo è noto con il nome S&P Composite 1500.

Qual è la differenza tra S&P 500 e Vanguard 500 Fund?

Quando si parla del Vanguard 500 Index Fund, viene preso in considerazione lo scopo dell'indice, che è quello di seguire il prezzo e la performance dell'indice S&P 500 se il patrimonio netto totale delle azioni che compongono l'indice viene considerato come un investimento e mantenuto ciascuna componente con un peso molto simile a quello dell'indice S&P. 

In altre parole, il Vanguard 500 Index Fund difficilmente si discosta dall'S & P poiché è progettato per imitarlo.

sp500 fondi vanguardCioè, l'S & P 500 è un indice, ma se vuoi investire nelle società che compongono l'S & P, dovresti investire in un fondo che replica l'indice, come il fondo Vanguard 500. Con eToro puoi investire anche nei fondi Vanguard. (Clicca qui)

Conclusioni

L'indice S&P 500 o il L'indice Standard & Poor's 500 è un indice ponderato in base alla capitalizzazione di mercato delle 500 società quotate in borsa classificate come le più grandi negli Stati Uniti.

Questo indice è ponderato per bloom, il che significa che le capitalizzazioni di mercato della società vengono corrette in base al numero di azioni disponibili per il trading pubblico.

Questo indice è forse il principale per analizzare e leggere l'economia statunitense, che può fornire spunti molto interessanti sul tipo di investimenti che devono essere effettuati in un dato momento.

Questo indice è considerato il miglior indicatore delle azioni USA a grande capitalizzazione. Pertanto, una buona opzione potrebbe essere quella di iniziare a fare trading con esso attraverso piattaforme di trading regolamentate. Ti invitiamo a provare il conto demo di eToro, che ti permetterà di accedere sia all'indice che alle azioni che lo compongono per prendere posizione in tempo reale con denaro fittizio e senza mettere a rischio il tuo capitale (clicca qui).

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro