Investire nella Soia con il trading online

Marco Rinaldi
November 7th, 2022

Non ci sorprende parlare di soia in relazione al trading online. Negli ultimi anni la soia è diventata indiscutibilmente una delle materie prime più utilizzate nel settore alimentare. Questo anche a causa dell’insorgere di forme di intolleranza agli alimenti tradizionali o semplicemente per scelte alimentari più digeribili. Come accade nel mondo degli investimenti, quando un prodotto comincia ad essere molto richiesto, si trasforma facilmente in un asset su cui conviene cominciare a negoziare. Questo è sicuramente ciò che è accaduto con la soia, che fa ormai parte, a tutti gli effetti, delle principali materie prime. Come investire nella soia?

In questa guida cercheremo di fornirvi le informazioni necessarie per capire come funziona attualmente il mercato della soia, perchè può essere conveniente negoziare con la soia e quali sono gli strumenti più indicati per negoziare con questo asset. Grazie ai servizi offerti da alcuni tra i migliori broker sul campo, anche chi non ha ancora molta esperienza può cimentarsi nel trading online con la soia.

La soia fa parte della categoria Commodity Soft, ovvero di quelle materie prime provenienti dai beni agricoli di cui c’è una costante e crescente richiesta sul mercato. Ecco perché sempre più trader decidono di aggiungere al loro portafoglio di investimenti anche questo asset. Per usare una metafora potremmo definirla ‘oro vegetale’. Pari all'oro, che una volta liquefatto può essere trasformato in qualunque oggetto si voglia, la soia può assumere ‘la forma’ di qualunque tipo di alimento, dal latte alla carne. 

D’altra parte, proprio come un liquido può facilmente prendere una direzione piuttosto che un’altra, a seconda dell’inclinazione della superficie su cui scorre, anche il prezzo della soia è soggetto a oscillare in base a diversi fattori. Questo è un aspetto molto importante a cui bisogna prestare attenzione se intendiamo fare trading con questo asset, ovvero la sua volatilità. Vedremo, tra qualche paragrafo, come si può trasformare questa caratteristica apparentemente disagevole in un’opportunità per trarne un profitto. Prima di spiegare quali sono gli strumenti finanziari ideali per fare trading con la soia vediamo perché negoziare con questo asset può essere vantaggioso.

Previsioni sulla soia

Si tratta inoltre di un prodotto le cui coltivazioni sono disseminate ormai in diverse parti del mondo, per cui anche l’offerta, persino in tempi di crisi, difficilmente potrà esaurirsi. Dal momento che il valore della soia, anche in prospettiva, continuerà a dipendere da questi due fattori, ovvero domanda e offerta, possiamo ragionevolmente concludere che, in previsione, il suo prezzo è destinato a salire

Pertanto, stiamo parlando di un asset che molti investitori hanno scelto di inserire nel proprio portafoglio di operazioni finanziarie in quanto promette buone possibilità di guadagno. Naturalmente essendo un bene deperibile e condizionato a diversi fattori quali condizioni climatiche, tassi di interesse e dazi, politiche estere e anche dall’andamento dei mercati valutari, è opportuno comunque monitorare costantemente il suo andamento.

Perché investire nella soia?

La soia è conosciuta praticamente il tutto il mondo a motivo delle sue molteplici proprietà curative e benefiche per l’organismo. Troviamo tracce di soia praticamente ovunque, a cominciare dagli alimenti per finire ai prodotti per la pelle e la cura della persona. La soia appartiene alla famiglia delle leguminose. Uno dei motivi per cui fare trading  soia può essere vantaggioso è proprio per la sua onnipresenza in un’infinità di prodotti e articoli di uso comune e a livello mondiale. 

Non esiste paese dove la soia non sia apprezzata, prescelta e consigliata da naturopati, nutrizionisti e salutisti per la cura, appunto, della salute. La soia, chiamata anche ‘fagiolo del Giappone’ è, tra i legumi, quello con maggiori proprietà nutritive in quanto contiene proteine, grassi, carboidrati, sali minerali e vitamine A, B e C. Stiamo parlando, quindi, di una materia prima, per molti versi, al di fuori del comune. E’ molto difficile trovare un prodotto in natura che racchiuda in così poco spazio due elementi così importanti:

  • valore nutritivo

  • capacità di mescolarsi in maniera così delicata a quasi ogni alimento che usiamo quotidianamente.

Questo spiega il motivo per cui, nonostante il prezzo possa oscillare a causa di diversi fattori esterni, la domanda è comunque alta e sempre più trader scelgono di inserirla tra le loro operazioni di trading. 

Per quanto il suo prezzo possa essere volatile, a motivo del suo impatto nell’industria alimentare, agricola ed energetica, ci sarà sempre qualcuno, in qualche parte del mondo, che avrà bisogno di soia, e il prezzo tornerà subito a salire. Un occhio di attenzione, quando si fa trading con la soia, va all’uso per cui è destinata, perchè questo può fare la differenza sul suo valore.

Come investire nella soia

Benché, come abbiamo detto, la soia sia un’ottima materia prima e per questo sempre più trader scelgono di negoziare con essa, è molto importante affidarsi allo strumento giusto, se vogliamo trarne dei profitti sia quando il prezzo è in rialzo che quando è in ribasso. Prova ad operare con eToro (clicca qui).

Trattandosi di un asset il cui prezzo può facilmente oscillare, i CFD sono senza dubbio lo strumento migliore per riuscire a trarne un guadagno in ogni circostanza. Questo perchè, trattandosi di contratti per differenza, permettono di negoziare proprio sulla differenza di prezzo che si verifica nell’andamento dell’asset replicato, dal momento in cui si apre la posizione fino al momento in cui la si chiude, e guadagnare sia quando il prezzo sale che quando scende. In poche parole, i CFD permettono al trader di negoziare sulla soia pur non acquistandola materialmente, e di ottenere i profitti derivanti dalle frequenti variazioni del prezzo.

Piattaforme per investire nella soia

La scelta del broker, soprattutto quando fa trading con i CFD, è fondamentale. Abbiamo dedicato molti articoli a questo argomento, al fine di aiutare i trader che vogliono negoziare in CFD ad affidarsi a broker regolamentati la cui serietà e correttezza siano già stati provati. 

Perché un broker possa essere classificato tra ‘le migliori piattaforme’, deve soddisfare alcuni standard fondamentali.

  • Per cominciare, una piattaforma che sia davvero affidabile deve essere in possesso di tutte le licenze e autorizzazioni rilasciate dalle autorità competenti in questo settore. Ovvero un broker che rispetti le normative Europee MIFID II imposte per la tutela degli investitori e che operi in assoluta trasparenza.

  • Inoltre, la struttura stessa della piattaforma deve essere tale da permettere ai propri utenti di negoziare in modo semplice, con strumenti facili da utilizzare e con la possibilità di imparare a fare trading senza correre rischi attraverso un conto demo.

  • Le piattaforme che corrispondono al suddetto profilo, inoltre, non prevedono costi di commissioni e quindi qualunque profitto che se ne tragga dalle operazioni effettuate con i CFD è al netto di spese. 

  • Infine una buona piattaforma permette di aprire un conto partendo da un minimo di deposito (anche 100 euro) così che anche chi non dispone di grandi capitali può aprirsi un account e iniziare da subito a fare trading. 

  • Non meno importante la possibilità di esercitarsi attraverso un conto demo gratuito che permetta all’utente di comprendere appieno il funzionamento dei CFD.

Di seguito vi proponiamo una tabella con alcuni tra i migliori broker che hanno dimostrato di soddisfare i requisiti menzionati sopra.

  • Deposito Min: 1

    Licenza: 275/15

    Compra azioni al prezzo IPO

    Conto di riusparmio al 3%

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 204/13

    Copia i Migliori Trader

    1000 asset negoziabili

    I derivati sono strumenti complessi e implicano un alto livello di rischio

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Spread Stretti

    Formazione Gratuita

    Il 87.41% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 68% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    77% degli investitori retail perdono denaro quando operano con questo broker

Nello specifico segnaliamo alcune peculiarità del broker plus500 che consente di fare trading sulla soia.

Plus500

Plus500 è indubbiamente un broker affidabile in quanto regolamentato dalla CySEC. Stiamo parlando, anche in questo caso, di uno dei migliori broker in CFD. Si tratta di una piattaforma con strumenti di facile intuizione e, per questo, apprezzati anche da chi sta cominciando ora a muovere i primi passi nel mondo del trading online. 

Quando l’utente si sentirà pronto per effettuare vere e proprie operazioni di trading online allora potrà aprire un conto reale versando un deposito minimo di 100 euro. Inoltre non ci sono costi di commissione per apertura del conto. Inoltre propone un portafoglio di assets molto vario che permette al trader di diversificare le sue operazioni finanziarie e allo stesso tempo gestire al meglio i rischi attraverso una serie di strumenti all’avanguardia. Aprendo il sito scoprirete immediatamente, dalla sua grafica, che muoversi all’interno della piattaforma è molto semplice.

Iscriviti gratis a Plus500, clicca qui.

Conclusione

In conclusione, non c’è dubbio che fare trading soia rientra tra quelle forme di investimento in grado di garantire dei risultati finanziari interessanti. Stiamo parlando di una di quelle materie prime con buone possibilità di rendimento da aggiungere sicuramente al portafoglio di assets con cui fare trading online.

Non dimentichiamo che operando con i CFD è possibile ricavarne un profitto sia quando il prezzo è in rialzo che quando è in ribasso. Stiamo parlando di contratti che permettono di negoziare precisamente sulla differenza di prezzo e, di conseguenza, ottenere un profitto sia in un caso che nell’altro. Sottolineiamo che la scelta del broker, quando si opera con i CFD, è di fondamentale importanza. Per questo consigliamo di servirsi sempre di broker affidabili e all’avanguardia come eToro o Plus500. 

FAQ

Trading Soia: Conviene?

La soia sta diventando un bene di prima necessità a livello mondiale e sono aumentate notevolmente le operazioni di trading effettuate su questo asset.

Perchè inserire la soia nel portafoglio?

Può essere un buon modo per diversificare il nostro portafoglio soprattutto in tempi di crisi come quelli che stiamo attraversando da marzo 2020.

Qual è il modo migliore di fare trading soia?

Sicuramente i CFD sono gli strumenti che offrono maggiori possibilità ai trader di ottenere profitti sia quando la tendenza di mercato è al rialzo o al ribasso.

Marco Rinaldi

Giornalista

Laureato in Giornalismo ha lavorato occupandosi di politica e finanza. Approfondisce notizie di attualità cercando di presentarle in modo obiettivo al pubblico ma senza ridurre i dettagli fondamentali. È appassionato del mercato delle commodities.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro