Guadagnare con il trading online è possibile?

Giorgia Pitti
February 6th, 2023

Quando si parla di trading e di investimenti nel mercato azionario, nella nostra società moderna c'è spesso un'immagine molto contrastante. Da un lato, ci sono film come The Wolf of Wall Street e serie televisive come Billions, che mostrano trader di successo che guadagnano milioni e vivono in modo sfarzoso. D'altra parte, le statistiche ci dicono che la maggior parte dei trader perde denaro. Qual è lo stipendio medio di un trader? Quanto guadagnano i trader professionisti? Si può davvero guadagnare con il trading?

In questo articolo cercheremo di dare una risposta il più possibile esauriente a queste domande. Abbiamo condotto una ricerca approfondita per scoprire quanto guadagnano i gestori di hedge fund e poi abbiamo confrontato i loro guadagni con quelli dei trader che si occupano di forex trading. Abbiamo esaminato sia i trader che lavorano per aziende e banche, sia gli investitori indipendenti che operano direttamente sui mercati con il proprio denaro dal computer di casa. Quindi, se volete sapere quanto potete guadagnare con il trading online, siete nel posto giusto. Cominciamo.

Guadagnare con il trading online è possibile solo se..

Guadagnare con il trading online è possibile solo se si parte da una preparazione adeguata e, soprattutto, se si accantonano convinzioni sbagliate e luoghi comuni che rischiano di disorientare chi vuole investire. In molti casi, infatti, i trader sono influenzati nelle loro scelte e nelle loro azioni da idee errate che finiscono per impedire loro di conseguire i profitti che auspicano. Un'opinione rischiosa, per esempio, è quella di chi pensa che attraverso il trading online sia possibile ottenere guadagni facili. È evidente il pericolo che si nasconde dietro a questa convinzione: infatti, si può essere portati a considerare il trading poco più che un banale gioco, che permette di diventare ricchi senza che si debba faticare o darsi da fare. Con un approccio simile, è molto facile ritrovarsi vittime di un raggiro.

D’altro canto, però, non si deve neppure credere che sia impossibile guadagnare attraverso il trading. Un caso tipico è quello di coloro che, per fare trading online, si affidano a piattaforme non regolamentate e non autorizzate. Così, perdono il proprio denaro e, soprattutto, non hanno alcuna opportunità per rientrarne in possesso, non potendo godere di tutele o protezioni. Questa è la ragione per la quale conviene adoperare unicamente piattaforme con licenza, le sole a poter essere considerate affidabili e sicure.

In molti casi i trader più sprovveduti si ritrovano imprigionati nelle frodi messe a punto da soggetti che operano in maniera poco cristallina, facendo credere che a fronte di un investimento minimo sia possibile raggiungere guadagni particolarmente importanti. La realtà è ben diversa: in genere l’investimento svanisce nel giro di qualche minuto, e il trader che è stato gabbato non ha modo di rivalersi.

A tal proposito potrebbe anche interessarti: Quali sono le migliori piattaforme di trading.

Un’altra strada da evitare se si è interessati a guadagnare con il trading online è quella che porta a ritenere che non ci sia bisogno di studiare e a sottovalutare l’importanza di una corretta formazione in questo ambito. Se si pensa che sia possibile guadagnare tanti soldi in poco tempo, si è sul percorso sbagliato: meglio rivolgere la propria attenzione altrove per non correre rischi.

Ti consigliamo anche di leggere il seguente articolo: Il trading online è una truffa o è sicuro?

Chi guadagna con il trading?

In linea di principio il trading online non ha caratteristiche tali da far pensare che sia troppo complicato. Si tratta, invece, di un mondo che è alla portata di chiunque, a patto che si sia disponibili a imparare e si abbia intenzione di apprendere. È evidente, pertanto, che il primo step da affrontare per avviare una carriera nel mondo del trading prevede, molto semplicemente, di studiare.

Sul web ci sono un sacco di guide e di corsi a cui si può fare riferimento e che permettono di capire che cosa bisogna fare per guadagnare attraverso il trading online. Va segnalato, però, che solo alcuni dei corsi in questione sono gratuiti, mentre per accedere gli altri è necessario pagare. Il mondo della Rete, in effetti, pullula di corsi di tutti i tipi: molti sono accessibili anche per un neofita, a differenza di altri che, essendo redatti con un linguaggio difficile e pieno di tecnicismi, finiscono per rivelarsi inutili.

Occorre essere in grado di distinguere, pertanto, tra i corsi che spiegano solo gli aspetti teorici del trading, e che quindi alla resa dei conti non servono a niente, e i corsi che invece entrano nel vivo e consentono di capire sul serio quali sono i meccanismi da mettere in pratica per guadagnare attraverso il trading online. In molte occasioni i trader alle prime armi si lasciano trascinare dall'entusiasmo e non vedono l’ora di fare soldi con il trading, per di più in tempi rapidi. Così, si ritrovano ad acquistare corsi che hanno un prezzo non indifferente, spendendo migliaia di euro per insegnamenti che, allo stato dei fatti, insegnano ben poco.

Grazie a un conto demo, si ha la possibilità di operare e di effettuare investimenti con soldi virtuali. Ciò vuol dire che, ovviamente, non si guadagna niente nel caso in cui le operazioni si rivelino vincenti, ma al tempo stesso non si mette a repentaglio il proprio capitale in caso di investimenti sbagliati. Lo scopo di un conto demo è proprio quello di far fare esperienza prima che si passi al conto vero e proprio dove, ovviamente, si investirà denaro vero.

Approfondisci l’argomento, leggendo questa guida: Trading Online demo: Come Funziona

Nel novero delle demo migliori a disposizione nel mondo del trading online, le più semplici da utilizzare per chi si sta avvicinando per la prima volta a questo settore sono quelle di:

Si tratta di piattaforme che forniscono la demo senza applicare limiti o vincoli di alcun genere. Questo significa che non c’è una data di “scadenza” dopo la quale si deve abbandonare il conto demo: volendo è possibile sfruttarlo anche per settimane o addirittura per mesi, fino a quando non ci si sente pronti a darsi da fare nel mondo del trading online. Apri subito un conto demo con eToro.

Leggi anche: La Simulazione di trading online è utile per imparare?

Fare soldi con il trading è facile?

Chi si avvicina a questo settore con la speranza o l’illusione che si tratti di una scorciatoia per ottenere guadagni facili dovrebbe rivedere i propri piani e le proprie aspettative. Se si comincia da zero, c’è solo una strada da seguire per arrivare a risultati ottimali: studiare, studiare e studiare, per poi tradurre in pratica ciò che si è imparato allenandosi con un conto demo.

Sono in tanti i trader alle prime armi che si chiedono se e quanto sia complicato fare soldi attraverso il trading online. Ebbene, ritenere che il trading sia difficile è una convinzione in un certo senso limitante, a causa della quale non si riesce a conseguire gli obiettivi che ci si propone di raggiungere.

Ritornando al discorso delle errate convinzioni che abbiamo menzionato in precedenza, una di queste sostiene che ci sia bisogno di un capitale di partenza molto consistente per iniziare a fare trading e a guadagnare. Beh, anche questo non è vero: basti pensare che su Capital.com, per esempio, sono sufficienti solo 20 euro per iniziare a fare trading. Ecco, quindi, che per intraprendere la strada del trading non occorre un capitale troppo consistente. Più che altro c’è bisogno di

  • Forza di volontà

  • Costanza

  • Passione

Le piattaforme di trading online

La strada verso il guadagno grazie al trading online è più agevole se si sceglie la piattaforma giusta per operare. Non tutte, infatti, offrono le stesse garanzie: per questo motivo è indispensabile puntare unicamente su piattaforme autorizzate, le sole capaci di assicurare i più alti standard di affidabilità. In caso contrario, il rischio è quello di finire nella trappola di un truffatore.

Ecco alcune tra le migliori elencate in questa tabella:

  • Deposito Min: 250

    Licenza: HCMC 2/11/24.5.1994

    Segnali di Trading Gratuiti

    Corso di Trading Gratuito

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Spread Stretti

    Formazione Gratuita

    Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: Regolamentazione knf

    Piano di Accumulo

    5800+ Strumenti disponibili

    78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore

Certo è che non basta valutare il livello di sicurezza offerto da una piattaforma per decidere di utilizzarla: bisogna pensare anche alla convenienza e alla semplicità di utilizzo. Come detto, poi, conviene propendere per le soluzioni che mettono a disposizione una demo gratis e che non prevedono commissioni.

eToro

eToro costituisce una soluzione interessante per i neofiti che si approcciano al trading online. Non si deve pensare, comunque, che questa sia una piattaforma di trading come tutte le altre: il sistema Copytrading, infatti, rende eToro un punto di riferimento per tutti.

Grazie a eToro, in sostanza, è possibile:

  • Investire in maniera sicura

  • Fare trading senza che si sia obbligati a pagare commissioni

  • Copiare e replicare le operazioni eseguite dai trader più bravi, per di più in modo automatico.

Questa è la ragione per la quale eToro viene scelto da un gran numero di principianti. Copytrading è un sistema brevettato grazie a cui è possibile individuare i trader che hanno ottenuto i guadagni più elevati fino a quel momento, selezionarli e copiarne gli investimenti futuri in maniera automatica. Dopo che sono stati scelti i trader da cui si desidera copiare, le loro operazioni saranno replicate in tempo reale e con la massima precisione. Inizia subito a copiare i Top Trader con eToro.

I vantaggi che derivano da una soluzione di questo tipo sono molteplici: per esempio, è ovvio che replicando le operazioni dei trader più bravi si gode delle stesse probabilità di guadagno che hanno loro, in termini percentuali. Al tempo stesso, si ha l’occasione di osservare i loro comportamenti e il modus operandi, per prendere spunto e imparare dalle loro operazioni.

Ti consigliamo anche la lettura di questa guida: eToro in Italia è un buon broker per fare trading?

Capital.com

Un altra piattaforma che vale la pena di mettere alla prova se si è dei trader ancora privi di esperienza è, come si è visto, Capital.com. Si tratta del broker che permette di cominciare a partire da un versamento minimo di 20 euro. Ma questo non è il solo motivo da valutare per scegliere Capital.com

Un altro fattore importante, infatti, è rappresentato dalla disponibilità di una demo davvero ottima, che viene fornita

  • Gratis

  • Senza vincoli di tempo

  • Senza limiti di utilizzo

  • Possibilità di accedere ai Report Refinitiv gratuitamente

Arricchirsi con il trading

Warren Buffett è noto per essere uno degli uomini più ricchi a livello mondiale: ebbene, è riuscito a raggiungere questo traguardo proprio per merito del trading. Si pensa che possegga più di 80 miliardi di dollari, e a questi occorre aggiungere decine di miliardi di dollari che sono stati donati in beneficenza.

Quello di Buffett, però, non è stato trading online: stiamo pur sempre parlando di un uomo di quasi 90 anni, ed è evidente che la sua fortuna è stata accumulata in gran parte già prima dell’avvento di Internet. Fino a qualche anno fa, in effetti, per effettuare gli ordini di acquisto e di vendita non si poteva far altro che rivolgersi alle banche.

Attualmente non c’è più bisogno di questa intermediazione, e la procedura da seguire per fare trading è più snella, oltre che più semplice. Tutto quello che si deve fare è collegarsi a una piattaforma di trading online, dallo smartphone o dal computer, per di più approfittando della maggiore quantità di informazioni di cui si può usufruire.

Quanto si guadagna con il trading?

Identificare il guadagno medio di un trader non si può, ma di certo quello di Buffett è un caso più unico che raro: meglio non lasciarsi travolgere da troppo facili entusiasmi. Ci sono, comunque, un sacco di trader neofiti in grado di guadagnare diverse centinaia di euro al mese; e c’è perfino chi ottiene incassi superiori, al punto da vivere di trading e non dover svolgere altri lavori.

Come si può intuire, dunque, guadagnare attraverso il trading online non è un’impresa impossibile, ma per raggiungere entrate considerevoli c’è bisogno di uno sforzo prolungato e di un impegno costante. Non occorre essere in possesso di un titolo di studio di prestigio, ma quel che conta è darsi da fare e seguire un percorso di formazione rigoroso.

Guadagnare non è semplice, per il semplice motivo che il trading non è un gioco; e neppure lo è il trading online. Invece, ci sono ancora un sacco di trader alle prime armi che si avvicinano a questa attività con un approccio ingenuo, ritenendo che sia possibile diventare ricchi in breve tempo: ma è chiaro che la sola conseguenza è perdere tutto il denaro investito. Il trading è un settore che richiede serietà, e chi ha questa consapevolezza parte di sicuro avvantaggiato.

Suggerimenti per guadagnare nel trading

I guadagni ottenuti attraverso il trading online sono potenzialmente alla portata di chiunque sia disponibile a studiare e a impegnarsi: non occorre essere dei geni, ma serve pazienza, perché con il passare del tempo si potrà arrivare a risultati interessanti. Molto dipende anche dalla piattaforma che si decide di impiegare: le alternative affidabili non mancano, e così anche chi non ha mai operato in precedenza sui mercati finanziari ha la possibilità di arrivare al successo senza aspettare troppo. Capital ed eToro sono i broker operativi in Italia più apprezzati.

Per non farsi trovare impreparati dal trading online, in conclusione, vale sempre la pena di studiare sui corsi che insegnano a guadagnare sui diversi mercati:

  • Quello delle criptovalute

  • Quello del forex

  • Quello delle materie prime

  • Quello degli indici di borsa.

Non occorre spendere denaro per accedere ai corsi migliori, alcuni dei quali vengono messi a disposizione ed erogati a titolo gratuito.

Qual è il reddito di un trader professionista?

Per cominciare, è importante sapere che esistono diverse opzioni per intraprendere la carriera di trader professionista. Queste opzioni possono essere raggruppate in due categorie:

  • lavorare per un'azienda

  • lavorare per se stessi.

Una volta compresa questa distinzione, è possibile discutere i diversi livelli retributivi dei trader.

Lavorare per un'azienda, come un fondo comune o una banca d'investimento, come day trader, gestore di hedge fund o quant trader, significa essere un dipendente con uno stipendio di base e talvolta una commissione basata sui risultati. Alcuni dei vantaggi di essere un trader alle dipendenze di un'azienda sono:

Il vantaggio di utilizzare gli strumenti e le strategie dell'azienda è che, auspicabilmente, si sono già dimostrati redditizi. Le attività di formazione e tutoraggio, spesso integrate nella struttura aziendale, offrono un sostegno maggiore rispetto a una carriera in solitaria. Non c'è il rischio di perdere denaro nel trading, il che riduce lo stress e i rischi psicologici associati alla psicologia del trading.

Ci sono opportunità di carriera, con la possibilità di gestire clienti più ricchi o più clienti.

Tuttavia, ci sono aspetti negativi che accompagnano il ruolo di trader:

  • Se i risultati economici dell'azienda non sono soddisfacenti, probabilmente ci saranno più regole da rispettare e meno flessibilità.

  • La realtà del lavoro di un trader può essere diversa da come appare nei film e in televisione, con orari di lavoro che vanno oltre le 8 ore.

  • Potreste avere a che fare con clienti difficili.

  • Anche se si ottengono buoni risultati, i bonus sono solo una piccola percentuale dei profitti.

Se siete un trader Forex autonomo, o un investitore in azioni o materie prime, invece di guadagnare uno stipendio, potete negoziare e investire il vostro denaro e ottenere un profitto dal vostro trading. I vantaggi del lavoro autonomo sono:

  • Maggiore flessibilità - Potete lavorare da qualsiasi luogo in cui ci sia una connessione a Internet e potete operare in qualsiasi momento in cui il mercato è aperto (cioè 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana).

La disponibilità di nuove tecnologie ha facilitato l'accesso alle informazioni. È più facile che mai acquisire conoscenze grazie alla proliferazione di vari strumenti e risorse. Le persone possono accedere ai dati di cui hanno bisogno in modo molto più efficiente e rapido.

Ora che abbiamo una panoramica dei vantaggi e degli svantaggi di una carriera nel trading, diamo un'occhiata agli stipendi che di solito sono associati ai diversi tipi di trader.

Gli stipendi di un trader

I trader impiegati in un'azienda possono percepire stipendi molto diversi a seconda del loro ruolo, dell'azienda per cui lavorano e persino dell'area geografica in cui operano.

In termini di stipendi per i trader statunitensi, secondo Indeed, l'importo medio annuo è di 98.652 dollari, con ulteriori 25.000 dollari di commissioni/bonus. La retribuzione più alta è stata di 196.917 dollari da parte di Citi Trader.

I trader londinesi associati, soprattutto quelli che lavoravano con i derivati, venivano pagati tra le 140.000 e le 230.000 sterline, con bonus aggiuntivi per i profitti ottenuti. Inoltre, i regolamenti UE limitano i bonus a un massimo di due volte lo stipendio base.

I fattori che possono influenzare lo stipendio di un professionista sono la posizione che ricopre, l'anzianità in azienda, le sue prestazioni e la società per cui lavora. La capacità di trarre profitto dal trading dipende dalla situazione di ciascuno.

Gli hedge fund sono composti da diversi professionisti, tra cui:

  • Ricercatore

  • Consulente strategico

  • Giovane investitore/gestore di portafoglio

  • Investitore esperto/gestore di portafoglio.

I dipendenti iniziano solitamente come analisti (4-8 anni), supportando gli operatori junior e senior con i dati, prima di diventare operatori junior. I trader junior guadagnano in media tra i 300.000 e i 3 milioni di dollari all'anno, mentre i gestori di portafoglio senior possono arrivare a guadagnare fino a 10 milioni di dollari all'anno.

Trattandosi di un settore ad alto reddito, anche se ci sono alcuni trader che guadagnano stipendi elevati, il guadagno medio si riduce perché la maggior parte non raggiungerà mai quel livello.

Profitti e performance nel trading online

I ruoli dei trader in un hedge fund o in una banca d'investimento sono legati alla performance e gli stipendi menzionati dipendono certamente dai bonus.

Un trader che gestisce un portafoglio di attività da 50 milioni di dollari guadagnerà 600.000 dollari se riuscirà a generare un rendimento del 10%. Tuttavia, se non ottiene buoni risultati, il suo stipendio base, stimato tra i 60.000 e i 90.000 dollari all'anno secondo il sondaggio Page Executive 2019, sarà il suo unico reddito.

Un dirigente responsabile di un portafoglio di 500 milioni di dollari che produce un rendimento del 10% avrebbe uno stipendio annuo di circa 6 milioni di dollari.

Sia per i trader indipendenti che per quelli che lavorano per un'azienda, la loro performance è ciò che conta alla fine quando si tratta di guadagnare. I compensi variano da impresa a impresa.

I trader di HSBC percepiscono stipendi leggermente superiori a quelli di Barclays e Goldman Sachs, con una media di 195.061 dollari e un massimo di 286.000 dollari. D'altra parte, le aziende sopra citate hanno stipendi medi più bassi, ma con un massimo di oltre 320.000 dollari.

Investire da casa: la realtà per i trader online

Finora abbiamo analizzato le retribuzioni dei trader che lavorano per un'azienda (come un hedge fund o una banca d'investimento) e per i suoi clienti. Ora analizzeremo quanto una persona può guadagnare con il trading individuale, investendo i propri risparmi come meglio crede.

Nel caso di un trader, gli importi guadagnati sono diversi. Un trader dipendente guadagna uno stipendio fisso combinato con bonus e commissioni, mentre un trader indipendente guadagna una remunerazione basata sui profitti generati dal trading online. Gli elementi da considerare sono molteplici. Questi includono:

  • Quanto si guadagna dall'investimento.

  • La vostra somma iniziale

  • Commissioni di transazione.

Il rendimento può essere molto variabile, a seconda dei casi:

Qual è il suo stile di trading, piace comprare e mantenere per il lungo termine, oppure è un trader a breve termine, come uno swing trader, un day trader o uno scalper? Gli scalper tendono a cercare di massimizzare i profitti da ogni operazione, ma tendono ad assumere più rischi con ogni operazione.

Anche la frequenza con cui si opera influisce sui risultati. Se eseguite un'operazione con un rendimento del 50%, ma è la vostra unica operazione della settimana, il vostro ROI complessivo (ossia il vostro profitto rispetto al saldo iniziale del conto) sarà significativamente inferiore rispetto a quello che otterreste eseguendo operazioni con maggiore costanza.

Utilizzare la leva finanziaria

L'investimento tradizionale prevede di solito l'acquisto di attività a titolo definitivo, per cui l'investitore deve pagare l'intero prezzo dell'attività. Tuttavia, molti trader attivi utilizzano la leva finanziaria, che consente loro di negoziare posizioni più ampie con saldi di conto inferiori. Ciò significa che i loro rendimenti (in percentuale del saldo totale del conto) possono essere più elevati. Tuttavia, aumenta anche il rischio di perdite.

Chi non utilizza la leva finanziaria, come un investitore tradizionale, può puntare a un rendimento annuo del 5-10%. D'altro canto, un day trader o uno swing trader potrebbe puntare a un profitto del 10% al mese.

Esistono diversi livelli di prestazione con esigenze diverse in termini di tempo, impegno e rischio. Si tratta di fattori importanti da considerare quando si calcola quanto si può guadagnare con il trading online o quando si cerca di identificare il proprio rendimento ideale dal trading online.

Per iniziare il vostro ROI come trader, dovete fare pratica di trading sui mercati reali. La buona notizia è che potete iniziare subito a lavorare richiedendo un conto di trading live. Con un conto di trading live di eToro è possibile operare su una miriade di mercati globali, beneficiare degli strumenti analitici più avanzati e operare con il software di trading preferito al mondo.

Investire nel trading online: il capitale iniziale necessario

Una volta deciso l'ammontare del profitto che si vuole ottenere, il passo successivo per determinare la commissione del trader è quello di considerare il capitale iniziale.

In termini di rendimento medio mensile del 5%, se si inizia con 5.000 dollari, il risultato sarebbe molto diverso rispetto a quello di 500.000 dollari.

Un rendimento del 5% su 5.000 dollari equivale a 250 dollari. Moltiplicando questa cifra per 12 (per determinare il rendimento totale dell'anno), il capitale produrrà un profitto di 3.000 dollari. Rispetto a un investimento tradizionale, questo rappresenta un aumento del 60% del capitale iniziale, un ottimo tasso di rendimento. Tuttavia, probabilmente non sarà sufficiente rinunciare alla propria attività o a un'altra fonte di reddito.

Un investimento di 100.000 dollari rappresenterebbe un rendimento del 5%, ovvero 5.000 dollari al mese. In un anno, la somma di queste entrate ammonterebbe a 60.000 dollari, una cifra più ragionevole dello stipendio di un commerciante.

I costi del trading online

Tutte le attività di trading comportano costi di investimento che devono essere presi in considerazione prima di iniziare. Questi costi possono variare a seconda del tipo di broker scelto, del numero di operazioni effettuate e del tipo di attività in cui si investe. Ad esempio, gli investimenti in azioni comportano commissioni di mercato, spese di custodia e commissioni di servizio. Gli investimenti in contratti per differenza (CFD) comportano commissioni di negoziazione e commissioni di leva. Inoltre, alcuni broker applicano commissioni di gestione per l'utilizzo di determinati strumenti di trading. Pertanto, è importante esaminare tutti i costi prima di iniziare a fare trading.

I costi del trading devono essere presi in considerazione perché possono ridurre i vostri profitti e quindi anche il vostro stipendio. I trader attivi, come i day trader, gli swing trader, i forex trader e i trader di materie prime, devono essere consapevoli dei vari costi che possono essere addebitati dal loro broker. Questi costi comprendono:

  • Lo spread: la differenza tra il prezzo di domanda e di offerta di un'attività, che deve essere pagata ogni volta che viene eseguita un'operazione.

  • Commissioni: possono essere una percentuale o un importo fisso basato sull'importo dell'operazione, di solito applicate a determinati strumenti, come le azioni e gli ETF.

  • Swap: gli swap sono tassi di interesse applicati a posizioni overnight. Nel caso di posizioni lunghe, verrà applicato un tasso di interesse alle posizioni aperte, mentre nel caso di posizioni corte si potrà ricevere un pagamento di interessi.

Considerazioni finali sul trading online

Sebbene sia complesso stabilire un importo esatto che un trader può raggiungere attraverso il trading online (a causa dell'ampia gamma di fattori che entrano in gioco), ci sono comunque diversi dati che possiamo utilizzare per trarre alcune conclusioni.

In media, i trader impiegati presso società di investimento come gli hedge fund e le banche di investimento guadagnano circa 90.000 dollari all'anno, più eventuali bonus. Tuttavia, queste cifre possono aumentare notevolmente man mano che il trader accumula esperienza e ottiene risultati migliori.

Per i trader che operano sul mercato contando sui propri fondi, i profitti di trading sono determinati dai profitti medi mensili e dal capitale iniziale. Più alto è il capitale iniziale, più alti sono i profitti mensili. Tuttavia, anche se non iniziate con un importo elevato, con la costanza e i profitti costanti nel tempo, i vostri profitti cresceranno in modo esponenziale.

FAQ

È possibile guadagnare con il trading online?

Certo, guadagnare con il trading online è possibile ma solo a patto che si adotti il giusto approccio. Questo vuol dire evitare di avvicinarsi a questo mondo pensando che si tratti di una strada verso i soldi facili; al contrario, prima di fare trading è necessario prepararsi e studiare, e anche dopo essere diventati trader è importante continuare ad aggiornarsi.

Da dove iniziare per guadagnare con il Trading?

Per guadagnare con il trading, il primo passo è quello di scegliere la piattaforma giusta da utilizzare: è fondamentale affidarsi unicamente a broker regolamentati e autorizzati a operare in Italia, in possesso delle licenze necessarie a tutela degli investitori. eToro e Capital sono le due principali alternative da prendere in considerazione, anche perché mettono a disposizione un conto demo gratis e fruibile senza limiti.

Giorgia Pitti Analista

Si occupa di Fintech e della finanza alternativa creando testi volti ad aiutare il piccolo medio investitore a muoversi sui mercati. Per quanto riguarda le cripto più famose, le altcoin e gli exchange ha provato diverse piattaforme e wallet, fornendo recensioni obiettive.