Come trovare la migliore piattaforma di trading sul forex?

Giorgia Pitti
October 31st, 2022

Chi si avvicina al settore degli investimenti non può fare a meno di scoprire quali sono le migliori piattaforme di trading: la risposta è indispensabile per fare trading con le coppie di valute, in un mercato che risulta decisamente apprezzato grazie alla sua liquidità molto elevata. Qual è la migliore piattaforma di trading sul forex? Le migliori piattaforme forex sono, ovviamente, quelle che garantiscono gli standard di sicurezza più alti: questo vuol dire che prima di diventare operative ed essere online sono state sottoposte a verifiche rigorose. Non solo, tali piattaforme vengono tenute sotto controllo in maniera costante in virtù di un monitoraggio severo e stringente.

Vedi questo utile video:

Nel novero dei broker da preferire vanno inseriti, ovviamente, solo quelli regolamentati e autorizzati, in quanto sono i soli che si possano ritenere affidabili. In sostanza, i migliori broker forex sono quelli:

Come approcciare il trading forex

Nel momento in cui ci si mette alla ricerca delle migliori piattaforme forex è importante individuare una piattaforma che si dimostri facile da usare, onesta e al tempo stesso sicura. Chi è senza esperienza, però, non può pensare di iniziare a investire senza aver prima lavorato per conseguire una preparazione adeguata.

Per formarsi si può scegliere tra libri, ebook e corsi video: un ampio assortimento di risorse didattiche che consentono di prendere dimestichezza con il settore del trading e di non farsi trovare impreparati di fronte alle insidie con cui si potrebbe avere a che fare nel corso del tempo. I tutorial in formato video permettono di studiare il forex in tutti i suoi aspetti, a cominciare dalle basi per concludere con le strategie più impegnative ma anche più sicure.

Le migliori piattaforme per il trading forex

Ecco alcune tra le migliori nella tabella qui sotto:

  • Deposito Min: 1

    Licenza: 275/15

    Compra azioni al prezzo IPO

    Conto di riusparmio al 3%

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 204/13

    Copia i Migliori Trader

    1000 asset negoziabili

    I derivati sono strumenti complessi e implicano un alto livello di rischio

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Spread Stretti

    Formazione Gratuita

    Il 87.41% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 68% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    77% degli investitori retail perdono denaro quando operano con questo broker

Sono due i parametri più importanti su cui si può fare affidamento per capire se si ha a che fare o meno con una piattaforma sicura:

  • Il possesso della licenza Cysec

  • L’autorizzazione fornita dalla FCA o da un altro organismo di controllo, come per esempio la Consob.

Potrebbe anche interessarti quali sono i migliori broker.

eToro

Tra i migliori broker forex va segnalato senza alcun dubbio eToro, di sicuro la prima opzione che merita di essere presa in considerazione da tutti i trader principianti del settore che hanno in mente di iniziare a utilizzare un conto di trading forex. Stiamo parlando di una realtà con zero commissioni reali e che ha fatto della massima onestà il proprio fiore all’occhiello.

Le caratteristiche distintive di eToro sono:

  • La flessibilità

  • L’affidabilità

  • La sicurezza

Chi muove i primi passi nel campo del trading forex punta su eToro perché mette a disposizione una piattaforma che è davvero facile da usare. Un’altra caratteristica molto apprezzata consiste nella possibilità di copiare quando si fa trading, in virtù di un sistema del tutto automatico che permette di replicare le operazioni effettuate dai trader più bravi.

Questa opportunità viene concessa da Copytrader, che è un sistema brevettato per mezzo del quale tutti gli iscritti hanno l’opportunità di individuare gli investitori che fino a quel momento hanno guadagnato di più con un rischio minimo. È sufficiente un clic per scegliere i trader da cui si vuol copiare, e da quel momento le operazioni potranno essere riprodotte in automatico. Puoi provare eToro da qui.

Capital.com

Anche Capital.com viene indicato dai neofiti come una delle piattaforme più adatte per iniziare, soprattutto per il fatto che il deposito minimo richiesto è pari a 20 euro (a fronte dei 100-250 euro solitamente necessari per iniziare a fare trading con altri broker) e perché si tratta di una piattaforma piuttosto facile da utilizzare, anche se si è alle prime armi.

Va rilevato d’altra parte che anche il materiale didattico messo a diposizione degli iscritti è piuttosto valido: sono disponibili lezioni video che partono dalle basi fino ad arrivare a spiegare le strategie di trading più sofisticate. La cosa che ci sentiamo di suggerire e che offre Capital.com è la possibilità di associare il proprio conto alla piattaforma Tradingview, qui vedi come:

Il conto demo di Capital.com può essere fruito dall’utente a titolo gratuito; il suo utilizzo del resto non è vincolante: ovvero non si è costretti a effettuare successivamente un deposito per aprire un conto reale. Lo puoi provare da qui.

Verificare se una piattaforma forex è sicura

Per ottenere tutte le informazioni di cui si può aver bisogno a questo proposito è sufficiente andare in fondo alla home page del sito della piattaforma: qui, infatti, devono essere specificati tutti i dettagli che riguardano le licenze e le autorizzazioni. È evidente che se non si trovano dati precisi c’è qualcosa che non va, e quindi conviene rivolgere la propria attenzione altrove.

Infatti, se si decide di cominciare a fare trading con una piattaforma che è priva di autorizzazione FCA o Consob e che non dispone di una licenza Cysec, ci si espone a notevoli rischi, dal momento che non si possono avere certezze a proposito del modo in cui il proprio patrimonio viene tutelato. Al tempo stesso, si mette in pericolo anche la sicurezza delle informazioni relative alla carta di credito e quella dei dati personali.

Questo non vuol dire, comunque, che se ci si registra a una piattaforma sicura e affidabile si possa avere la certezza di guadagnare. Per nessun investimento finanziario si può escludere un margine di rischio: ma, almeno, è conveniente fare trading su piattaforme che diano garanzie e che non mettano a repentaglio la riservatezza dei dati che vengono forniti dai trader.

Un altro aspetto a cui si deve badare, dal punto di vista della sicurezza, ha a che fare con il rischio dei contratti per differenza. Non a caso, nessuna delle migliori piattaforme forex dichiara che gli investimenti con i CFD siano al 100% sicuri.

Anzi, viene fatto notare giustamente che tali investimenti possono far perdere dei soldi. Anche per questo motivo, se ci si dovesse imbattere in un sito o in una piattaforma che promettono guadagni molto elevati, magari nel giro di poco tempo, è opportuno:

  • Abbandonare quel sito

  • Scegliere una piattaforma sicura

  • Convincersi del fatto che non esistono software miracolosi che permettono di diventare ricchi.

Potrebbe anche interessarti: Il trading online, truffa o realtà?

Piattaforme Forex con conto demo gratis

Vale la pena di ribadire che aprire e utilizzare un conto demo non costa niente. A mano a mano che si va avanti con i vari investimenti nel forex, si può notare il saldo crescere o ridursi (a seconda dell’esito delle operazioni), ma in ogni caso si può stare tranquilli perché è tutto virtuale. Quando poi si ritiene di essere pronti a passare ai soldi veri, lo scenario cambia: si può procedere con il versamento di 100 euro (o anche di più, se si ha un budget a disposizione più consistente).

I soldi che vengono depositati dagli utenti, infatti, finiscono su conti differenti da quello del broker. Se anche quest’ultimo dovesse avere dei problemi, dunque, il denaro dei trader non sarebbe a rischio.

Che si decida di dedicarsi al forex o di optare per asset differenti, il ricorso a Plus500 è destinato a dimostrarsi una scelta vantaggiosa, ma solo a patto che si sia consapevoli del rischio che sta alla base dei contratti per differenza. Il riferimento è alla leva finanziaria che

  • permette di esporsi sul mercato con un importo maggiore di quello che è stato versato

  • agisce come un moltiplicatore di guadagni

  • rischia di amplificare le perdite in caso di investimenti sbagliati.

Questo è un altro dei motivi per i quali nel momento in cui ci si approccia al forex conviene programmare l’intero percorso che si ha in mente con la massima cura.

Gli account demo gratis

Coloro che desiderano cominciare a fare trading online sul forex (ovvero il mercato valutario) dovrebbero – prima ancora di aprire un conto reale  - iniziare a esercitarsi con una forex demo su una piattaforma di trading accreditata, in maniera tale da far pratica senza mettere a rischio il proprio capitale. Il broker infatti mette loro a disposizione un capitale virtuale illimitato.

I conti di simulazione offerti dalle migliori piattaforme consentono all’utente di tradare proprio come se stesse utilizzando un conto in cui ha depositato il proprio denaro: effettuerà operazioni in tempo reale e potrà utilizzare tutti gli strumenti previsti per la gestione del rischio (stop loss, take profit, ecc.). In tal modo il principiante potrà comprendere il funzionamento della piattaforma e migliorare le proprie conoscenze nel settore, magari cominciando a sviluppare anche una propria strategia.

Ma quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere un conto forex demo per essere considerato valido e conveniente?

  1. Deve essere gratuito

  2. Deve essere illimitato

  3. Non deve essere vincolante

  4. Non deve prevedere il deposito di denaro per essere utilizzato

Un buon conto demo, è ovvio, può essere offerto solo da un broker affidabile che dispone di una piattaforma performante. Si tratta in particolare di broker

  1. Regolamentati, affidabili e autorevoli

  2. Caratterizzati da piattaforme intuitive e che garantiscono una buona user experience

  3. Che non richiedono all’utente alcun tipo di commissione

  4. Che presentano spread convenienti

  5. Che offrono al trader un percorso formativo e di assistenza ad hoc

Piattaforme forex: differenza tra demo e reale

Quali differenze intercorrono tra una piattaforma forex demo e un conto forex reale? Il primo, in effetti, consente di effettuare le operazioni di trading senza ottenere profitti, ma senza neppure subire perdite, il che offre la possibilità al trader di essere anche un po’ più audace, non essendo in gioco del denaro reale.

Si tratta di una differenza a dir poco sostanziale: con il conto demo, in altri termini, non si deve fare i conti con la propria emotività, la quale può rivestire un ruolo di primo piano in questo tipo di attività. Proprio per questo motivo è opportuno non protrarre inutilmente l’utilizzo di un conto demo: potrebbe essere fuorviante e potrebbe convincere il neo-investitore che il trading è un gioco da ragazzi.

Certo un simile training consentirà di acquisire e di approfondire tutti i principali aspetti tecnici della piattaforma e del mercato, ma non eserciterà il principiante a tenere sotto controllo le proprie emozioni. Del resto l’aspetto psicologico riveste un ruolo fondamentale nel trading e sarebbe un grave errore non tenerne conto.

Nel momento in cui il trader apre un conto reale, la bramosia di denaro e la paura di perderlo possono influenzare in maniera negativa la sua strategia. Proprio per questo motivo è importante rimanere lucidi, distaccati e razionali.

Insomma alla luce di ciò è importante che il trader faccia il suo periodo di prova, ma dopo un po’ deve avere anche il coraggio di testare la propria emotività con un conto reale, effettuando il suo primo deposito. Ricordiamo che con Capital.com è di soli 20 euro. (provalo da qui)

La registrazione è obbligatoria?

Alcuni neo trader vorrebbero fare esperienza con un conto demo senza accreditarsi sulla piattaforma. Ma è davvero possibile? Esistono broker che lo consentono? Va detto che i broker che abbiamo precedentemente menzionato, come previsto dalla normativa europea, non permettono di utilizzare un conto demo senza registrarsi. È bene precisare però che l’inserimento dei propri dati richiede un tempo davvero limitato, per cui ne vale assolutamente la pena!

Leggi ad esempio come registrarsi su eToro.

Le recensioni sulle migliori piattaforme forex

Per scoprire quali sono le migliori piattaforme forex si potrebbe decidere anche di fare affidamento sulle recensioni che si trovano sul web. Tuttavia, tali recensioni non vanno ricercate nei forum, in quanto in questi ambienti del web si concentrano soprattutto trader che sono reduci da esperienze poco redditizie, spesso perché si sono avvicinati al settore degli investimenti in modo sbagliato.

Meglio basarsi sulle informazioni che vengono messe a disposizione dai broker stessi, che forniscono contenuti formativi di qualità grazie a cui è possibile cominciare a investire pur avendo una scarsa esperienza con il mondo del trading.

Se nel web ci si imbatte in recensioni positive, d’altro canto, è fondamentale prenderle con le pinze, a maggior ragione nel caso in cui esse riguardino piattaforme non regolamentate. Stiamo parlando di siti poco trasparenti e che non offrono le stesse garanzie delle migliori piattaforme forex: dopo aver incassato il denaro degli utenti che si iscrivono, lo indirizzano verso conti di società offshore che hanno sede in Paesi esotici.

In altri termini, per gli utenti non è facile riuscire a recuperare i soldi persi. Per di più, in questi paradisi fiscali la magistratura italiana non può esercitare alcun potere.

Ecco perché è molto più conveniente ricorrere a una piattaforma regolamentata per aprire un conto di trading: così si può essere certi di avere a che fare con un broker

  • che non applica commissioni fisse

  • che tutela i soldi degli utenti registrati

  • che permette di negoziare con i contratti per differenza.

Leggi anche: Cosa bisogna davvero sapere sui Forum di Trading Online.

La piattaforma Forex deve essere gratuita

Un’altra caratteristica peculiare delle migliori piattaforme forex ha a che fare con la loro gratuità, proprio perché non sono previste commissioni sull’eseguito. Per loro, la sola fonte di guadagno è rappresentata dallo spread, che consiste nella differenza tra il prezzo bid e il prezzo ask. Il prezzo bid corrisponde al prezzo a cui viene aperta una posizione con i contratti per differenza, mentre il prezzo ask equivale al prezzo di chiusura.

Gli ordini sono gestiti in house, e non immessi sul mercato reale: questo significa che possono essere prevenuti eventuali rallentamenti, mentre gli utenti hanno la possibilità di effettuare le operazioni di investimento in tempi veloci. Nel momento in cui una posizione viene aperta, in sostanza, l’ordine è già attivo. I broker forex market maker traggono un vantaggio nel caso in cui gli utenti riescano a guadagnare. È chiaro, infatti, che più i trader riescono a generare profitti e più sono portati a restare sulla piattaforma: così si genera lo spread che porta, come si è detto, guadagni al broker.

Lo spread è fisso, e in questo i broker forex market maker si distinguono rispetto ai broker electronic communication network. Così gli utenti possono essere certi dei costi, mentre con piattaforme differenti si ritroverebbero alle prese con oneri ballerini.

I requisiti delle migliori piattaforme forex

Come si può intuire, chi è alla ricerca dei migliori broker forex ha la possibilità di scegliere tra opzioni differenti e valutare come meglio crede le caratteristiche delle diverse piattaforme che abbiamo menzionato, che si propongono come soluzioni ideali tanto per i professionisti del settore quanto per i neofiti.

Viene da chiedersi, a questo punto, quali siano i requisiti che contribuiscono a fare di un broker forex una realtà affidabile e di qualità. Come si sarà capito, gli standard di sicurezza garantiti sono una variabile da cui non si può prescindere. Purtroppo in ambito forex i raggiri non sono pochi; anche se le frodi sono meno numerose rispetto a prima, i soggetti che operano in maniera poco trasparente continuano a esserci.

La scelta del broker, proprio per questo motivo, deve essere effettuata in maniera oculata: solo così si può essere certi di non correre rischi e di non imbattersi in sistemi truffaldini che hanno il solo effetto di far perdere i soldi che sono stati investiti. Iscrivendosi a un broker regolamentato e autorizzato, si conquista questa certezza, e ci si può dedicare al trading con la massima serenità e la consapevolezza di non avere niente da temere.

Ma che cosa vuol dire che un broker è regolamentato e autorizzato? In sostanza, si tratta di un broker che è legittimato a operare unicamente dopo avere conseguito un’autorizzazione ad hoc dagli organi di vigilanza competenti a livello nazionale e internazionale. Per l’Italia, per esempio, l’autorità di riferimento è la Consob.

I broker regolamentati sono tenuti a rispettare le norme – invero molto severe e restrittive – che disciplinano gli investimenti finanziari, ovviamente con lo scopo di tutelare i soldi dei risparmiatori. Se anche volesse, un broker autorizzato non avrebbe la possibilità di mettere in atto una frode a danno degli utenti iscritti.

Conclusioni

Vale la pena di ricordare che i broker autorizzati hanno l’obbligo di tenere i soldi degli utenti registrati in conti fiduciari a parte. Ciò implica che anche nel remoto caso di un fallimento del broker, gli investitori riavrebbero indietro il proprio denaro, senza pericoli.

Ancora, è utile sapere che i broker in questione aderiscono a fondi di garanzia che assicurano una copertura di 25mila euro per ciascun trader, secondo un meccanismo non troppo diverso da quello alla base dei fondi di garanzia per gli istituti di credito. Si tratta di una copertura ampiamente sufficiente, anche perché numerosi trader iniziano a investire a partire da una somma non superiore ai 250 euro.

Un broker autorizzato in un Paese Ue lo è in automatico anche in tutti gli altri. Ciò vuol dire, per esempio, che gli investitori italiani possono iscriversi senza problemi a broker la cui sede è situata in Paesi diversi. D’altro canto, è opportuno evitare i broker non regolamentati, così come sarebbe preferibile non registrarsi a piattaforme la cui sede si trova in Paesi extra Ue.

Non è bene entrare nel mercato delle valute con un atteggiamento superficiale o magari ritenendo che sia possibile guadagnare nel giro di pochi giorni. Vale la pena sapere, però, che non è indispensabile essere in possesso di una laurea in discipline economiche per riuscire a investire attraverso il trading di valute.

FAQ

Quali sono le migliori piattaforme forex?

Le migliori piattaforme forex sono quelle che mettono gli investitori nelle condizioni di fare trading in condizioni di massima sicurezza: quelle, cioè, in possesso della licenza Cysec e dell’autorizzazione Consob.

Quali sono le migliori valute forex?

Non esistono valute forex migliori in assoluto, perché dipende tutto dalle caratteristiche e dalle condizioni del mercato. Tra le coppie più comuni ci sono, comunque, quella composta da euro e dollaro americano e quella composta da euro e sterlina britannica.

Giorgia Pitti

Analista

Si occupa di Fintech e della finanza alternativa creando testi volti ad aiutare il piccolo medio investitore a muoversi sui mercati. Per quanto riguarda le cripto più famose, le altcoin e gli exchange ha provato diverse piattaforme e wallet, fornendo recensioni obiettive.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro