Come fare per evitare di pagare le commissioni sul trading online

Marilena
November 4th, 2020

Quando si fa trading online, è molto importante cercare di evitare di pagare le commissioni, così che i profitti possano essere massimizzati. A seconda dei casi, operare può essere gratuito o risultare molto dispendioso. Conviene imparare a operare gratis sui mercati, risparmiando le commissioni sul trading, grazie alla scelta delle piattaforme di trading migliori.

Menzioniamo subito che il broker eToro offre la possibilità di comprare azioni delle principali società a livello mondiale, come ad esempio Amazon, a commissioni 0. Provalo gratuitamente, cliccando qui.

piattaforma trading azioniSono invece in modo particolare gli operatori di estrazione bancaria che applicano le commissioni sull’eseguito. Per evitare di pagare le commissioni di trading, invece, è sufficiente:

  • Iscriversi a un broker regolamentato

  • Accertarsi che la piattaforma consenta di negoziare i contratti CFD

  • Utilizzare il conto demo per appurare se davvero non ci sono costi fissi.

I CFD sono strumenti derivati noti anche come contratti per differenza: la sigla che li indica, infatti, è l’acronimo dell’espressione in lingua inglese Contract for Difference. Usarli, in ogni caso, è molto più semplice di quel che si possa immaginare.

Cosa si intende per commissioni sul trading

Quando si parla di trading, ci sono diverse tipologie di commissioni fisse in cui ci si può imbattere, anche se quelle più importanti sono quattro:

  • La commissione per l’apertura del conto

  • La commissione sull’eseguito

  • L’imposta sul deposito titoli

  • La commissione di gestione

Nella maggior parte dei casi, le commissioni di trading vengono applicate dai broker di estrazione bancaria, che a dispetto dei cambiamenti che si sono verificati nel corso del tempo continuano ad applicare tale modalità di business.

Ovviamente, se non si ha intenzione di pagare alcuna commissione, si è liberi di fare trading scegliendo altre soluzioni: è sufficiente fare riferimento ai broker regolamentati che mettono a disposizione i contratti CFD, semplici da usare e soprattutto gratuiti.

Per trovare broker che non applicano costi fissi per la clientela è sufficiente scegliere tra quelli che sono in possesso della licenza Cysec o che, nel nostro Paese, sono certificati dalla Consob. Così si può essere certi di usufruire di un servizio di qualità elevata e di non correre rischi, perché si affida il proprio capitale a realtà sottoposte a controlli e verifiche severe.

In ogni caso, è bene tener presente che il trading online, anche nel caso in cui venga effettuato in assenza di commissioni, si basa su investimenti e operazioni che possono mettere a rischio il capitale. In particolare, il 75% dei trader retail che negoziano contratti per differenza con eToro perdono i propri soldi.

Questo non è un aspetto che può essere trascurato: ecco perché è molto importante riflettere con attenzione e capire se, eseguendo delle operazioni sbagliate, ci si possa permettere di perdere i soldi che verrebbero bruciati. Ecco spiegato il motivo per il quale è preferibile iniziare da cifre modeste, così da non correre pericoli eccessivi.

Potrebbe anche interessarti: Fare trading online con Webank è una buona idea?

Differenza tra spread e commissioni fisse

I trader non apprezzano di certo le commissioni fisse, dal momento che esse comportano una spesa sia quando gli investimenti si rivelano vincenti sia nel caso in cui vi sia una perdita. Per fortuna, però, per fare trading online non sempre si è costretti a pagare delle commissioni.

Le piattaforme di trading migliori hanno il pregio di essere gratuite e prevedono l’applicazione di un diverso modello di business, in virtù del quale riescono a guadagnare senza richiedere il pagamento delle commissioni ai propri clienti.

Il profitto dei broker, in questo caso, proviene dallo spread, che consiste nella differenza di prezzo tra il valore a cui si può acquistare e quello a cui si può vendere. Di conseguenza, l’intero guadagno è destinato a finire nelle tasche del trader, che non si deve preoccupare di commissioni o costi di alcun genere.

Per il trader, il modello dello spread si rivela molto più conveniente, anche perché si ha a che fare con una commissione centesimale. Il broker guadagna meno rispetto a ciò che avverrebbe se applicasse una commissione diretta su ogni operazione, ma riesce comunque a ottenere profitti sui grandi numeri, in quanto ci sono molti più trader iscritti che sono molto più attivi.

Che cosa serve per fare trading senza commissioni

Specialmente per chi muove i primi passi nel mondo del trading e non ha mai operato in precedenza sui mercati finanziari, le piattaforme più adatte per fare trading sono quelle che permettono di operare con i contratti per differenza.

Ecco una tabella con alcuni tra i broker che offrono la possibilità di fare trading senza commissioni su particolare strumenti e che non hanno alcuna commissione o costo di gestione:

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 67,7% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

Questi strumenti, infatti, non prevedono l’applicazione di commissioni ed evitano di dover pagare l’imposta di bollo deposito titoli. Si tratta, insomma, del sistema più adeguato per debuttare nel mondo degli investimenti finanziari.

La caratteristica più importante dei CFD è rappresentata dalla fedele riproduzione degli asset sottostanti. Questo vuol dire che se si opera con tale tipologia di contratto non si entra in possesso del bene su cui si investe, ma ci si limita a speculare sul cambiamento della sua quotazione. In altri termini, acquistando il CFD di una certa azienda non si diventa azionisti della stessa, così come con il CFD di una moneta virtuale non la si possiede direttamente.

Perchè preferire i CFD

  • Sono adatti anche ai neofiti

  • Permettono di guadagnare per ciascun punto base che viene movimentato

  • Sono una soluzione semplice per coloro che desiderano investire

  • Consentono di fare soldi in qualunque situazione di mercato.

Si tratta, infatti, di uno strumento che offre l’opportunità di investire tanto al rialzo quanto al ribasso: nel primo caso si guadagna se la quotazione del titolo cresce, mentre nel secondo caso si guadagna se la quotazione del titolo diminuisce. È, questo, un fattore molto importante, che nel corso degli ultimi anni ha stravolto in un certo senso il settore del trading.

Scegli-la-migliore-piattaforma-di-trading-di-CFDI CFD possono essere rialzisti o ribassisti: nel primo caso si parla di CFD Long, mentre nel secondo di CFD Short.

Per riuscire a ottenere un profitto in qualunque scenario, ovviamente, è necessario eseguire una previsione di mercato appropriata. Si immagini, per esempio, di avere un CFD Long sulle azioni di una società; nel momento in cui quelle azioni aumentano di 40 punti base, il profitto che si ottiene è di 40 pips. Se, invece, si ha un CFD Short e le azioni diminuiscono di 20 punti base, si ha in ogni caso un guadagno, che corrisponde a 50 pips.

Ora è facile intuire perché i contratti CFD rappresentano:

  • Lo strumento più usato dai trader di ogni angolo del mondo

  • Una risorsa professionale

  • Un modo vantaggioso di investire.

Come si è detto, essi non prevedono commissioni fisse; ovviamente sono regolamentati dalla Consob, a tutela della sicurezza di chi investe. Con i CFD è possibile investire al ribasso e basta un clic per comprare o per vendere. Nel momento in cui si decide di investire tramite i contratti per differenza, è opportuno privilegiare i broker più affidabili e sicuri, ovviamente senza commissioni di trading.

Commissioni trading: IQ Option vs Fineco

Le commissioni sul trading online possono essere previste con tipologie differenti, anche se la più antipatica di tutte rimane quella sull’eseguito. Per fortuna, è possibile neutralizzare tali costi extra tramite i contratti CFD.

Tuttavia, vale la pena di tener presente che il pagamento delle commissioni per il trading online non solo è poco vantaggioso dal punto di vista economico, ma soprattutto non è intelligente, considerando che ci sono soluzioni alternative per operare sui mercati finanziari evitando costi, siano essi espliciti o impliciti.

I contratti CFD, come si è detto, sono perfetti per questo scopo. Per altri, pagare le commissioni ha ancora meno senso se si sceglie di fare trading online a partire da importi modesti. Un esempio pratico può essere utile per schiarirsi le idee.

Si immagini di voler cominciare a investire a partire da un capitale di 10 euro, come è possibile fare con un broker come IQ Option. Nel caso in cui tale broker prevedesse delle commissioni sull’eseguito (per esempio quelle di Fineco, pari a 7 euro per ogni operazione), in meno di 2 operazioni tutto il capitale finirebbe in fumo. Se per abilità o fortuna tutte le operazioni dovessero essere chiuse in positivo, si avrebbe a che fare con una differenza straordinaria.

In pratica, il profitto che si ottiene con IQ Option è netto, mentre se si fa affidamento su una piattaforma bancaria è necessario sottrarre la commissione fissa che è prevista sull’eseguito, e che in genere è di 7 euro. È evidente che i ricavi sono molto più elevati con un broker CFD.

Ciò permette di comprendere che:

  • Le commissioni finiscono per bruciare il capitale di partenza da investire

  • Operare senza commissioni è importante soprattutto quando si parte con una cifra bassa

  • In ogni caso le commissioni di trading dovrebbero essere sempre evitate.

IQ Option

IQ Option è una delle migliori soluzioni che meritano di essere prese in considerazione quando si vuole cominciare a fare trading online evitando di pagare le commissioni. La peculiarità più interessante di questo broker va individuata senza dubbio nella possibilità di iniziare con un capitale di investimento di partenza di soli 10 euro.

Si tratta di un unicum, dal momento che non ci sono altri broker che permettono di iniziare da una cifra tanto bassa. Chiaramente non sono previsti costi di alcun genere, così come non ci sono commissioni di trading: questo è il motivo principale per il quale è possibile iniziare con poco.

Un altro aspetto significativo di Iq Option, poi, è rappresentato dai tanti corsi video che vengono messi a disposizione degli utenti che si iscrivono. Si tratta di materiale formativo molto prezioso, grazie a cui è possibile conoscere e capire il trading dalle basi alle tecniche più elaborate.

iq option commissioni tradingChi lo desidera, poi, ha l’opportunità di operare con un account demo, sempre gratis. Si tratta di un conto in cui è possibile replicare le operazioni e gli investimenti che si effettuerebbero con un conto vero, in un contesto di mercato identico, con la sola differenza che vengono usati soldi finti e non veri.

Insomma, è un conto di prova grazie a cui è possibile simulare le strategie di trading che si reputano migliori e mettere alla prova le proprie capacità. Gli account demo sono strumenti molto preziosi per acquisire familiarità con il trading, anche se hanno il difetto di non poter replicare le condizioni emotive che si vivono quando si investe davvero. Scopri subito il conto demo di Iq Option.

È chiaro, infatti, che se si ha la consapevolezza di non perdere nulla anche in caso di investimento sbagliato ci si sente sotto pressione in misura nettamente inferiore rispetto a quello che avverrebbe in un contesto “reale”.

Ciò non toglie che il conto demo di Iq Option sia una risorsa alquanto utile, tanto per chi sta muovendo i primi passi nel settore quanto per chi ha già alle spalle una certa esperienza. Anche i trader più bravi, infatti, possono approfittare di un account di questo tipo per accrescere le proprie abilità e migliorare le proprie capacità.

Nel trading online non si deve mai smettere di studiare, e quindi di imparare: l’aggiornamento è molto importante, perché permette di non lasciarsi sorprendere dal mercato e di essere sempre sul pezzo. Con un conto demo si passa dalla teoria alla pratica, e chiunque ha l’occasione di vedere come sarebbe mettersi all’opera.

Ha senso pagare commissioni sul trading?

Si è visto, dunque, che vari broker prevedono la presenza di commissioni fisse, che possono essere esplicite o implicite. Fino a pochi anni fa, molti broker online venivano pubblicizzati attraverso la promozione di commissioni molto basse sull’eseguito. Se in passato ciò rappresentava a tutti gli effetti la soluzione più indicata per investire, la situazione attuale è differente, e non ha senso continuare a pagare commissioni.

In effetti, un trader con un minimo di esperienza arriva a domandarsi per quale motivo dovrebbe spendere soldi per un servizio che in realtà non costa niente. Se si opta per un intermediario che non impone commissioni, si può essere certi:

  • Di usufruire di un servizio migliore

  • Di spendere meno

  • Di risparmiare

Sul web si trovano vari forum dedicati ad argomenti finanziari in cui viene affrontato l’argomento delle commissioni e si menzionano operatori bancari come Widiba, Directa o Youbanking. Se si dà un’occhiata ai pareri degli utenti, emerge che il loro giudizio non è particolarmente positivo.

Chi scrive sui forum ha parecchi motivi per lamentarsi:

  • La lentezza

  • Le cadute del sistema

  • La scarsa efficienza

  • Le commissioni

Questa è un’altra buona ragione per cui conviene affidarsi, invece, ai broker senza commissioni, che sono garanzia di risparmio.

Esempio costi commissioni: Banca Cariparma

Un operatore che in Italia è molto conosciuto in questo settore è Cariparma Nowbanking. Si tratta di una banca che oltre allo spread prevede l’applicazione di commissioni. Esse, però, hanno l’effetto di far crescere le spese fino a picchi molto elevati, a livelli che in genere non possono essere sostenuti da coloro che desiderano risparmiare.

Non ci sono solo le spese di compravendita, per esempio, ma anche le commissioni di compravendita. Ipotizzando di avere intenzione di comprare un titolo azionario – a prescindere dal fatto che sia estero o italiano – si avrà a che fare con parecchie spese:

  • 4 euro di azionario Italia

  • 5 euro di titoli azionari Estero

  • Commissioni che vanno da un minimo dello 0.07% a un massimo dello 0.485% per i titoli azionari italiani, e che non possono mai essere inferiori a 1 euro e 50 centesimi o superiori a 25 euro.

Appare evidente, pertanto, che sono ben pochi i vantaggi che derivano dalla decisione di fare trading con una banca tradizionale. È molto più conveniente, al contrario, puntare su un broker di trading online economico, e cioè a commissioni zero.

In questo modo, si può essere certi di beneficiare di un livello di affidabilità molto elevato, e inoltre crescono le probabilità di ottenere dei guadagni dagli investimenti che si effettueranno.

Potrebbe anche interessarti: Trading online Bancoposta: tutti i pro e i contro

Le commissioni di trading online vanno evitate

Come è ormai chiaro, le commissioni di trading online si rivelano dannose per tutte le categorie di investitori, ma lo sono in modo particolare per chi decide di investire a partire da un capitale piccolo. Esse, infatti, influenzano in modo decisivo i ricavi alla fine della giornata.

Gli esperti sono concordi nel raccomandare di operare gratis, così da non dover fare i conti – anche in senso letterale – con una vasta gamma di commissioni e di costi del tutto inutili. Tra questi, vale la pena di menzionare:

  • Le commissioni sull’eseguito

  • L’imposta di bollo

  • I costi di gestione

  • Le spese di apertura del conto.

Mentre fino a pochi anni fa pagare le commissioni per il trading era ritenuto accettabile, e anzi rappresentava più o meno una prassi consolidata, al giorno d’oggi la situazione è ben diversa. Nel caso in cui si sia in cerca di una soluzione per operare senza commissioni, il consiglio è quello di scegliere broker:

  • Con i contratti CFD

  • In grado di garantire alti standard di qualità

  • Capaci di offrire un livello di servizio prossimo all’eccellenza.

A parità di operazioni di trading eseguite, così, si usufruisce di un doppio beneficio: da un lato i costi fissi sono inferiori, e dall’altro lato i ricavi sono più alti.

Per chi non ha mai investito in precedenza e ha deciso di cimentarsi per la prima volta in questo settore, è auspicabile iniziare a partire da un conto demo gratuito, che consente di fare pratica con soldi virtuali. Ciò vuol dire che non si impegna direttamente il proprio capitale ma ci si può esercitare con del denaro finto: così, anche in caso di investimenti sbagliati non si rischiano perdite preoccupanti.

Leggi la nostra guida sui migliori siti di trading

Quale broker scegliere per pagare meno commissioni

Ci vogliono pochi minuti per portare a termine la registrazione al broker a cui ci si vuole affidare per fare trading. Già, ma quali sono i broker più professionali e seri a cui fare riferimento? Eccoli segnalati:

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 67,7% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

eToro

EToro prevede un deposito minimo di 200 euro. Basato su una piattaforma intuitiva e semplice da utilizzare, mette a disposizione degli utenti la possibilità di usufruire del social trading, un sistema attraverso il quale gli utenti iscritti hanno l’opportunità di ricopiare le operazioni effettuate dai trader più bravi (vale a dire quelli che hanno guadagnato di più) e di replicarle in modo automatico. Scopri subito tutte le potenzialità di eToro.

Leggi anche:Fare trading copiando i migliori

Le-tue-strategie-di-trading-con-la-funzione-di-CopyTrader

Plus500

Con Plus500, poi, la somma minima richiesta per il deposito iniziale è di 100 euro. Anche questa è una delle piattaforme professionali che vale la pena di prendere in considerazione quando si è in cerca di un broker senza commissioni. Volendo, si può usufruire di un account demo gratuito, utile non solo ai neofiti ma anche ai più esperti, che hanno a disposizione uno strumento per sperimentare nuove strategie. Inizia subito a prendere confidenza con Plus500 grazie al conto demo.

Queste piattaforme sono state indicate sono dotate della licenza Cysec: questo tutela e rassicura i trader, che sanno di avere a che fare con broker regolamentati e autorizzati a operare in Italia nel rispetto delle norme nazionali e internazionali.

FAQ

Quando costa fare trading online?

Il costo del trading online varia a seconda del broker a cui si fa riferimento: in alcuni casi si può avere a che fare con commissioni sull’eseguito molto salate, che erodono una parte del capitale ogni volta che si effettua un’operazione; scegliendo i broker giusti, comunque, fare trading non costa niente.

Come fare trading senza commissioni?

Per fare trading non dovendo preoccuparsi del pagamento delle commissioni è sufficiente scegliere le piattaforme più professionali, come per esempio Iq Option e Plus500: sono tutte regolamentate e, appunto, non prevedono cosi supplementari.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro