Come gestire al meglio i rischi del trading online

Marilena
December 7th, 2020

Chi si avvicina per la prima volta al trading online potrebbe credere che questa attività sia rischiosa: una convinzione che di per sé non è sbagliata, anche se è sempre opportuno approfondire che cosa si intenda quando si parla di rischi.

Una scarsa consapevolezza da questo punto di vista può essere la causa di perdite di denaro, o comunque impedire di cogliere delle importanti occasioni di guadagno. Ecco perché è molto importante non solo capire quali sono i rischi più importanti nel mondo del trading online, ma soprattutto che cosa si può fare per tenerli sotto controllo.

Per esempio, è indispensabile individuare una piattaforma di trading adeguata: se si è ancora dei principianti, ne serve una che sia intuitiva e facile da usare. Un ottimo esempio in tal senso proviene da eToro, che è tra le poche piattaforme che offre la possibilità di replicare le operazioni eseguite dai trader più bravi al mondo in maniera automatica.

I neofiti del trading dimostrano di apprezzare in modo particolare eToro (visita il sito), proprio perché grazie ad essa hanno l’opportunità di conseguire, sin dal primo giorno di attività, risultati identici a quelli dei trader migliori al mondo. Al tempo stesso, poi, si può approfittare di questa occasione per osservare il modus operandi di questi trader e, di conseguenza, imparare sul campo. Un apprendimento diretto e, soprattutto, gratis.

Potrebbe anche interessarti: Il trading online è una truffa o è sicuro?

I rischi più importanti per il trading online

Quando si parla dei rischi più significativi per il trading è sempre utile distinguere due tipologie differenti:

  • da una parte ci sono i rischi legati al mercato

  • dall’altra parte ci sono i rischi che hanno a che fare con gli intermediari.

Questi ultimi sono i più semplici da prevenire, ma anche i più pericolosi: il problema è che il mercato pullula di finte piattaforme che raggirano i propri utenti.

In parecchi casi un trader ancora alle prime armi non ha ancora la competenza necessaria per riconoscere una frode e distinguerla rispetto a una piattaforma di trading seria e professionale. Così si finisce per affidare il proprio denaro a malintenzionati i cui fini criminosi emergeranno nel giro di breve tempo.

Come si è detto, però, per fortuna non è difficile riuscire a non imbattersi in rischi di questo tipo: tutto quello che bisogna fare è operare unicamente con piattaforme regolamentate e autorizzate. Si tratta, dunque, di fare riferimento a piattaforme che rispettano le norme in vigore a livello europeo. In Italia, la Consob è l’autorità competente alla vigilanza e al monitoraggio di queste realtà.

Per essere certi di non finire in trappola a causa di una truffa, dunque, conviene scegliere una piattaforma regolamentata, meglio ancora se facile da utilizzare e alla portata anche di chi ha poca esperienza. Tra queste, vale la pena di menzionare in particolare:

Tutti e tre questi broker sono in possesso della licenza Cysec, e questo vuol dire che operano nel pieno rispetto delle normative in vigore a livello internazionale. Ciò rappresenta una tutela importante per tutti gli utenti iscritti, che hanno la certezza di avere a che fare con una piattaforma sicura e soprattutto di essere tutelati in caso di imprevisti.

Evitare i rischi legati all'intermediario: scegliere tra i migliori

Come anticipato sopra, tra le migliori soluzioni troviamo quelle proposte nella seguente tabella:

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 67,7% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

eToro

EToro richiede, per poter iniziare a investire, un versamento minimo di 200 euro. Ovviamente chi lo desidera può anche decidere di depositare una cifra più elevata: dipende tutto dal budget che si ha a disposizione. Qualunque sia l’importo che si ha in mente di investire, comunque, è opportuno considerare che il trading espone a dei rischi significativi; quindi occorre valutare se si può fare a meno di quei soldi, che potrebbero sempre andare persi. Iscriviti subito a eToro.

Cosa-dice-la-stampaEToro è il broker più famoso al mondo in questo settore, anche grazie al Copytrading: gli utenti possono ricopiare le strategie e le operazioni di investimento scelte da altri trader, i quali vengono retribuiti direttamente dalla piattaforma in proporzione al numero di follower che hanno. Insomma, più vengono copiati e più vengono pagati.

Come-copiare-i-trader-su-eToro

IQ Option

Infine, ecco IQ Option, che come le altre due piattaforme di trading di cui abbiamo parlato offre la possibilità di utilizzare, senza dover pagare niente, un conto demo. La demo consente di esercitarsi con il trading, prendere dimestichezza con la piattaforma che si sta utilizzando e sperimentare tutte le strategie che poi si vorranno utilizzare.

crea-un-acountAvvalersi del conto demo è davvero importante, poiché si tratta di un conto in tutto e per tutto simile a quello vero, con la sola differenza che ad alimentarlo c’è denaro virtuale invece di soldi veri. Questo è un vantaggio evidente, proprio perché dà l’occasione di acquisire familiarità con gli investimenti senza correre rischi: se anche un’operazione dovesse rivelarsi sbagliata, non si compromette il proprio capitale.

Certo, quando si parla di rischi del trading non si può fare a meno di trascurare la dimensione psicologica: il rischio di intestardirsi quando le cose non vanno per il verso giusto e si insiste invece di fermarsi; oppure il rischio di lasciarsi trascinare dall’entusiasmo quando sarebbe il caso di accontentarsi. Con un demo, vengono meno emozioni come:

  • La paura

  • L’avidità

  • Il panico

  • La tensione

Proprio perché si ha la consapevolezza di non rischiare nulla. Quindi, che si usi la demo di IQ Option o di qualunque altra piattaforma di trading, vale la pena di servirsene per il tempo necessario ad allenarsi, ma poi occorre farsi coraggio e passare al conto vero. Inizia subito a fare trading con il conto demo di IQ Option.

Imparare a gestire le proprie emozioni è uno dei compiti più impegnativi per un trader, che nel corso del tempo deve capire come fare per tenere sotto controllo l’ansia e tutte le altre sensazioni che possono alterare la lucidità e portare a comportamenti sbagliati o poco redditizi.

Insomma, l’uomo non è una macchina, e i trader più bravi sono quelli che non si fanno condizionare dalla componente emotiva ma riescono a tenerla a basa. Non si acquisisce questa abilità dall’oggi al domani, ma c’è bisogno di tempo, di impegno, di sacrificio e di pazienza.

Potrebbe anche interessarti: “Quali sono I migliori siti trading online del 2020”

Gestire i rischi legati al mercato

Se iscriversi a una piattaforma autorizzata e sicura consente di non patire raggiri, ciò comunque non basta ad annullare la totalità dei rischi correlati al trading: occorre tenere conto, infatti, anche dei rischi di mercato. L’imprevedibilità è il tratto distintivo dei mercati finanziari, dove nessuno può riuscire a effettuare previsioni sempre vincenti.

A ben vedere, se con il trading si può guadagnare ciò è dovuto proprio alla natura imprevedibile dei mercati. È evidente, infatti, che qualora fosse possibile prevedere in maniera deterministica il prezzo di un titolo finanziario, non ci potrebbero essere profitti di trading e non servirebbe a niente operatore sui mercati con un intento speculativo.

Ovviamente questo non vuol dire che realizzare delle previsioni sui mercati finanziari non sia possibile: anzi, è proprio questa la caratteristica che distingue i trader più bravi, e questo è il motivo per il quale essi guadagnano molto. Ciò che neppure gli investitori migliori sono in grado di fare, invece, è indovinare il 100% delle previsioni.

Come fare per gestire il rischio nel trading online

Non si deve pensare, comunque, che il carattere imprevedibile dei mercati sia un ostacolo o un problema per chi fa trading: ciò che conta è conoscere le tecniche che offrono l’opportunità di gestire i rischi di trading. Sono quelle che vengono messe in pratica dai trader più abili, i quali non a caso hanno le competenze e le capacità che occorrono per limitare il rischio.

Queste tecniche, invece, non di rado sono sconosciute o vengono ignorate dai neofiti del settore, con le conseguenze negative che si possono facilmente immaginare. Rimediare non è difficile, comunque: chi sta muovendo i primi passi nel settore del trading, per esempio, può frequentare un corso dedicato a questo argomento. In questo modo sarà possibile:

  • Scoprire le varie tecniche che si possono mettere in pratica per fare trading

  • Sapere come fare per proteggersi dai rischi

  • Conoscere i migliori trucchi del settore.

Le tecniche in questione sono molteplici, ma una delle più importanti va individuata senza alcun dubbio nel money management, grazie a cui si ottiene la possibilità di minimizzare i rischi. Per raggiungere questo obiettivo è consigliabile impiegare unicamente una quota minima del capitale complessivo che si ha a disposizione per ogni operazione.

Seguendo tale strategia, anche nel caso in cui l’operazione si dovesse chiudere in perdita non si correrebbero pericoli, dal momento che quella perdita verrebbe comunque compensata dai profitti derivanti da tutte le altre operazioni. Viceversa, qualora si puntasse l’intero capitale su un’operazione sola, risulta evidente che una semplice previsione non corretta potrebbe innescare conseguenze drammatiche.

Usare un trading system per controllare i rischi di trading

Il trading system è un altro aspetto molto importante per monitorare i rischi correlati al trading online. Parecchi trader alle prime armi trascurano l’opportunità di servirsi di due strumenti molto potenti che permettono di limitare il rischio, e che proprio per questo motivo dovrebbero essere impostati in ogni situazione: lo stop loss e il take profit.

Attraverso lo stop loss, viene segnalato alla piattaforma di trading che nel momento in cui si tocca una determinata soglia di perdita è necessario chiudere l’operazione in corso. In virtù di questo meccanismo, chi fa trading sceglie quale perdita massima può tollerare e oltre quale limite non si deve andare.

Stop-operativo-Plus500Per quel che riguarda il take profit, invece, si tratta di indicare alla piattaforma il tetto massimo di guadagno per ciascuna operazione: in un certo senso, è l’opposto dello stop loss. Ma se lo scopo degli stop loss è facile da intuire anche per una persona senza esperienza, qual è il senso di impostare un take profit per limitare i profitti?

Come si è detto, si tratta di indicare in anticipo il guadagno massimo che si può ricavare da una certa operazione. In questo modo, si può arrivare a chiudere tale operazione nei tempi giusti, e cioè prima che il mercato mostri una inversione di tendenza.

Sia l’impostazione dei take profit che quella degli stop loss sono operazioni che possono essere compiute senza troppe difficoltà con il giusto allenamento. Se proprio non si sa da che parte iniziare, poi, si può comunque decidere di sfruttare eToro per copiare i trader migliori in automatico. In tale circostanza, infatti, non serve impostare né i take profit né gli stop loss.

Questo non vuol dire, comunque, che non ci si debba impegnare: occorre sforzarsi, infatti, per individuare i trader che hanno caratteristiche tali da meritare di essere copiati. Si deve fare riferimento, come è evidente, a quelli che in precedenza sono riusciti a conseguire il guadagno più elevato con un rischio minimo.

Un impegno che, in ogni caso, non è certo proibitivo, anche perché la piattaforma permette di usufruire di un motore di ricerca interno decisamente avanzato, grazie a cui sono sufficienti pochi clic per reperire senza difficoltà tutte le informazioni e tutti i dati utili.

Ti consigliamo di leggere anche la nostra guida sul Trading Algoritmico  

Il trading è pericoloso?

Se non si è in grado di tenere sotto controllo i rischi correlati al trading online, non si può escludere la probabilità che questa attività possa portare a conseguenze negative. Le testimonianze di chi si è rovinato per colpa del trading, però, permettono di intuire che ciò è avvenuto solo perché si era deciso di utilizzare piattaforme non autorizzate, che hanno messo in atto dei raggiri.

Ma qual è il meccanismo di funzionamento di tali piattaforme? Dopo aver fatto perdere l’intera somma investita, esse contattano gli utenti iscritti e, con fare persuasivo, li inducono a versare altri soldi sul proprio conto. Anche quel denaro, però, finirà per andare perso.

È bene distinguere in maniera netta le piattaforme di trading non autorizzate da quelle che lo sono. Anche queste contattano i propri clienti, ma i motivi per cui lo fanno sono differenti: per esempio per erogare formazione, o semplicemente per garantire un servizio di assistenza, per altro gratuito.

Ecco, quindi, che la linea di demarcazione tra coloro che hanno l’opportunità di guadagnare con il trading e coloro che finiscono per perdere soldi è rappresentata proprio dalla piattaforma che viene utilizzata per operare

Le piattaforme migliori sono quelle:

  • Regolamentate

  • Autorizzate

  • Facili da utilizzare

  • Con servizi extra per i trader alle prime armi.

EToro è una piattaforma che garantisce numerosi vantaggi, non solo per la semplicità di utilizzo, ma anche per l’assenza di commissioni e per la gratuità. Come si è detto, gli utenti che si iscrivono a eToro hanno l’opportunità di copiare i trader più bravi al mondo in maniera automatica.

trading criptovalute copiarePer capire fino in fondo il funzionamento di eToro è necessario conoscere Copytrading, software brevettato che permette di identificare coloro che fino a quel momento sono riusciti a conseguire il profitto più elevato con il rischio più basso. I trader migliori vengono selezionati e poi, appunto, copiati: sarà il programma a replicare le loro operazioni di investimento, in tempo reale e in automatico. Scopri tutte le potenzialità di eToro.

IQ Option è una delle piattaforme più gradite da coloro che desiderano minimizzare il rischio di trading, visto che permette di iniziare a investire con un capitale di soli 10 euro. Per la registrazione, che è gratuita, la procedura da seguire è molto semplice.

Ma IQ Option offre molti altri vantaggi:

  • Non si applicano commissioni di alcun genere

  • È disponibile un conto demo gratis

  • Il conto demo può essere utilizzato per tutto il tempo che si vuole, senza vincoli.

Potrebbe anche interessarti: Il broker IQ Option è affidabile?

La formazione per il trading online

Chiunque abbia in mente di cominciare a cimentarsi nel trading online non può sottovalutare l’importanza dello studio e di una preparazione adeguata. Può sembrare una constatazione banale, ma la realtà dimostra che ci sono ancora un sacco di trader privi di esperienza che cominciano a operare avendo conoscenze minime o nulle in materia, e così perdono tutto il denaro che decidono di investire.

Il trading online può essere considerato un’occasione di profitto davvero significativa, ma solo a condizione di essere preparati e sapere come orientarsi. Diversi aspiranti trader ignorano la differenza tra un broker autorizzato e uno non autorizzato: così diventano facili prede di chi mette in atto meccanismi fraudolenti.

Altri investitori alle prime armi, invece, trascurano il principio del money management, oppure non conoscono i vantaggi che potrebbero derivare dagli stop loss, finendo così per perdere molti più soldi di quel che sarebbe avvenuto se avessero fissato un limite. Questi sono solo alcuni dei tanti esempi che mettono in evidenza quanto sia fondamentale una formazione accurata per il trading online.

Sul web si possono trovare tanti corsi a pagamento, ma ce ne sono anche di gratuiti: ecco perché per studiare non serve spendere chissà quanti soldi.

Leggi anche: “Quanto guadagna un trader?”

I consigli da tenere a mente per gestire i rischi

La gestione dei rischi con il trading online passa attraverso molteplici accorgimenti: bisogna essere bravi nello stare alla larga dalle truffe e nel controllare i rischi di mercato. Inoltre, è sempre auspicabile fare money management e impostare gli stop loss. Come si è visto, sono due le tipologie di rischi correlati al trading online: i rischi legati al mercato e i rischi legati alle truffe.

Mentre i rischi legati alle truffe sono annullabili con facilità (è sufficiente scegliere solo piattaforme regolamentate e autorizzate), per i rischi legati al mercato il discorso è differente. Essi, comunque, possono essere controllati, anche attraverso i take profit e gli stop loss (sempre che vengano impostati in maniera appropriata).

Con eToro, poi, tutti i neofiti hanno l’occasione di copiare le operazioni dei trader più bravi in modo automatico.

Per chi si dedica al trading online, il rischio peggiore in cui si possa incappare è quello di restare vittime di una frode. Un pericolo che, in ogni caso, può essere evitato se ci si iscrive a un broker regolamentato e autorizzato. Sono diversi gli strumenti a cui si può fare affidamento per contenere i rischi di trading, e tra questi merita di essere menzionato lo stop loss: grazie ad esso si può scegliere quale rischio massimo si tollera per una singola operazione.

Nel caso in cui ci si registri a una delle piattaforme migliori presenti sul mercato, è possibile cominciare a fare trading con appena 250 euro. Si tratta di un importo minimo, e ciò contribuisce a ridurre il rischio in misura significativa. Al contrario, nel caso in cui si corra il rischio di operare utilizzando una piattaforma non regolamentata, non si può escludere la probabilità di perdere somme più ingenti.

Un trader alle prime armi che desidera contenere il rischio di sbagliare può, prima di tutto, iscriversi gratis a eToro e sfruttare il social trading, che permette di copiare i migliori.

Scopri anche “Come fare per evitare di pagare le commissioni di trading”

FAQ

Quali sono i principali rischi del trading?

Al di là dei pericoli che derivano dalle frodi e dai tentativi di raggiro messi in atto dai malintenzionati, i rischi principali del trading sono quelli che hanno a che fare con i mercati e, in modo particolare, con la loro imprevedibilità. Esistono, tuttavia, diversi accorgimenti che possono essere adottati per ridurre tali rischi, anche se è bene essere consapevoli del fatto che questi non potranno mai essere annullati del tutto.

Come evitare i rischi nel trading?

Per evitare i rischi nel trading è consigliabile, in primis, mettere in pratica la strategia del money management, che consiste non a caso in una diversificazione del rischio. In sostanza, invece che investire tanti soldi in poche operazioni, è molto meglio investire pochi soldi in tante operazioni: così, le eventuali perdite saranno limitate e in ogni caso verranno compensate dagli altri guadagni. Inoltre, vale la pena di imparare a utilizzare con intelligenza gli stop loss e i take profit.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro