Come investire in Gas Naturale attraverso il trading online

Nadia
February 25th, 2021

Il gas naturale è parte integrante del nostro mondo e finché ce ne sarà continuerà ad essere una risorsa preziosa su cui investire. Rientra senza dubbio tra quelle materie prime che sono ormai diventate indispensabili per la nostra vita quotidiana. Come investire in gas naturale?

Moltissime cose di utilizzo comune sono alimentate dal gas naturale e per quanto si continuino a cercare fonti energetiche alternative sia l’offerta che la domanda continuano a salire.

Questa è una delle ragioni principali per cui il gas naturale continua a tenere viva l’attenzione degli investitori ed esistono diversi modi per investire con esso. Partendo dai contratti Futures, che al momento rimangono ancora la forma maggiore di scambio di gas naturale a livello mondiale, più di recente anche i CFD (contratti per differenza) stanno iniziando a prendere piede riscontrando sempre più consensi da parte degli investitori. Questo anche grazie a strumenti per fare trading online come il Copy Trading di eToro.

trading natural gasOltre ai summenzionati metodi di investimento non vogliamo trascurare gli ETF, ai quali è possibile accedere utilizzando alcune piattaforme specializzate in trading online come, per esempio, eToro.

Qualunque sia l’oggetto del nostro investimento, gli strumenti che decidiamo di utilizzare possono fare la differenza. 

Persino una risorsa così preziosa come il gas naturale, perché produca un buon profitto, ha bisogno che sia negoziata su una piattaforma che offra delle garanzie solide. A tale scopo, attraverso questa guida, vogliamo indicarvi alcuni dei migliori broker su cui fare trading al fine di ottimizzare i vostri investimenti.

Prima di tutto passiamo in rassegna, più nel dettaglio, pro e contro dei diversi tipi di investimento con i quali si può fare trading in gas naturale.

Gas naturale: trading con gli ETF

Gli ETF (Exchange Trust Funds) sono dei panieri che contengono diversi asset tra cui anche eventualmente il gas naturale.

Detto in altre parole permettono di poter accedere a un ventaglio di opportunità di investimenti che possono includere anche il gas naturale.

gas naturale etfCome sanno molto bene i trader con una certa esperienza diversificare i propri investimenti è sempre la strada più vantaggiosa dal punto di vista finanziario, soprattutto quando a causa di eventi inaspettati, come quello che stiamo attraversano, i prezzi possono subire dei ribassi (o dei rialzi) improvvisi. 

I vantaggi degli ETF

Negoziare con gli ETF può diventare particolarmente vantaggioso se scegliamo di farlo con un broker in quanto i costi sono molto inferiori rispetto a una banca o un istituto di credito.

Tra i broker che vi abbiamo consigliato in questa guida ne troverete diversi che non chiedono affatto costi di commissioni ma solo uno spread, ovvero la differenza tra prezzo ask e bid.  

Abbiamo già parlato dell’affidabilità di broker come eToro e Capital.com e delle autorizzazioni e licenze di cui sono in possesso per poter operare in sicurezza.

Utilizzando gli ETF su una delle piattaforme indicate potrete investire in gas naturale partendo da capitali molto più bassi rispetto a quelli richiesti da una banca.

Gli investitori che hanno già una certa esperienza nel settore investono abitualmente con gli ETF in quanto sanno come realizzare profitti anche quando il mercato è in ribasso. 

In realtà se vi affiderete ai broker per operare in ETF, starete negoziando dei CFD sugli ETF e quindi oltre ai vantaggi derivanti dal investire in ETF unirete anche quelli dei CFD. 

Uno dei grandi benefici deriva dalla leva finanziaria che permette di potenziare o moltiplicare i propri investimenti utilizzando un margine richiesto inferiore rispetto all’esposizione complessiva cioè il valore su cui verranno calcolati i profitti o le perdite.

Se ancora non avete molta esperienza negli ETF prendetevi il tempo di capire come funzionano.

Cominciate con piccoli investimenti e osservate i trader più esperti così da comprendere i meccanismi che regolano questo tipo di trading. Col tempo potrete sfruttare al meglio questa forma di investimento riducendo i rischi al minimo indispensabile.

Leggi anche la guida sul trading rame e trading argento.

Trading gas naturale: CFD

I CFD (o contratti per differenza) in termini di accessibilità, intuibilità nel suo utilizzo e risparmio nei costi sono ineguagliabili. Si tratta di strumenti derivati, i CFD non sono vincolati alla commodity ma, al contrario, godono di ampi margini di flessibilità.

I vantaggi dei CFD in breve

I CFD sono strumenti derivati dove non si compra o vende l’asset sottostante ma il guadagno deriva dalla variazione che il prezzo subisce nel momento di apertura di una posizione al momento della sua chiusura.

In quanto derivato, replica l’andamento del sottostante (azioni, indici, ETF, opzioni, materia prima) ovvero se il prezzo dell’asset aumenta anche il prezzo del CFD aumenta e viceversa. L’ottenere un guadagno dipenderà in buona sostanza dal fare giuste previsioni nell’andamento del sottostante.

materie-prime-CFD-etoroI vantaggi di operare in CFD sono anche altri:

  • meno burocrazia dipendendo dal fatto che non si compra o vende l’asset sottostante

  • possibilità di operare e ottenere profitti anche al ribasso aprendo posizioni di vendita allo scoperto

  • opportunità di operare nel brevissimo tempo con time frame molto bassi, esempio due/tre giorni, un giorno sino ad arrivare a pochi minuti (scalping)

  • possibilità di fare investimenti anche con piccole somme di denaro ma esponendosi per un valore maggiore per effetto della leva finanziaria (a confronto dei contratti futures, questo è sicuramente un grande vantaggio)

  • opportunità di fare transazioni (quelle che uno vuole) a costi decisamente bassi senza sostenere delle vere e proprie commissioni come quelle bancarie

Anche l’accessibilità per operare con questo strumento è davvero interessante: basti pensare che per aprire un conto su un broker tra quelli da noi consigliati non si sostiene nessuna spesa di registrazione.

Vedi, per esempio, eToro o Capital.com.

I migliori Broker CFD

Ovviamente, per utilizzare al pieno delle sue potenzialità i CFD non si può fare a meno di rivolgersi a un broker che sia davvero affidabile e performante. Nel settore del trading ci sono moltissimi broker che si autopropongono ed è inutile dire che non tutti sono convenienti.

Le società di brokeraggio operando al di fuori dei mercati regolamentati, operano al di fuori delle regole stabilite nei circuiti borsistici ufficiali. Questo non significa che non abbiano regole ma hanno più libertà nel decidere in modo autonomo le caratteristiche dei contratti e le funzionalità di operazioni di compravendita. 

Ecco una breve lista dei migliori broker al momento.

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 67,7% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

Cosa rende un broker affidabile 

Un broker che sia prima di tutto affidabile deve possedere, per cominciare, tutte le licenze necessarie per poter operare in piena conformità con le leggi vigenti in questo settore. licenze e autorizzazioni che possono essere rilasciate soltanto dagli enti preposti e riconosciuti per questo scopo, ovvero la CySEC (per l’Europa) e/o la CONSOB (per l’Italia).

Per vostra utilità, abbiamo pensato di descrivervi, di seguito, almeno due tra le migliori piattaforme selezionate per voi: eToro e Capital.com.

eToro

Non a caso menzioniamo per primo questo broker. Grazie alle sue prestazioni e all’incredibile consenso che ha ricevuto a livello mondiale possiamo affermare che da anni è ormai uno dei migliori se non il leader del settore.

C’è chi ha definito questa piattaforma un grande Social Network a motivo, soprattutto delle sue caratteristiche interattive. 

Grazie al sistema con cui è strutturato tutti gli utenti possono interagire fra di loro e condividere la loro esperienza e le loro manovre finanziarie. 

Da questo punto di vista ha dimostrato di essere indiscutibilmente un broker all’avanguardia e capace di soddisfare quelle che sono le esigenze attuali sia degli utenti che del mercato del trading online.

Uno dei fiori all’occhiello di questo broker è, a detta degli stessi utenti, è il Copy Trading, ovvero uno strumento che permette a ciascun utente di eToro di interagire con altri trader (spesso con maggiore esperienza) e copiare le loro manovre finanziarie in modo automatico e assolutamente gratuito. Iscriviti ora su eToro e utilizza anche tu il Copy Trading.

Il 67% dei conti di clienti al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD con questo fornitore. Valuta se comprendi come funzionano i CFD e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

Moltissimi utenti hanno cominciato a fare trading su questa piattaforma grazie alla sua semplicità.

etoro-piattaformaInoltre, molti utenti che desiderano cimentarsi nel trading online non dispongono, almeno inizialmente, di ingenti somme da investire.

Tuttavia, la piattaforma eToro è alla portata di tutti anche da questo punto di vista, in quanto non ci sono costi di iscrizione né di commissioni. Questo è decisamente un notevole vantaggio. 

Per poter operare su eToro dovrai solo versare un deposito minimo di 200€ (che non è un pagamento ma una somma da utilizzare per mettere in atto transazioni di compra/vendita) e utilizzando il conto Demo, un conto con denaro virtuale potrai sperimentare le tue strategie di trading e osservare come reagisce il mercato. Fai trading online su gas naturale con eToro.

Il 67% dei conti di clienti al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD con questo fornitore. Valuta se comprendi come funzionano i CFD e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

Passiamo ora a descrivervi un secondo broker di qualità.

Capital.com

Questa piattaforma è, al di là di ogni dubbio, una delle più semplici da utilizzare, fatta su misura per chi sta cominciando a muovere i primi passi  nel mondo del trading online. 

Capital.com offre persino la possibilità di operare con la piattaforma Metatrader 4 o in alternativa di collegare il proprio account con la famosa Tradingview.

Capital_com-Strumenti-di-copertura-e-di-gestione-del-rischioIl 71% dei conti di clienti al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD con questo fornitore. Valuta se comprendi come funzionano i CFD e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

Oltre al trading gas naturale, scopri anche come fare trading oro e trading petrolio.

Di seguito passiamo a descrivere un’altra tipologia di investimento che è possibile fare con il gas naturale.

Trading gas naturale: investire con i futures

I contratti futures, sono contratti altamente standardizzati, in cui un compratore (di solito il produttore di gas naturale) e un venditore (solitamente distributori del gas) si accordano sul pagamento di un controvalore monetario fisso per lo scambio di materia prima a una data scadenza futura. 

Il contratto può essere negoziato prima della scadenza.

Per comprare un contratto future servono davvero ingenti capitali. Quindi i Futures sono quelli meno accessibili all’investitore medio

Questo per due ragioni principali: 

  • Non sono facilmente intuibili

  • Per potervi accedere, come già abbiamo detto, è indispensabile disporre di capitali piuttosto ingenti. (Esempio: un contratto vale 10.000 milioni di British Thermal Units, il prezzo del gas è stabilito a 2,650, per acquistare un contratto occorrerebbero 26.500 $) 

Per quanto stiamo parlando di un tipo di investimento conosciuto in tutto il mondo, hanno poca flessibilità in termini di negoziazione e sono alquanto costosi.

I futures hanno anche costi in relazioni a commissioni abbastanza importanti. 

Esistono forme di investimento decisamente più flessibili da questo punto di vista e decisamente più economiche

Quali sono dunque i pro (o i vantaggi) derivanti dai futures?

Stiamo parlando indubbiamente di contratti chiari e assolutamente al di sopra di ogni ambiguità o sospetto, commercializzati nei mercati regolamentati come la borsa italiana.

Questo è sicuramente uno dei suoi pregi maggiori che caratterizzano la bontà di questa forma di investimento. Non per nulla vengono scambiati in piena sicurezza da grandi investitori sui maggiori mercati mondiali. 

Un altro pregio (o vantaggio) del mercato dei Futures è la sua ricchezza. Abbiamo già detto che per potervi accedere è necessario disporre di capitali da capogiro ed è per questo che gode di una cospicua liquidità.

Consideriamo che i futures sono uno strumento di copertura finanziaria utilizzata comunemente da banche, aziende e grandi imprenditori. 

E’ una forma di investimento che permette di tutelarsi, sborsando ovviamente ingenti somme di denaro, per i periodi in cui il prezzo della materia prima in questione dovesse variare. 

Per riassumere, quindi, possiamo dire che i futures hanno il vantaggio di essere uno strumento di investimento indiscutibilmente solido e trasparente. 

Inoltre, si tratta di un modo di fare trading importante e potenzialmente molto ricco. D’altra parte non è un modo di investire semplice in quanto richiede un certo grado di esperienza sul campo e, soprattutto, non è economico. Soltanto chi dispone di grossi capitali vi può accedere, per cui non è il tipo di investimento adatto all’investitore medio.

I costi dei Futures

Che dire poi dei costi? Anche sotto questo aspetto i futures non rientrano tra le forme di investimento più economiche, anzi, i costi delle commissioni sono davvero molto alti.

Potremmo dire direttamente proporzionali ai capitali che vengono investiti. Per fare un esempio che illustri il rapporto dei costi tra i futures e altre forme di investimento, sarebbe come scegliere tra comprare un cappotto in Via Monte Napoleone a Milano o ai mercati generali.

Agli svantaggi per l’investitore medio va ad aggiungersi, inoltre, il fatto che rimane una forma di investimento davvero  poco flessibile in quanto non lascia margini rispetto al mercato.

Trading gas naturale: monitorare la tendenza

Anche il prezzo del gas naturale, così come accade con altre materie prime, può variare in base ad alcuni fattori che è assolutamente necessario monitorare.

Vedi il prezzo del gas naturale in tempo reale:

Tra i fattori che incidono maggiormente possono esserci problemi legati ai costi di estrazione e trasporto.

Tenete presente che le maggiori riserve di gas naturale si trovano nel Golfo Persico (Quatar e Iran) e in Russia. I nomi stessi di queste zone ci lasciano immaginare quali difficoltà, talvolta, si possono incontrare nella negoziazione di questa risorsa.

Questo ovviamente si applica anche ad altre materie prime.

Anche l’andamento del dollaro, unito alla quantità di riserve disponibili, l’impatto sull’ambiente e, per questo, la tendenza ad orientarsi verso combustibili alternativi, sono tutti fattori che possono incidere sul mercato del gas naturale.

Nonostante tutti questi fattori l’elemento fondamentale da tenere d’occhio, così come si fa, per esempio, con il petrolio è sempre lo stesso, ovvero la domanda e l’offerta.

C’è però un altro fattore importante da considerare.

Le riserve mondiali di gas naturale

Il gas naturale, a differenza di altre fonti energetiche come la luce solare, l’acqua e il vento, non è rinnovabile. Ciò significa che prima o poi sarà destinato ad esaurirsi.

L’esplosione demografica, avvenuta soltanto negli ultimi 50 anni, ha decisamente contribuito ad accelerare il consumo di questa risorsa e quindi a ridurre progressivamente le riserve attualmente disponibili.

Gli addetti ai lavori stanno cercando di trovare altri sistemi per cercare e trovare altre fonti di gas che possano rimpinguare quelle attuali. 

Si parla di un gas (definito shale gas) che, attraverso una tecnica di trivellazione particolare, potrebbe essere estratto dall'argilla.

Tuttavia, per diverse ragioni (soprattutto legate alla salute dell’ambiente) fino ad ora non si è riusciti a ad ottenere risultati significativi. 

Ci sono troppe questioni aperte sui rischi-benefici che potrebbe portare un progetto del genere. Sono molte le controversie tra i paesi che si dibattono nel valutare se quella dello shale gas sia davvero la strada giusta per rifornire i nostri serbatoi di gas. 

Troppe le incognite legate alla ripercussioni che questo genere di estrazione provocherebbe sull’ambiente e poche le certezze che il gioco valga davvero la candela. 

Da una parte l’evidenza è che le riserve attuali di gas naturale non dureranno per sempre, dall’altra la necessità di studiare qualcosa che permetta di trovare delle alternative valide che non risultino troppo invasive sia dal punto ambientale che finanziario.

Trading gas naturale: considerazioni finali

Il trading sul gas naturale, come abbiamo visto in questa guida, ha diverse sfaccettature di cui tenere conto.

Allo stato attuale è evidente che così come il petrolio, l’oro e l’argento, anche il gas naturale rientra nella categoria delle materie prime sulle quali conviene ancora investire. 

Abbiamo considerato alcune tipologie di investimento tra cui i Futures, gli ETF e i CFD.

Ciascuna di esse ha le sue singolari caratteristiche e ciascuno può scegliere quella più congeniale alle proprie esigenze e, ovviamente, disponibilità di capitale.

Come abbiamo visto in questa guida la forma di investimento più accessibile sono decisamente i CFD in quanto più semplici da negoziare e anche più economici.

Qualunque sia la forma di investimento che decidiamo di scegliere è molto importante conoscerne i meccanismi e fare esperienza, al fine di acquistare sempre più familiarità con il trading online.

E non solo per il gas naturale ma con qualunque tipo di mercato.

A questo scopo vi consigliamo di affidarsi a piattaforme che consentano di sperimentare praticamente il trading online senza correre rischi.

I broker che vi abbiamo segnalato danno la possibilità di aprire gratuitamente un conti demo e investire con denaro virtuale fino a quando non ci si sente abbastanza sicuri. Tra questi broker abbiamo selezionato, per esempio, eToro e Capital.com.

Alcuni dei vantaggi dell’operare con società di brokeraggio come uelle summenzionate sono: 

  1. l’iscrizione è gratuita

  2. non si sostengono costi elevati

  3. si può investire partendo da depositi molto bassi (in alcuni casi con meno di 100 euro), 

  4. la possibilità di investire in modo virtuale senza correre rischi. Per cui anche chi non dispone di grosse cifre può avere accesso a questa forma di investimento e nello stesso tempo farsi la propria esperienza.

In conclusione

Per fare trading sul gas naturale è molto importante monitorare l’andamento del mercato seguendo da vicino i diversi fattori legati alle riserve a livello globale.

Detto questo, investire con il gas naturale è ancora un buon affare in quanto, trattandosi di una delle commodities più richieste, l’offerta e la domanda continueranno a crescere.

FAQ

Come si può fare trading di gas naturale?

Abbiamo visto che gli strumenti sono diversi. I principali considerati in questa guida sono i Futures, i CFD e gli ETF. Nulla vieta che, chi voglia possa acquistare azioni delle società che lo estraggono.

Conviene fare trading in gas naturale?

Il gas naturale è una commodity che fa parte della nostra vita e di cui continueremo ad avere bisogno. Possiamo quindi affermare che è un buon investimento

Con quali società di brokeraggio è meglio investire?

Devono essere società regolamentate e quindi esporre le licenze e autorizzazioni che possiedono. Nell'articolo ne abbiamo messe a confronto tre di cui eToro è sicuramente la più interessante.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro