Trading CFD: Che cos’è, Come funziona, Come si fa

Marilena
February 19th, 2021

Dedicarsi al trading CFD vuol dire cimentarsi in un investimento che chiama in causa uno strumento derivato che può essere fonte di guadagni potenzialmente elevato. Ma quali sono le strategie migliori da adottare? Il primo consiglio è quello di aprire un conto di trading su uno tra i broker online migliori al mondo: per esempio eToro.

Scopri-i-vantaggi-unici-della-piattaforma-di-CFD-trading-di-eToroCosì facendo, si avrà l’opportunità di sfruttare il suo conto demo, in modo da essere certi di poter operare in condizioni di massima sicurezza e senza correre rischi di alcun genere. Inizia subito a scoprire il trading CFD con eToro.

Che cosa sono i CFD

Cosa sono i CFD? Quando si parla di CFD si fa riferimento ai contratti per differenza, vale a dire contratti fra due parti in virtù dei quali queste accettano di pagare la differenza (da qui il nome) fra il prezzo di apertura e quello di chiusura di un certo asset, vale a dire un determinato strumento finanziario sottostante.

Perche-fare-trading-di-CFD-3Da ciò si può intuire che se si opera con i CFD non sono previsti la vendita o l’acquisto effettivi di strumenti finanziari. Semplicemente, il broker e il trader giungono a un accordo tramite il quale si definisce la differenza di valore fra il prezzo di apertura di una posizione e il suo prezzo di chiusura. Non c’è bisogno di possedere realmente l’asset sottostante, dunque, se si vuole investire in CFD.

Si tratta, infatti, di una soluzione che prevede semplicemente di speculare sul movimento dei prezzi. Non occorre possedere

per guadagnare tramite il trading CFD, che per altro si caratterizza per un meccanismo di azione decisamente semplice.

Infatti, il prezzo delle attività sottostanti e il suo andamento sono i fattori che riflettono la prestazione del CFD. A mano a mano che la quotazione dello strumento finanziario sottostante si avvicina o si allontana dalla posizione del prezzo di apertura, vengono stabiliti la perdita e il profitto.

Nel momento in cui la posizione di un CFD viene chiusa con il broker, si può avere un profitto nel caso in cui la quotazione dello strumento finanziario sottostante si sia mossa nella direzione che era stata prevista, o una perdita nel caso in cui la quotazione dello strumento finanziario sottostante si sia mossa in direzione contraria.

Come si può intuire, pertanto, per guadagnare tramite il trading CFD non occorre avere a che fare con un mercato in crescita. I profitti si possono ottenere anche se il mercato è in discesa, sempre che la direzione sia stata prevista in maniera corretta. Se si negozia un contratto per differenza con un broker, non si fa altro che speculare sull’andamento della quotazione, che può essere in calo o in aumento.

Scegli-la-migliore-piattaforma-di-trading-di-CFD-2L’asset che è oggetto di negoziazione non deve essere posseduto. Ecco perché questa è la soluzione ideale per il trading online. Scopri subito tutti i vantaggi del trading CFD con eToro.

Potrebbe anche interessarti: “Come gestire al meglio i rischi del trading online”

Trading CFD: Come funziona

Un esempio concreto può essere senza dubbio utile per comprendere come funziona il trading CFD senza dubbi. Si ipotizzi di avere intenzione di investire in 50 azioni di una società, come per esempio Amazon (AMZN), e che le azioni sono quotate 20 euro. Nel caso in cui si dovessero comprare le azioni in maniera classica, sarebbe necessario avere a disposizione un budget di 1.000 euro: è cioè 20 euro per 50 azioni. In più, bisognerebbe aggiungere le spese di negoziazione e i costi di commissione, il che finirebbe per ridurre ancora il margine.

Niente di tutto questo si verifica con i CFD, a prescindere dal fatto che si decida di fare trading con o senza leva finanziaria. Se non si sfrutta la leva finanziaria, si ha la possibilità di eseguire l’operazione che abbiamo appena menzionato in modo estremamente facile e, soprattutto, senza che si sia costretti a far fronte a ulteriori oneri economici. Infatti, non ci sono commissioni da pagare.

Leggi anche: Che cos’è la marginazione e come funziona

Nel caso in cui si voglia cimentarsi nel trading CFD sfruttando la leva finanziaria, invece, si ha la possibilità di immobilizzare una quota inferiore di capitale ma con l’opportunità di ottenere guadagni più elevati (in caso di investimenti indovinati, ovviamente). Se, per esempio, si sceglie una leva finanziaria 2x, vuol dire che bastano 1.000 euro per aprire una posizione di 2.000 euro, con la quota rimanente che viene messa a disposizione dal broker.

Ovviamente la leva finanziaria è un’arma a doppio taglio, e dunque uno strumento da maneggiare con la massima cura: è vero che i guadagni possono essere moltiplicati, ma lo stesso vale anche per le eventuali perdite.

Ciò che più conta, ad ogni modo, è che il trading CFD in alcuni casi è privo di commissioni, e dunque del tutto gratuito. Nel momento in cui viene aperta una posizione con un contratto per differenza, ciò determina una minima perdita che corrisponde al valore dello spread.

Per esempio, nel caso in cui lo spread del broker sia pari a 10 centesimi, sarà necessario un apprezzamento del titolo di 10 centesimi per poter arrivare al punto di pareggio.

Come fare per guadagnare con il trading CFD

Sempre facendo riferimento all’esempio che abbiamo menzionato in precedenza possiamo cercare di capire come funziona il trading CFD e che cosa si può fare per guadagnare grazie ad esso. Si ipotizzi che il prezzo dello strumento sottostante, partendo dai 20 euro iniziali, sia in crescita e arrivi a una quotazione di 21 euro. Il capitale, ora, ha un valore di 2.100 euro, se non è stata utilizzata la leva finanziaria: il che vuol dire che al netto dello spread il profitto è di 100 euro.

Qualora si fosse deciso di investire sfruttando la leva finanziaria 2x, invece, il guadagno sarebbe stato sempre di 100 euro, ma con metà del capitale immobilizzata. Questo significa che il contratto per differenza, in termini di percentuale, avrebbe garantito profitti decisamente più elevati.

D’altro canto, qualora il mercato avesse preso la direzione contraria, le perdite riscontrate sarebbero a loro volta state più consistenti. È evidente, dunque, che con la leva finanziaria crescono in misura consistente sia i profitti che il rischio: ecco perché tale risorsa deve essere utilizzata con la massima attenzione.

I vantaggi offerti dal trading CFD

La leva finanziaria è il vantaggio principale, una tra le ragioni più importanti per le quali si sceglie di fare trading con i CFD invece che dedicarsi al trading diretto con gli strumenti finanziari sottostanti. Per quel che riguarda l’entità della leva finanziaria, essa è variabile, e cambia soprattutto a seconda del tipo di asset: per esempio è più elevata per le azioni e più ridotta per le monete digitali.

leva finanziaria broker tradingIn virtù della leva finanziaria, non si ha bisogno di capitali consistenti per assumere grandi posizioni. Questo, come si è visto, può essere fonte di guadagni rapidi (e per importi elevati), ma anche di perdite più ingenti: una medaglia con due facce.

L’accessibilità è un altro degli aspetti positivi che caratterizzano i migliori broker di contratti per differenza. Essi, infatti, consentono di operare:

  • 24 ore su 24

  • In tutti i mercati finanziari più importanti al mondo

  • Scegliendo le opportunità che si preferiscono in base alla strategia finanziaria che si ha in mente di adottare.

Non va dimenticato, poi, che i costi del trading con i contratti per differenza sono davvero bassi. Se si fa riferimento ai trader migliori del mercato, si può essere certi di non dover fare i conti con alcuna commissione né per l’ingresso né per l’uscita dalle posizioni, visto che sono i profitti derivati dallo spread a offrire i guadagni necessari.

La volatilità dello strumento finanziario sottostante è il fattore che più incide sull’entità dello spread. Ancora, vale la pena di sapere che i CFD permettono di guadagnare non solo quando il mercato è in rialzo, ma anche quando è in ribasso.

Per ottenere dei profitti, pertanto, non si è costretti ad attendere una fase crescente del mercato: basta essere in grado di prevedere in maniera corretta in che modo si evolverà la quotazione dello strumento finanziario sottostante che deve essere negoziato.

Potrebbe anche interessarti: “Indice di volatilità ed i migliori indicatori per misurarla”

Quali sono i rischi del trading CFD

Il trading CFD, come avviene in tutti gli altri settori finanziari, presenta dei rischi di cui è bene essere consapevoli. Prima di tutto occorre tenere a mente che si tratta di un ambito non del tutto regolamentato: per questo motivo è molto importante riuscire a individuare il broker migliore, così da prevenire qualunque inconveniente.

Nella lista dei broker più affidabili vale la pena di citare:

  • EToro, che richiede un deposito minimo di 200 euro

  • IQ Option, che richiede un deposito minimo di 10 euro.

Fare trading sul margine, inoltre, è sempre un’attività rischiosa. È vero che il margine è in grado di incrementare il potenziale di profitto, ma è altrettanto vero che esso può anche accrescere il rischio. Se si ricorre a una leva finanziaria molto elevata, per esempio, è possibile sottovalutare l’esposizione complessiva.

Chi sta muovendo i primi passi in questo settore, pertanto, dovrebbe cominciare a fare trading con i contratti per differenza utilizzando una leva finanziaria decisamente contenuta o, meglio ancora, senza leva finanziaria. Un buon modo per allenarsi può essere quello di impiegare un conto demo. Apri subito un conto su eToro per iniziare a fare trading CFD.

Così, si ha a disposizione tutto il tempo di cui si può aver bisogno per capire in che modo funziona il leverage. La demo non è altro che un conto gratuito che riproduce tutte le funzionalità di un conto di trading vero e proprio: la sola differenza è che non si basa su soldi veri ma prevede l’utilizzo di denaro virtuale.

È per questo che i trader (e gli aspiranti tali) hanno la possibilità di imparare, allenarsi e prendere dimestichezza con i mercati e gli investimenti senza correre rischi. Non ci sono vincoli né limiti di utilizzo con il conto demo, che può essere sfruttato anche per testare nuove strategie: quando ci si sente pronti a operare, poi, si può passare al conto vero.

Come si fa trading CFD

Ma quali sono i passi da compiere per investire in contratti per differenza? Dopo avere assunto tutte le informazioni teoriche necessarie, inclusa una valutazione accurata degli aspetti positivi e degli aspetti negativi di questa tipologia di trading, si può passare alla pratica. Ebbene, il primo step consiste nel selezionare un mercato, tenendo conto del fatto che sono numerosi i mercati fra i quali è possibile scegliere.

Si può decidere di investire, per esempio:

Il consiglio è di puntare su un mercato che già si è in grado di padroneggiare e che si conosce bene, specialmente se si è agli inizi. Così facendo, infatti, si avrà l’opportunità di reagire all’evoluzione del mercato in maniera consapevole e accurata.

Ma qual è la cifra ideale da investire? Si tratta di definire la dimensione dei contratti per differenza che si è intenzionati a negoziare. Vale la pena di sapere che nella maggior parte dei casi i broker prevedono limiti di investimento abbastanza ridotti: questo vuol dire che tutti hanno la possibilità di cominciare a investire, pur avendo a disposizione un capitale modesto.

Tutte le più importanti piattaforme di trading consentono di andare long (cioè di comprare) o di andare short (cioè di vendere). È possibile investire in tutte e due le direzioni senza alcuna difficoltà, ma ciò che più conta è tener presente che il prezzo di ogni contratto per differenza è correlato al valore dello strumento sottostante. In altri termini: se si è convinti che il mercato diminuirà, sarà opportuno vendere; se si è convinti che il mercato aumenterà, sarà opportuno acquistare. Comincia subito la tua attività di trader con il broker eToro.

Approfondisci le tue conoscenze sul trading online leggendo questa guida: “ Il trading online è una truffa o è sicuro?”

Che cosa sono il take profit e lo stop loss

Due aiuti preziosi per una gestione più accurata dei profitti sono rappresentati dal take profit e dallo stop loss: quest’ultimo, in particolare, contribuisce anche a ridurre le perdite. Quasi tutte le strategie di trading di contratti per differenza prevedono il ricorso a stop loss e take profit, a prescindere dal fatto che esse siano destinate a neofiti o a investitori che hanno alle spalle un bagaglio di esperienza importante.

Sia gli stop loss che i take profit devono essere definiti in funzione della strategia di gestione del rischio che si desidera adottare. Dopo che questi parametri sono stati definiti, nel momento in cui il prezzo avrà raggiunto le soglie prestabilite il broker chiuderà la posizione al rialzo o al ribasso in modo automatico.

Potrebbe interessarti a tal proposito: “Take profit: lo strumento per massimizzare i guadagni”

Come scegliere la strategia di trading CFD

Non è così semplice riuscire a individuare un mercato adatto in cui investire: ma questo è solo il primo compito in cui ci si deve cimentare per giungere al profitto. È molto importante, infatti, anche mettere in atto una strategia che si riveli efficace. Questo vuol dire capire, prima di tutto, qual è il proprio stile di trading, e a partire da questo individuare una strategia in linea con esso.

Una delle strategie di trading con i contratti per differenza di maggior successo va individuata senza dubbio nel breakout: si tratta, molto semplicemente, di trovare un livello di prezzo chiave per un certo titolo. Nel momento in cui il prezzo tocca il livello chiave, si deve scegliere se vendere o comprare, a seconda della tendenza. Quando si opta per il breakout trading, il più importante aspetto da tenere a mente è quello di astenersi dall’esecuzione di qualunque operazione se dal mercato non provengono segnali di chiara interpretazione.

Nel novero delle strategie di trading CFD potenzialmente redditizie, poi, va menzionata la contrarian. Poiché le tendenze hanno una durata limitata e prima o poi sono destinate a esaurirsi, è necessario comportarsi di conseguenza. Per esempio, nel caso in cui il prezzo di un titolo sia in discesa, è necessario trovare un punto in cui si pensa possa essere prossimo alla conclusione della tendenza.

Dopodiché si entra in una posizione di acquisto nella prospettiva che da un momento all’altro si verifichi una inversione di tendenza e il trend svolti nella direzione opposta. Ovviamente, la medesima procedura può essere seguita nel caso inverso, e cioè quando il prezzo è in crescita.

Scopri la strategia del Trading Intraday

Che cosa bisogna sapere sul trading CFD

Come si è visto, dunque, il trading CFD si rivela vantaggioso per tutti gli investitori perché permette di guadagnare sia con il mercato in rialzo che con il mercato in ribasso. Con i contratti per differenza ci si può cimentare in operazioni di trading intuitive e semplici, tenendo presente che il valore è sempre correlato a un sottostante.

Prima di cominciare a investire nei CFD è indispensabile dedicare un po’ di tempo alla ricerca di un broker: si deve trattare di un broker regolamentato e autorizzato a operare. In Italia, i migliori broker sono sottoposti alla vigilanza della Consob, oltre a essere in possesso della licenza Cysec: entrambi questi aspetti servono a tutelare gli investitori e a garantire la sicurezza del loro denaro.

EToro è, con tutta probabilità, il miglior broker a cui si possa fare riferimento, perché è:

  • Facile da utilizzare

  • Intuitivo anche per i trader principianti

  • In grado di garantire i più elevati standard di sicurezza.

Trading-e-Investimenti-6EToro, inoltre, mette a disposizione degli utenti iscritti alla piattaforma il sistema del Copytrading, grazie a cui è possibile replicare le operazioni di investimento eseguite dai trader più bravi (cioè quelli che hanno guadagnato di più). Il sistema è automatico, il che vuol dire che è sufficiente selezionare i trader da copiare per essere certi di investire proprio come loro. Inizia subito a copiare le mosse dei Top Trader su eToro.

Il vantaggio offerto da questo sistema non consiste solo nella possibilità di ottenere gli stessi risultati di un trader professionista pur non avendo alcuna esperienza in questo campo, ma anche nell’opportunità di osservare come si comportano gli investitori più abili per imparare da loro.

Approfondisci le tue conoscenze sul Copy Trading, leggendo questa guida: “Fare trading copiando i migliori”

eToro consente ai propri utenti di utilizzare un conto demo, la soluzione ideale per allenarsi prima di investire con soldi veri. Con la demo è possibile mettere alla prova strategie di trading che si ha in mente di utilizzare, e non ci sono limiti di tempo: si può utilizzare fino a quando si vuole.

FAQ

In cosa consiste il trading CFD?

Il trading CFD prevede di operare con i contratti per differenza, che sono degli strumenti finanziari il cui valore riflette quello degli asset sottostanti di riferimento. Grazie a questa pratica, non c’è bisogno di possedere realmente gli asset (per esempio le azioni, le monete virtuali, le materie prime, e così via) su cui si desidera investire: ci si limita a prendere in considerazione il loro valore. Il trading CFD permette di guadagnare sia quando il mercato è in rialzo, sia quando il mercato è in ribasso: in questo secondo caso, ovviamente, per ottenere un profitto sarà necessario vendere (si dice “vendere allo scoperto”, proprio perché si vende qualcosa che in realtà non si possiede) invece di comprare.

Quanto costa fare trading sui CFD?

Fare trading sui CFD è praticamente gratis, a patto di scegliere i broker migliori sul mercato: quelli, cioè, che non prevedono commissioni o altre spese. Il guadagno per i broker proviene unicamente dallo spread, che corrisponde al gap tra il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura: di conseguenza, minore è lo spread e più conveniente risulta il trading per chi investe.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro