Che cos'è il petrolio

Sergio
November 8th, 2020

Il trading con il petrolio è fondamentalmente ottenere un vantaggio economico attraverso i movimenti del prezzo di questa materia prima. Nell’articolo vedremo cos'è il petrolio e come negoziare questo asset tramite broker CFD online.

Successivamente, spiegheremo come fare investire nel petrolio, come è possibile realizzare un profitto e quali sono le migliori piattaforme da utilizzare. Il petrolio è senza dubbio la principale risorsa in termini di commercio di materie prime, essendo la base della civiltà stessa, poiché il prezzo del petrolio ha un forte impatto sulla politica internazionale.

petrolio investire trading oil comprareIn termini generali, il petrolio fa girare il mondo, poiché praticamente tutto ciò che consumiamo quotidianamente dai suoi derivati ​​dipende da esso.

Il commercio del petrolio oggi è estremamente semplice, con capitali bassi e senza la necessità di una preparazione specifica e approfondita. Strumenti come eToro Copy Trading ti consentono di realizzare profitti senza avere una grande conoscenza. Puoi aprire un account eToro tramite questo link.

Cos'è il petrolio?

Il petrolio è una miscela di composti organici, principalmente idrocarburi insolubili in acqua, viene prodotto all'interno della Terra e può accumularsi in profondità geologiche naturali che si trovano in diverse parti del mondo.

Questa risorsa non è rinnovabile ed è la principale fonte di energia e materia prima per la generazione di un'ampia varietà di derivati, come la stragrande maggioranza della plastica.

Negli Stati Uniti è comune misurare i volumi di petrolio da commercializzare in barili, che è pari a 158.987 litri.

In termini di commercio, il petrolio segue generalmente tendenze di lungo termine, poiché è direttamente collegato al livello di forza dell'economia globale. Se il petrolio è a buon mercato, è probabile che vengano prodotte e trasportate meno merci.

Sebbene il petrolio fosse noto fin dall'antichità, il suo valore iniziò a essere generato nella rivoluzione industriale del XVIII secolo, che comprese la portata di questa materia prima.

Oggi viene utilizzato come fonte per ottenere materiali complessi, noti come derivati, o come combustibili fossili come la benzina. Va notato che il petrolio è la base di alcune tra le principali economie del mondo, quindi è naturale che provochi conflitti tra paesi.

Composizione del Petrolio

Il petrolio è composto principalmente da carbonio (83-87%) e idrogeno (11-14%). Contiene impurità di composti organici in cui intervengono componenti quali zolfo, ossigeno, azoto, mercaptani, SO2, H2S, alcoli anche miscelati con acqua salata, sia libera che emulsionata, in quantità variabile.

Come impurità sono presenti anche vari sali minerali come cloruri e solfati di Ca, Mg e Fe, il loro colore varia tra l'ambra e il nero.

Come viene calcolato il prezzo del Petrolio

Il prezzo del petrolio è determinato dalla variazione costante relativa alle transazioni in borsa. Tra i fattori che determinano il prezzo del petrolio e dei suoi derivati ​​troviamo:

  • Salute economica globale, che influenza la domanda

  • Fenomeni naturali come uragani o temperature estreme

  • Eventi che alterano il trasferimento delle petroliere.

  • Conflitti tra nazioni come guerre, attacchi terroristici o politiche che influenzano la fluidità del trasferimento.

Altre fluttuazioni si verificano quando vengono scoperti nuovi giacimenti o c'è carenza di petrolio nel commercio. A sua volta, l'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio può ridurre o aumentare la produzione di questa risorsa, che ne altera direttamente il valore.

Pietre miliari storiche del petrolio

-          3.000 aC: i primi usi del petrolio sono dati dalle civiltà mediorientali. I babilonesi lo usavano per impermeabilizzare le loro barche o come malta nella costruzione. Gli egiziani, da parte loro, lo usavano per preparare mummie e conservare i loro cadaveri.

-          1859: Nasce l'industria petrolifera come la conosciamo, grazie alla scoperta del primo pozzo petrolifero commercialmente valido negli Stati Uniti. Questo è stato utilizzato per creare nuovi prodotti dal petrolio come il cherosene. Anni dopo fu creato il primo pozzo commerciale americano, che consentiva perforazioni più profonde.

-          1885: Il petrolio inizia ad essere utilizzato come carburante dopo l'invenzione dell'automobile da parte di Karl Benz. Ciò ha notevolmente accelerato la domanda di petrolio, soprattutto quando Henry Ford ha mantenuto la promessa di creare un'auto che tutti potessero acquistare, la Model T rilasciata nel 1908.

-          1908: il petrolio viene scoperto in una nazione araba, più precisamente in Persia, dai dipendenti della compagnia petrolifera Anglo Iranian. Poiché a queste nazioni mancava la tecnologia e la conoscenza per l'estrazione, i diritti di esplorazione e sfruttamento furono concessi alle società occidentali.

-          1914-1918: la prima guerra mondiale mostra quanto sia importante il petrolio nella difesa dei conflitti armati, che è stata anche rafforzata dalla corsa agli armamenti che ha cercato di modernizzare ed espandere i suoi eserciti.

-          1944: Dopo la seconda guerra mondiale, i leader del dopoguerra erano consapevoli del potenziale valore del petrolio. Grazie a questo il presidente Roosevelt firma l'accordo anglo-americano come tentativo di dividere le riserve tra Stati Uniti e Regno Unito. Questo accordo non ha tenuto conto delle nazioni coinvolte.

-          1956: scoppia la crisi del Canale di Suez, una rotta importante per il petrolio mediorientale. Quando l'Egitto ha ripreso il controllo di questo canale, ha iniziato a generarsi un conflitto a causa dell'aumento del valore del petrolio. Ciò ha portato i paesi del Medio Oriente a rinegoziare i contratti con le compagnie petrolifere occidentali per mantenere una quota maggiore dei profitti.

-          1973: prima crisi petrolifera. In quest'anno, l'Organizzazione araba dei paesi esportatori di petrolio ha istigato un embargo petrolifero contro l'Occidente per il sostegno degli Stati Uniti a Israele nella guerra dello Yom Kippur, quando quel paese fu attaccato da Egitto e Siria. Ciò ha fatto sì che l'offerta fosse scarsa e i prezzi quadruplicati.

-          1990: scoppia la Guerra del Golfo, dove una lunga disputa tra Iraq e Kuwait costringe le forze d'invasione irachene a dare fuoco a 700 giacimenti petroliferi in Kuwait.

-          1998: La rivoluzione in termini di fratturazione idraulica avviene negli Stati Uniti, dove i fluidi vengono pompati sotto pressione nelle fratture del sottosuolo per estrarre il petrolio o il gas che è alloggiato nelle rocce. Ciò ha reso redditizia l'industria della produzione di petrolio.

-          2015: il prezzo del petrolio crolla, spingendo le nazioni del Medio Oriente a lanciare nuove guerre commerciali per danneggiare i paesi produttori. Questa recessione provoca un calo della domanda di petrolio, che ha portato a un calo del prezzo quando le nazioni arabe decidono di mantenere il livello di produzione.

Come investire nel petrolio dall’ Italia

Per i principianti è importante iniziare a chiarire i dubbi, ad esempio, sul fatto che il trading di petrolio non implica il commercio di barili fisici. Inoltre, il commercio del petrolio non dovrebbe basarsi esclusivamente sull'acquisto quando il prezzo è basso e sulla vendita quando il prezzo è alto.

trading e investimento petrolioPer effettuare il trading sul petrolio, lo strumento più adatto si chiama CFD, o Contratti per Differenza. Questi agiscono come strumenti finanziari il cui prezzo dipende da un sottostante, in questo caso il petrolio.

Con i CFD è possibile effettuare due operazioni:

  1. Acquisto, per guadagnare quando il prezzo del petrolio sale.

  2. Vendita allo scoperto per guadagnare quando il prezzo del petrolio scende.

Il grande vantaggio che offrono i CFD è quello di generare profitti su qualsiasi tendenza del mercato. Cioè, se il prezzo del petrolio tende a scendere, puoi comunque investire su questa posizione e ottenere benefici.

I CFD vengono negoziati tramite broker online, che fungono da intermediari tra l'utente e i mercati finanziari. Questi broker consentono inoltre di investire in azioni petrolifere e in diverse materie prime.

Il primo passo è scegliere un broker di trading che sia regolamentato, cioè vigilato da un ente di regolamentazione che gli impone di rispondere ai propri utenti in caso di qualsiasi evenienza. Si consiglia di utilizzare uno dei seguenti:

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 67,7% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

L'utilizzo di un broker regolamentato deve andare di pari passo con le conoscenze necessarie per prendere una posizione in un asset. Tuttavia, molti trader alle prime armi trovano grandi vantaggi dallo strumento di Copy Trading eToro, che consente di copiare i movimenti dei migliori trader sulla piattaforma e ottenerne vantaggi. Puoi aprire un account eToro tramite questo link.

Trading sul petrolio con eToro

La piattaforma eToro si è affermata come una delle più utilizzate al mondo se vuoi fare trading sul petrolio. È estremamente facile da usare ed è caratterizzata da una funzionalità nota come Social Trading.

eToro Social Trading consente di pubblicare, commentare, interagire e imparare dai trader di tutto il mondo mentre si è sulla piattaforma. Inoltre di può sfruttare lo strumento Copy Trading, che permette di copiare automaticamente tutte le operazioni effettuate da trader esperti.

In altre parole, l'utente può selezionare il trader che preferisce e il software eToro replicherà tutte queste operazioni in tempo reale.

Per saperne di più su eToro, invitiamo a guardare il seguente video:

Con eToro è possibile negoziare petrolio, tutte le principali materie prime, azioni, criptovalute e valute. È una delle piattaforme di trading più complete (migliaia di asset negoziabili). Inizia a fare trading con eToro tramite questo link.

Trading sul petrolio con Plus500

Un'altra eccellente alternativa per il trading sul petrolio è Plus500, una piattaforma molto popolare tra i trader principianti. La sua principale caratteristica risiede nella sua facilità d'uso e nella possibilità di iniziare con un capitale iniziale di 100 euro.

CFD-Materie-Prime-Plus500Plus500 offre un ottimo conto demo, illimitato e senza restrizioni. Questo permette di accedere al mercato reale con soldi virtuali e fornisce anche la possibilità di migliorare la formazione su temi commerciali attraverso un'area didattica con centinaia di video corsi.

Puoi accedere alla demo Plus500 tramite questo link.

Quotazione del Petrolio

Svantaggi

Tra i principali svantaggi del petrolio ci sono:

-          Ha un prezzo molto alto, il che rende il suo ottenimento un investimento costoso rispetto ad altre tipologie di energia, soprattutto quelle rinnovabili.

-          Il commercio di petrolio comporta rischi ecologici, specialmente nella fase di estrazione

-          La combustione dell'olio è associata a piogge acide e altri problemi ambientali. Ciò implica regolamenti per l'attività e diminuzione della produzione.

-          Se vuoi scambiare petrolio fisico, è necessario utilizzare uno spazio sicuro per lo stoccaggio.

-          È difficile trasformare la materia prima del petrolio da utilizzare, poiché si tratta di un processo di distillazione.

-          È una fonte di energia esauribile, che può aumentare ulteriormente il suo prezzo nel tempo.

Vale la pena investire nel petrolio?

Bisogna iniziare con l'idea che il petrolio è una risorsa non rinnovabile. La scomparsa di questa materia prima metterebbe a rischio l'economia mondiale, ma allo stesso modo è noto che con le riserve di petrolio questo non avverrà nel prossimo futuro.

Un aumento della domanda di petrolio potrebbe quindi comportare un aumento del suo presso. Se la domanda diminuirà, anche il suo prezzo diminuirà, come nel caso della recessione vissuta da COVID-19 nel 2020. Tuttavia, come abbiamo visto, attraverso i CFD è possibile ottenere profitti anche quando il prezzo di questo strumento diminuisse.

Pertanto, vale la pena investire nel petrolio purché si abbiano le giuste conoscenze per operare e ottenere i benefici che ciò comporta se fatto correttamente. Avere una strategia di investimento che includa la gestione del rischio può fare la differenza affinché questo investimento sia redditizio in futuro.

Invitiamo a testare le proprie strategie attraverso il conto demo eToro, che permette di fare trading sui mercati finanziari reali con denaro virtuale, in modo da poter mettere in pratica le proprie conoscenze senza rischiare il capitale. Puoi iniziare a fare trading con un conto demo eToro tramite questo link.

FAQ

Come viene calcolato il prezzo del petrolio?

Il prezzo del petrolio può assumere una tendenza al rialzo o al ribasso a seconda di fattori quali:
. La salute economica globale, che influenza la domanda.
. Fenomeni naturali come gli uragani.
. Eventi che ostacolano il trasferimento delle petroliere.
. Conflitti tra nazioni.

Come fare trading sul petrolio?

Il trading di petrolio deve essere effettuato tramite un broker regolamentato. Ti invitiamo a provare eToro, che ti da la possibilità di scambiare Contratti per Differenza (CFD) e facilita il trading attraverso il suo strumento di Copy Trading.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro