I Bitcoin sono tassati?

Marilena
January 8th, 2021

I Bitcoin, la criptovaluta per eccellenza, è uno degli investimenti preferiti da chi desidera guadagnare dalle oscillazioni di prezzo a cui è fortemente soggetta questa moneta digitale. Chi impegna il proprio denaro puntando sui Bitcoin sceglie di lucrare sulle variazioni di pezzo (trading online) o guadagnare dalle plusvalenze di una compravendita. Ma: i Bitcoin sono tassati?

Sebbene si tratti di un investimento rischioso, proprio a causa della volatilità dei prezzi che nell’arco di 24 ore possono far registrare delle importanti variazioni, c’è una numerosa folta di investitori che ottengono profitti grazie ai Bitcoin.

Leggi anche: Come fare trading di criptovalute con eToro

piattaforma criptovalute etoro convieneI proventi derivanti dalle operazioni con le criptovalute, comprese Bitcoin, fino a poco tempo fa non andavano dichiarate al fisco. Successivamente, una sentenza del TAR del Lazio ha deciso che i possessori di Bitcoin e coloro che ottengono delle plusvalenze dalla compravendita delle monete digitali devono dichiararle all’Agenzia delle Entrate e versare l’aliquota prevista a titolo d’imposta.

E oggi? Cosa è stato disposto per i Bitcoin e le tasse?

Prima di dare una risposta a queste domande, è importante specificare che è possibile investire con Bitcoin in due diversi modi:

    • Deposito Min: 50

      Licenza: Cysec 109/10

      Copia i migliori Trader

      Scelta TOP criptovalute

      Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

    • Deposito Min: 20 (con carta)

      Licenza: Cysec 319/17

      0% di commissioni

      Formazione Gratuita

      Il 78,77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

    • Deposito Min: 10

      Licenza: Cysec 247/14

      Chat utenti in italiano

      Deposito Minimo Basso

      I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

    • Deposito Min: 100

      Licenza: Cysec 250/14

      Tra I migliori broker CFD

      Ampia scelta Criptovalute

      I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

    • Deposito Min: 0

      Licenza: dnb 82510245

      Compra azioni a prezzi molto bassi

      Senza costi nascosti

  • diventare titolari di uno o più Bitcoin (o qualsiasi altra criptovaluta) acquistandoli su un exchange.

Come s’investe con Bitcoin?

Chi decide di far maturare dei profitti operando con le criptovalute e i Bitcoin tramite delle piattaforme di trading online è tenuto a versare il 26% dei suoi guadagni nelle casse dell’Agenzia delle Entrate.

Il trader che impegna il proprio denaro mediante un broker finanziario non sta acquistando direttamente il sottostante, in sostanza non diventa proprietario della criptovaluta stessa, ma si limita a speculare sulle variazioni di prezzo. Fare trading è molto più economico, perché permette di guadagnare sfruttando il meccanismo della leva finanziaria e, quindi, è possibile partire da investimenti di poche centinaia di euro e ottenere importanti ritorni economici.

Leggi anche: Investire in criptovalute: tutto quello che c’è da sapere

Coloro che investono con le exchange di criptovalute diventano proprietari di uno o più Bitcoin. Il prezzo della moneta digitale varia rapidamente, per questo motivo esistono possessori di Bitcoin che hanno acquistato la medesima moneta a valori molto diversi tra loro (3.000 euro – 30.000 euro).

Tra gli investitori che acquistano Bitcoin, ci sono quelli interessati ad ottenere una plusvalenza (differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita) e altri che invece vogliono avere un tesoretto di questa moneta digitale tutto per loro.

Stando ad alcune disposizioni dettate dall’Agenzia delle Entrate le tasse sui Bitcoin vanno versate solo quando il loro valore viene trasformato davvero in euro, ovvero quando matura effettivamente la plusvalenza. Pertanto, gli investitori che non intendono scambiare i Bitcoin per ottenere un ritorno economico, ma vogliono conservare le criptovalute su un wallet, non sono tenuti a dichiarare il possesso dei Bitcoin o a versare le tasse.

Bitcoin: è necessario dichiararli?

I Bitcoin non vanno dichiarati. La tassazione sui Bitcoin dipende dal modo in cui si decide di investire sfruttando tali criptovalute: trading online o exchange.

In entrambi i casi, il fisco italiano ha disposto una tassazione pari al 26% dei guadagni.

Tuttavia, se gli introiti derivanti dagli investimenti sui Bitcoin hanno origine da operazioni di trading online, il trader può farsi aiutare da un fiscalista o da un commercialista che si occuperà del versamento delle imposte, mediante la dichiarazione dei redditi e la compilazione del modello F24. Non tutti i broker sono sostituti d'imposta.

f24-bitcoin-tassePotrebbe interessarti anche: Consigli su come Guadagnare con i Bitcoin

Se vuoi metterti alla prova con i Bitcoin e speculare sulle variazioni di prezzo, iscriviti ad una piattaforma di trading online regolamentata, come:

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    0% di commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 78,77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

o
  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    0% di commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 78,77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

.

Se, invece, l’investitore preferisce diventare titolare di uno o più Bitcoin, non è tenuto a dichiararli all’Agenzia delle Entrate. Ma, in tal caso, occorre distinguere questo tipo di investimenti in base al soggetto che diventa proprietario della moneta digitale.

Di fatto, il fisco ha stabilito disposizioni diverse - in merito alla tassazione di Bitcoin - in base alla natura del proprietario della criptovaluta, individuando due categorie: impresa e persona fisica.

Bitcoin per le imprese

Quando i Bitcoin vengono acquistati da un’impresa, da un punto di vista fiscale, devono essere considerate come le valute estere. In tal caso, infatti, non è necessario dichiarare il numero di criptovalute di cui si è possessori, bensì le operazioni effettuate con esse.

Di conseguenza, quando una realtà imprenditoriale decide di acquistare uno o più Bitcoin, sotto l’aspetto vista fiscale e amministrativo deve rifarsi alle stesse regole che valgono per le monete estere (Euro, Dollari, Sterline, etc.).

L’impresa che acquista Bitcoin può decidere di: conservarli su un wallet oppure venderli e guadagnarci dalla plusvalenza (differenza tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto). In quest’ultimo caso, il fisco prevede il versamento delle tasse che, però, deve avvenire solo quando le plusvalenze – di cui sopra – vengono rilevate.

In sostanza, al momento della vendita dei Bitcoin, l’impresa non è tenuta a pagare le tasse. Solo quando la plusvalenza generata da quest’operazione viene inserita nel bilancio d’esercizio, che per legge viene redatto a fine anno, essa sarà assoggettata a tassazione.

Bitcoin per le persone fisiche

Se ad investire con Bitcoin, acquistando una o più di una di questa criptovaluta, dovesse essere un privato, egli non ha l’obbligo di dichiarare il possesso delle monete digitali e dovrà versare le tasse all’Agenzia delle Entrate solo sulla plusvalenza ottenuta da un’eventuale azione di compravendita.

In un caso del genere, infatti, l’operazione non viene considerata di natura speculativa. Tuttavia, c’è una particolarità che riguarda questa fattispecie: se la persona fisica ha acquistato i Bitcoin per un controvalore che supera i 51 mila euro e possiede tale criptovaluta per 7 giorni consecutivi, allora l’attività d’investimento viene considerata speculativa.

Quando l’acquisto di Bitcoin viene definita “attività speculativa”, la plusvalenza generata dalle operazioni effettuate con questa moneta criptata deve essere sottoposte a tassazione.

Anche in questo caso, però, la plusvalenza deve essere tassata solo quando viene rilevata, ovvero quando avviene il cambio in Euro. Il passaggio da Bitcoin a Euro si verifica quando questi ultimi vengono venduti: solo così si può calcolare l’eventuale plusvalenza (sulle quali si pagano le tasse).

L’aliquota che tassa le plusvalenze derivanti dalla compravendita di Bitcoin è la stessa prevista per tutti i proventi legati alle operazioni finanziarie, ovvero il 26%.

In ogni caso, questa moneta elettronica non è mai soggetta al IVA.

Bitcoin e tasse: focus

Il settore dei Bitcoin è piuttosto recente, per questo motivo alcune interpretazioni non sono affatto semplici e chiare. La maggior parte delle normative, a livello nazionale ed europeo, sono lacunose e meritano di essere trattate con maggiore accortezza.

Al momento le informazioni che abbiamo su Bitcoin e tasse è quanto detto fin qui. Ma nulla vieta a questa materia di cambiare e di subire qualche importante variazione nelle prossime settimane o nei prossimi mesi.

Proprio perché si tratta di un argomento nuovo e poco chiaro, sconsigliamo di investire in Bitcoin senza essersi prima documentati e senza farsi affiancare da un commercialista esperto della materia.

Le imprese difficilmente si lanciano in investimenti senza avere un esperto o addirittura un team di professionisti che sondino il terreno e valutino la bontà di ogni singola operazione finanziaria.

Ad essere maggiormente esposte ai presunti rischi sono le persone fisiche che non sempre hanno le competenze, il tempo e la voglia di comprendere l’aspetto fiscale che si nasconde degli investimenti di Bitcoin.

 Leggi anche: Il trading automatico di Bitcoin funziona davvero?

Conclusioni

Secondo l’Agenzia delle Entrate italiana Bitcoin è da considerare come una moneta estera, sia dal punto di vista fiscale che amministrativo. In ogni caso, non si pagano tasse sui Bitcoin ma solo sulla plusvalenza in Euro o una qualsiasi altra valuta bancaria, generata dalle operazioni di compravendita della moneta digitale.

Se per le imprese le plusvalenze sono rilevate al momento della chiusura del bilancio annuale, per le persone fisiche, invece, il valore aggiunto viene registrato quando si verifica la vendita di Bitcoin. Dal momento che il calcolo dei profitti e il computo del valore delle imposte da versare all’Agenzia delle Entrate non è semplice, e facilmente si può cadere in errore, consigliamo agli investitori (persone fisiche) di rivolgersi sempre ad un professionista.

Ad ogni modo, l’aliquota da applicare per il calcolo delle tasse sulle plusvalenze derivanti dalla compravendita di Bitcoin è pari al 26%.

Per chi non vuole spendere migliaia di euro per acquistare uno o più Bitcoin, ma allo stesso tempo non vuole farsi sfuggire la possibilità di guadagnare con il mercato delle criptovalute, consigliamo di puntare sul trading online iscrivendosi ad una piattaforma autorizzata dalle autorità competenti.

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    0% di commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 78,77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

FAQ

Si pagano le tasse sui Bitcoin?

Se s’investe sui Bitcoin tramite il trading online, il trader è tenuto a versare all’erario il 26% d’imposte calcolate sui profitti annui.
Se si acquista direttamente la criptovaluta, questa non è soggetta a tassazione finché viene conservata sul wallet. Nel caso in cui il titolare di Bitcoin dovesse vendere la moneta elettronica registrando una plusvalenza, quest’ultima è soggetta al 26% di tasse.

Chi controlla la rete Bitcoin?

Il valore di Bitcoin non dipende da alcun potere ma è legato al libero mercato, ovvero dal rapporto tra domanda e offerta.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro