I trucchi di trading che aiutano a ridurre i rischi

Marilena
January 7th, 2021

Chi si avvicina per la prima volta al mondo degli investimenti spesso è interessato a conoscere i trucchi di trading più efficaci da mettere in pratica per raggiungere guadagni più che consistenti. Si tratta di un interesse più che legittimo, dal momento che chiunque è interessato a fare soldi: è importante, però, cercare di non correre rischi, soprattutto per evitare di finire in mezzo a un raggiro.

trucchi trading

Il fatto è che le scorciatoie nel mondo del trading non esistono, il che vuol dire che non ci sono mezzi che permettano di raggiungere guadagni facili. Ciò non toglie, in ogni caso, che vi siano degli accorgimenti che si possono mettere in atto per avere maggiori probabilità di mettere a segno investimenti redditizi.

Potrebbe anche interessarti: Il trading online è una truffa o è sicuro?

Tip 1: La scelta del broker

Il primo trucco del trading è che per operare è necessario fare riferimento unicamente a broker regolamentati e autorizzati. Questi, infatti, sono i soli che sono obbligati ad adeguarsi alle leggi europee, per fortuna molto severe, che sono state sviluppate a tutela di chi investe. In Italia la Consob è l’autorità di vigilanza di riferimento, ma anche negli altri Paesi ci sono enti deputati a effettuare dei controlli e, di conseguenza, a tutelare i trader.

Il problema è che molti investitori alle prime armi non conoscono la differenza tra i broker regolamentati e quelli che non lo sono: così, finiscono per essere raggirati. Quando ci si rivolge a un broker non autorizzato, il cliente non può contare su garanzie o protezioni di alcun genere. Se si decide di registrarsi a una piattaforma di questo tipo, in sostanza, ci si scava la fossa con le proprie mani (parlando dal punto di vista finanziario, sia chiaro).

Nel mondo del trading le frodi sono aumentate di numero a tal punto che c’è chi pensa che il trading stesso sia un sistema poco trasparente, ma su questo aspetto è bene essere chiari: il trading è del tutto legale. Ciò che conta, invece, è accertarsi che il broker per cui si è optato sia regolamentato e autorizzato.

Tra i broker migliori a disposizione nel nostro Paese, di facile utilizzo e con una procedura di registrazione gratuita, vale la pena di menzionare quelli nella seguente tabella:

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 67,7% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 10

    Licenza: Cysec 247/14

    Chat utenti in italiano

    Deposito Minimo Basso

    I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di subire perdite in poco tempo a causa della presenza della leva. Il 84% dei conti degli investitori retail subisce delle perdite durante il trading con CFD con questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

  • Deposito Min: 0

    Licenza: dnb 82510245

    Compra azioni a prezzi molto bassi

    Senza costi nascosti

Se ci si iscrive a uno qualsiasi di questi tre broker, si può essere certi di non incappare in raggiri e di fare trading in maniera estremamente facile. Tutti sono dotati della licenza Cysec, che garantisce i trader che si registrano: gli iscritti possono essere certi di depositare i propri soldi in un conto sicuro, visto che stiamo parlando di piattaforme disciplinate da norme rigide a livello internazionale. eToro, in particolare, è la piattaforma di trading più conosciuta a livello mondiale.

A tal proposito potrebbe interessarti la nostra guida dedicata al broker eToro.

Tip 2: Replicare le azioni dei trader più bravi

I principianti che sono alla ricerca di trucchi per il trading hanno anche l’opportunità di riprodurre gli investimenti effettuati dai trader più bravi al mondo: il tutto in maniera automatica. Per raggiungere questo obiettivo è necessario iscriversi a eToro, che fornisce una delle piattaforme di trading migliori e, al tempo stesso, è il social network di trader più grande al mondo.

Come-copiare-i-trader-su-eToro-10Grazie a eToro si può fare trading, dunque, ma al tempo stesso è possibile entrare in contatto con i trader più abili al mondo, disponibili a farsi copiare per mezzo di un innovativo software che è stato progettato ad hoc. Con questo programma si può verificare quali trader, in passato, hanno conseguito i risultati migliori.

Una volta individuati i trader, migliori, dunque, gli utenti possono selezionarli: da quel punto in avanti il software riprodurrà in tempo reale ogni loro operazione. Questa opzione è molto interessante anche per coloro che hanno una scarsa esperienza con il trading: infatti, si può investire da subito e raggiungere in breve tempo risultati identici a quelli ottenuti dai trader migliori al mondo.

Ma c’è anche un altro vantaggio che vale la pena di prendere in considerazione. Con questo sistema, infatti, si ha la possibilità di osservare come si comportano i trader più esperti, capendo le loro strategie e, in sostanza, imparando a muoversi sui mercati.

Il sistema che prevede di copiare le operazioni di trading è uno dei trucchi più interessanti ed efficaci che si possano adottare, ma non deve far pensare che non richieda impegno o attenzione. È necessario dedicare la massima cura, per esempio, alla scelta dei trader che si desidera copiare. Inoltre, anche dopo che la scelta è stata effettuata, occorre verificare ogni giorno che i trader da cui si sta copiando generino realmente un rendimento.

I trader che accettano di farsi copiare hanno tutto l’interesse a permetterlo, visto che vengono pagati da eToro in base al numero di follower. Dopo aver scelto i trader da copiare, comunque, occorre valutare le loro strategie per capire se sono in linea con le proprie aspettative. Nulla vieta di cambiare i trader da cui “prendere ispirazione”, insomma, se ci si rende conto che le loro performance sono diverse da quelle che ci si attendeva.

Con-CopyTrader-di-eToro-puoi-automaticamente-copiare-i-trader-con-le-migliori-prestazioni-4Nel caso in cui si decida di sfruttare il copy trading, è consigliabile non copiare un trader solo, ma puntare su più esperti, in modo da diversificare il proprio portafoglio. Una strategia di questo tipo, in effetti, consente di minimizzare il rischio, visto che anche i più bravi del settore possono sbagliare. Inizia subito a copiare le mosse dei migliori investitori su eToro.

Tip 3: I segnali di trading

Operare sulla base dei segnali di trading è un altro dei trucchi più vantaggiosi in questo settore. I segnali di trading non sono altro che delle indicazioni di una situazione di mercato in grado di garantire guadagni molto consistenti, almeno a livello potenziale. Non devono essere scambiati, però, con il trading automatico, dal momento che la decisione ultima spetta comunque ai trader, che devono scegliere se e come eseguire le operazioni.

Non è detto, però, che tutti coloro che mettono a disposizione i segnali di trading siano abili; anzi, in molti casi si dimostrano anche poco onesti e ancor meno trasparenti nei comportamenti. Questi fornitori dichiarano di riuscire a far ottenere guadagni importanti e risultati incredibili, ma in realtà si tratta solo di false promesse che servono ad attirare i trader alle prime armi.

Questi, così, si ritrovano a versare cifre consistenti per ritrovarsi con un abbonamento che, in fin dei conti, è privo di valore. In sostanza, se ci si ritrova a seguire segnali di trading che sono stati messi a punto da un soggetto senza alcuna competenza in materia non si può far altro che perdere il proprio denaro.

Di conseguenza, è auspicabile scegliere con la massima attenzione chi vende i segnali di trading. Come fare? Prima di tutto prendendo in esame i risultati che i venditori hanno conseguito in passato. Come è facile intuire, c’è bisogno di prove indipendenti, dal momento che parecchi venditori arrivano al punto di creare uno storico fasullo per millantare delle abilità che in realtà non possiedono.

Tip 4: Come fare per contenere i rischi

I rischi del trading non si possono negare: tuttavia, se si è in grado di operare in modo intelligente, questi sono destinati a ridursi in misura consistente. Coloro che si affidano unicamente a broker regolamentati e autorizzati a operare sanno che il proprio capitale è al sicuro, nel senso che non corrono il pericolo di incappare in una frode o in un tentativo di raggiro.

I broker di cui abbiamo parlato in precedenza (e cioè eToro e IQ Option) permettono di fare trading a partire da un capitale iniziale davvero minimo, tra i 10 e i 250 euro a seconda dei casi. Da ciò si può intuire che il rischio massimo teorico è alquanto ridotto.

Per ridurre ancora di più il rischio, ad ogni modo, si possono mettere in pratica delle tecniche di facile attuazione, anche se fin troppo spesso i trader neofiti se ne dimenticano o addirittura le ignorano del tutto. Una di queste è rappresentata dal money management, e prevede di distribuire il proprio capitale in una serie di piccole quote, in modo che ciascuna quota possa essere destinata a un’operazione differente.

Il vantaggio che deriva da una soluzione di questo tipo è facile da immaginare: anche nel caso in cui un’operazione fosse destinata a chiudersi in perdita, con le vincite delle altre sarebbe facile compensare, e così il capitale totale non sarebbe messo a repentaglio. Qualora ci si basi su un broker regolamentato e autorizzato, al massimo il rischio corrisponde alla cifra che è stata investita sulla singola operazione.

E non è tutto: si può intervenire sul rischio per ridurlo ancora di più per mezzo dello stop loss, che corrisponde alla perdita massima che, per ciascuna operazione, si è disposti ad accettare di perdere. Così, si è liberi di decidere quanto rischiare, e se il margine di rischio che si è pronti a tollerare è minimo non ci sono ostacoli per impostarlo.

Tanti – troppi – trader con poca esperienza rinunciano a sfruttare questa opportunità interessante. Di conseguenza, nel momento in cui sbagliano un investimento si ritrovano a dover fare i conti (sia in senso metaforico che in senso letterale) con perdite consistenti e danni ingenti.

Per altro, non si deve pensare che facendo trading sia possibile arrivare a un livello di esperienza e di competenza tali da consentire di effettuare solo operazioni vincenti. Non è così, perché anche i migliori possono sbagliare. Loro, però, conoscono i vantaggi che derivano dal definire gli stop loss, e di conseguenza quando sbagliano vanno incontro a perdite limitate.

Leggi anche: “Quanto guadagna un trader?”

Tip 5: La formazione e lo studio

Nel novero dei trucchi per il trading da tenere sempre a mente va menzionata di sicuro l’importanza di studiare. Non si può pensare di approcciarsi a questo mondo senza un minimo di preparazione e di formazione in merito. Parecchi aspiranti investitori, invece, cominciano a fare trading in assenza delle basi e delle competenze minime necessarie per sapere non solo come si guadagna, ma perfino come funziona questo sistema. Il risultato non può che essere un capitale in perdita.

Per cominciare, si potrebbe studiare a partire da un corso di trading.

Tip 6: Imparare a sfruttare la demo

Studiare, però, non basta per aumentare le probabilità di diventare dei trader abili. Tutto ciò che si impara, infatti, deve essere tradotto in investimenti concreti. In primis è auspicabile adoperare un conto demo: si tratta di un conto quasi uguale al conto reale, anche se si opera con soldi finti e non con denaro vero.

Grazie a una demo, pertanto, si ha l’opportunità di mettere alla prova le più diverse strategie e di sperimentare varie tecniche non correndo rischi di alcun genere. Comincia subito a fare allenamento con il conto demo di eToro.

Per quanto un conto di questo tipo si possa rivelare uno strumento prezioso, però, non bisogna eccedere e dedicare una quantità di tempo eccessiva alle demo.

Occorre imparare a identificare, infatti, sia i punti di forza che i punti deboli di questa risorsa. La piattaforma demo permette di riprodurre la tecnica del trading, ma lo stesso non si può dire per gli aspetti psicologici. È chiaro, infatti, che questo mercato non si compone unicamente di strategie e indicatori, che pure sono importanti.

Insomma, i trader più bravi sono sì quelli che sono in grado di padroneggiare la tecnica e possiedono competenze specifiche, ma sono soprattutto quelli che riescono a tenere sotto controllo le proprie emozioni e a dominare i propri impulsi, evitando di operare solo secondo l’istinto. Ci sono un sacco di emozioni che si possono rivelare nemiche dei trader, e in modo particolare dei trader neofiti:

  • La paura

  • L’entusiasmo

  • Il panico

  • L’avidità

Sono tutte sensazioni che, se non domate, finiscono per giocare una brutta sorpresa. Ebbene, è evidente che fino a quando ci si limita a utilizzare la demo non si acquisisce alcuna familiarità con tali pulsioni, dal momento che si è consapevoli di non rischiare nulla investendo denaro virtuale.

In sintesi: i conti demo sono utili e preziosi, ma dopo averli utilizzati a dovere per acquisire la necessaria formazione di base è indispensabile trasferirsi sul conto reale per operare con soldi veri. Senza timori e senza preoccupazioni, anche perché i broker migliori, come abbiamo già accennato, offrono la possibilità di cominciare a partire da un versamento iniziale ridotto: nella maggior parte dei casi bastano 250 euro di deposito per iniziare.

Nella rassegna dei trucchi per il trading online che un principiante non dovrebbe mai trascurare, un utilizzo intelligente dei conti demo è senza dubbio fondamentale. Eppure in tanti decidono di saltare a pie’ pari questo passaggio e si buttano subito sul trading reale, spinti dalla fretta. Questo è un errore, così come è un errore anche l’atteggiamento opposto, e cioè quello di aspettare troppo tempo e di passare sulla demo intere settimane o addirittura mesi.

Leggi il nostro approfondimento sulla Simulazione di trading online

Imparare a sfruttare tutte le opportunità

Non ci si può considerare dei bravi trader se non si è in grado di cogliere al volo tutte le chance che si presentano. Che cosa vuol dire? Quando ci si dedica al trading, è un errore concentrarsi su un unico mercato o, peggio ancora, su un titolo solo. È necessario, al contrario, tenere le antenne ben dritte e soprattutto aprire la mente, così da riuscire ad approfittare delle molteplici opportunità che nel corso del tempo e nei vari contesti si presentano.

Un esempio concreto può servire per capire più facilmente a che cosa ci riferiamo. Si pensi al trading delle azioni di Amazon, un titolo che – per ragioni che è facile intuire – cattura l’attenzione di parecchi neofiti. D’altro canto, stiamo parlando di azioni che nel corso degli anni più recenti hanno conosciuto una strepitosa impennata. Così, i trader principianti prendono la soluzione più semplice, che è quella di scommettere unicamente al rialzo.

Può anche essere che una strategia di questo tipo si dimostri redditizia sul breve termine. Tuttavia, non esiste alcun titolo che sia capace di crescere in eterno, e prima o poi si dovrà verificare un cambio di rotta. Con la discesa del titolo, sarebbe necessario guadagnare al ribasso.

Un altro errore comune è quello di chi si focalizza unicamente sui mercati azionari. Così, tutto il tempo è dedicato alla Borsa, il che però fa perdere di vista altre occasioni interessanti, come per esempio l’acquisto di monete virtuali. Ecco perché per essere dei trader di successo bisogna avere la mente aperta, imparando ad acquistare e a vendere allo scoperto a seconda dei casi.

Leggi anche: “Come Comprare Azioni Amazon”

I segreti del successo nel trading

Riassumendo, per aumentare le probabilità di successo quando si fa trading è indispensabile, prima di tutto, scegliere unicamente broker regolamentati e autorizzati. Dopodiché, i trucchi trading che si possono applicare (tutti consentiti e legali, ovviamente) sono molteplici: per esempio seguire i migliori segnali di trading, a condizione che vengano messi a disposizione da soggetti affidabili. A tal proposito potrebbe interessarti il nostro articolo: “I segnali di trading: come sceglierli e come sfruttarli”

Un’altra opportunità è quella di copiare i trader più abili. In ogni caso, però, non si può fare a meno di studiare, per ottenere una preparazione completa. Vale la pena di ribadire che quando si parla di trucchi di trading non si fa riferimento a scorciatoie o a meccanismi che permettono di guadagnare denaro facile. Si tratta, invece, di suggerimenti grazie a cui l’esperienza di trading può essere ottimizzata e migliorare in misura significativa.

A volte non è neppure corretto parlare di trucchi veri e propri: sono, invece, degli accorgimenti da mettere in pratica per ridurre i rischi e per evitare di andare incontro a situazioni pericolose, come quelle che si potrebbero concretizzare nello scegliere un broker non autorizzato.

I principianti possono ricorrere ai trucchi di trading per i propri investimenti, ma ciò non deve esimerli dallo studiare.

Leggi anche: “Impara a speculare in Borsa riducendo il rischio”

FAQ

Quali sono i migliori trucchi di trading?

Fra i trucchi di trading migliori meritano di essere menzionati i segnali di trading e il copy trading. I primi consistono in indicazioni che vengono fornite agli investitori in previsione delle operazioni da effettuare. Il secondo, invece, è un sistema che permette agli utenti registrati sulla piattaforma di eToro di ricopiare in automatico gli investimenti decisi dai trader più bravi.

È possibile fare trading senza studiare?

No, a meno che non ci si voglia ritrovare con il conto svuotato nel giro di breve tempo. Studiare è fondamentale non solo prima di iniziare a fare trading, ma anche dopo aver già cominciato, perché la preparazione e l’aggiornamento in questo campo non finiscono mai. Studiare serve a capire come funziona il trading e, soprattutto, che cosa si deve fare per guadagnare.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro